• Home
  • Abbiamo immaginato il miglior finale di carriera possibile per LeBron James

Abbiamo immaginato il miglior finale di carriera possibile per LeBron James

0 comments

In questo giorno del compleanno di LeBron James, siamo costretti a guardare alla fine della carriera del re. Due scuole opposte, due mondi che si incrociano. Se esiste un mondo in cui tutto va terribilmente storto per LeBronc’è anche uno scenario in cui va tutto bene!

Abbiamo guardato nella nostra sfera di cristallo e c’è qualcosa da festeggiare.

Speriamo che la TrashTalk Curse sia abbastanza forte, ecco la migliore conclusione possibile della carriera di LeBron…

  • LeBron diventa il primo GM/Giocatore della storia

Jeanie Buss ha inserito il suo cervello, l’estate dei Lakers è un’estate di pulizia.

Mentre l’NBA ha severamente vietato che un giocatore sia anche il GM della sua franchigia, Rich Paul invia il testo più leggendario della storia ad Adam Silver: “cosa hai intenzione di fare fratello ?” Di fronte a questo argomento implacabile, il boss della Lega concede a LeBron il double-cap. Cosa che accadeva già da 15 anni, ma almeno adesso è ufficiale. Rob Pelinka viene inviato in Islanda per studiare rock, Westbrook non viene esteso e Jeanie lascia il posto al re offrendosi persino di acquistare le sue quote nel franchise.

  • Kyrie Irving si riunisce con LeBron a Los Angeles tramite la Free Agency

Mentre tutto andava bene a Brooklyn, i Nets sono caduti durante i playoff.

Va detto che la battuta di Nic Claxton, che ha sputtanato una Menorah nello spogliatoio di Kyrie, non ha fatto ridere tutti. Free agent a luglio, Irving trascorre il mese di giugno a casa di LeBron ei due uomini ricordano i bei vecchi tempi. Se gira intorno al cespuglio per diversi giorni, Kyrie torna in sé al momento giusto. Ha firmato con i Lakers a un prezzo contenuto (10 milioni a stagione), proprio permettendo a LeBron di continuare a fare acquisti. E chi segue a passo? Draymond Green, che ha preso un mandal da Jordan Poole dopo che i Warriors hanno perso in finale.

  • I Warriors ottengono un altro vantaggio per 3-1

È l’esplosione a Golden State e tornano i brutti ricordi.

Mentre Stephen Curry e la sua banda conducevano 3-1 contro i Bucks, il crack torna e sono tutti i Warriors a ostacolare. Giannis Antetokounmpo fa la più grande rimonta dai tempi di LeBron con i Cavs, e quest’ultimo coglie l’occasione sul podio per dire che non avrebbe mai potuto farcela senza che King gli mostrasse la sua voce. La desolazione è totale tra i Warriors, che si rendono conto che la loro dinastia è finita nonostante l’insistenza di James Wiseman al microfono. Steve Kerr si ritira, Kenny Atkinson diventa un agente di polizia e Draymond va ai Lakers.

  • LeBron crea il club 45-16-16

Continuando le sue mastodontiche esibizioni, LeBron supera ogni limite.

Non solo ha superato Kareem Abdul-Jabbar nel punteggio, ma ha anche superato John Stockton nel passaggio e si è aggiudicato la Top 5 dei migliori rimbalzisti di tutti i tempi. Va detto che con tre viaggi all’anno in un laboratorio vicino a Mönchengladbach, LeBron non ha più problemi di salute. Ci aveva promesso che bevendo Gatorade avremmo vissuto meglio e più a lungo, parola mantenuta. Senza forzare, trotterellando ogni stagione, il Re gira 27-7-7 e alza l’asticella troppo in alto per i giocatori successivi dopo di lui.

  • Ad Anthony Davis vengono risparmiati tutti gli infortuni

Incredibile ma vero, la scienza supera un traguardo storico nel novembre 2023.

Infatti, mentre gli infortuni si accumulavano per Anthony Davis, i medici hanno testato un prodotto miracoloso (Doliprane) all’interno dei Lakers, che hanno riacquistato la forma precedente. Il miglior giocatore del pianeta ha quindi un solo sopracciglio, e si rilancia la discussione con Tim Duncan. Non c’è niente da fare contro AD che sta correndo 38-18-4 tre stagioni di fila, mancano solo tre partite per la depilazione. Lui è lì, il famoso braccio destro che sognavamo per LeBron.

  • LeBron firma per aprire un college totalmente gratuito a Cleveland

Anche i suoi progetti fuori campo stanno andando a meraviglia.

Dopo aver sradicato la fame nel mondo e placato Putin, LeBron si sta rifocalizzando sulle sue attività locali e sta accelerando i suoi progetti educativi. Infatti, se ha rifiutato una posizione del presidente Kanye West come Segretario di Stato per l’Istruzione, LeBron riesce ad aprire un’università completamente gratuita nel centro di Cleveland. I migliori insegnanti del pianeta prendono parte all’avventura, il Premio Nobel per la Pace e l’Intelligenza 2026 è proprio il ragazzo di Akron.

  • Il progetto Clippers esplode a mezz’aria

Mentre avevano annunciato di essere la nuova squadra di LA, i Clippers crollano.

Va detto che lo zio di Kawhi Leonard, che tollera solo il tempo a 27 gradi per il suo protetto, non sostiene che ci siano 26 nella sala di allenamento dei Clippers. La richiesta di trasferimento è immediata, e non è Paul George a salvare la barca che affonda. Le disastrose prestazioni dei playoff P fanno saltare in aria Tyronn Lue, eppure i Clippers erano in vantaggio per 3-0 al primo turno contro i Grizzlies. La doppia sospensione di Marcus Morris e Reggie Jackson per aver litigato a mani nude con Dillon Brooks non aiuterà le cose. Fine del progetto, Steve Ballmer fallisce e investe tutti i suoi soldi nell’NFT.

  • Michael Jordan è costretto a vendere il suo franchise

Terribile caduta per la capra proclamata della sua generazione.

Sulla scia delle indagini svolte su Robert Sarver e Ime Udoka, l’NBA scopre che Michael Jordan è un proprietario di merda. O più precisamente, che tratta i suoi dipendenti come merda. Dopo aver costretto tutto il suo staff tecnico a guardare L’ultimo ballo Per 10 volte di fila e mettendo finti complimenti su Google, è il dirottamento delle donazioni fatte dai fan alla sua azienda di Tequila che sta facendo scandalo. Triste fine della carriera sportiva per Jordan, tra alcolismo e frode.

  • Bronny James viene arruolato nei Lakers

Incredibile coincidenza per questo attesissimo Draft 2024.

Mentre i Lakers avevano una probabilità dello 0,0000000000000012% di vincere la prima scelta al draft, Adam Silver è allucinato quando vede le palline da ping pong magnetico in fila per dare a Los Angeles la prima scelta. Certo, Bronny non è il miglior talento della sua annata, ma LeBron non può perdere questa occasione. Da GM, giocatore, capitano, co-direttore della NBA e per inciso proprietario dei Las Vegas Lobos, sale sul podio (sì perché presenta anche il Draft) e annuncia che i Lakers stanno draftando suo figlio. La stretta di mano passa alla storia.

  • LeBron vince la medaglia d’oro olimpica 2024

Libero nell’estate del 2024, e dopo aver arruolato il figlio, LeBron va a Parigi.

La squadra USA è in difficoltà perché mancano diversi giocatori importanti, ma nulla può fermare il re. Partita dopo partita, si carica gli Stati Uniti sulle spalle e la finale contro la Francia promette bene. Un appuntamento a cui LeBron non mancherà. Ha concluso la partita con 61 punti, 8 rimbalzi e 12 assist, compreso il tiro vincente in isolamento contro Rudy Gobert. Il CIO cambia tutti i suoi piani nel processo, i Giochi del 2028 si svolgeranno ad Akron.

  • L’ultima partita di LeBron è stata una vittoria alle finali NBA

È il 17 giugno 2026 e LeBron ha già completato più volte il gioco.

Con Bronny James e Anthony Davis, il Re ha solo un altro passo da compiere, quello di un nuovo anello da campione. Complicata contro i Cavs di Donovan Mitchell, Evan Mobley e Luka Doncic, ma niente da spaventare la leggenda vivente. Bloccando completamente Mitchell grazie a un livello difensivo ancora eccezionale, LeBron ci offre un esterno da antologia di Gara 7. A Cleveland, con Kevin Love, Channing Frye e Richard Jefferson seduti in prima fila, LBJ fa esplodere i Cavs e chiude la carriera con il sigaro in bocca, con un nuovo anello di campionato.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}