• Home
  • Adrian Newey ammette di essersi sbagliato sulle nuove regole della F1

Adrian Newey ammette di essersi sbagliato sulle nuove regole della F1

0 comments

Adrian Newey, direttore tecnico del team Red Bull in F1, ammette di aver sbagliato quando ha fortemente criticato le nuove regole tecniche introdotte in Formula 1 nel 2022.

All’inizio della stagione 2021, un anno prima dell’introduzione delle nuove regole in F1, Adrian Newey non ha esitato a criticare i nuovi regolamenti, ritenendo che si trattasse di una “occasione persa” dalla classe regina: ” Da appassionato di sport motoristici, non credo che queste siano buone regole. » disse allora Newey.

« Penso solo che sia un peccato e un’occasione persa. Finché ti viene in mente un regolamento completamente nuovo, assicurati che sia buono. Ma queste regole semplicemente non lo sono. »

« È ancora interessante, oui, anche se devo ammettere che devo ancora trovare qualcosa per rendere queste regole entusiasmanti per me. Non è che non mi piaccia il cambiamento o il progresso, ma semplicemente non penso che sia una buona nuova regolamentazione. »

Ma dopo una stagione 2022 dominata da Red Bull e Max Verstappen, il discorso del britannico si è notevolmente evoluto e ora ammette senza complessi di essersi sbagliato su queste nuove regole.

“Quando ho letto le regole per la prima volta due anni fa, ero davvero frustrato. Sembravano estremamente restrittivi. Devo ammettere che ho dovuto ricredermi mentre lavoravo su queste vetture. » ha spiegato Adrian Newey, citato da MI PIACEREBBE

“Il telaio e l’ala anteriore sono molto inquadrati, ma ci sono aree con sorprendente libertà. Questi includono i pontoni e la base. Le diverse forme dei pontoni sono anche facili da distinguere per i fan e questa è una buona cosa. »

Adrian Newey trova persino più piacere lavorare su queste nuove monoposto rispetto alle precedenti, in particolare perché la curva di apprendimento è molto più ripida rispetto al passato: “È più eccitante perché le macchine sono così nuove. »

“È una curva di apprendimento ripida per tutti noi. Monoposto dello scorso anno [2021, ndlr] erano il risultato di un lungo processo di sviluppo, i regolamenti erano in vigore da secoli e sebbene ci fossero sempre cambiamenti nelle regole, tutto funzionava secondo lo stesso principio. »

In quanto tale, il britannico ritiene che le nuove regole abbiano funzionato perfettamente in questa stagione consentendo ai team di sviluppare concetti totalmente diversi come Mercedes, che ha sorpreso molte persone introducendo “zero sidepods” sulla sua monoposto. [des pontons aux formes extrêmement audacieuses] e completamente diverse da quelle utilizzate da Ferrari o Red Bull.

Newey ammette che il suo team non aveva considerato la soluzione trovata dalla Mercedes durante lo sviluppo della RB18 e quindi è rimasto molto sorpreso quando ha visto per la prima volta i fianchetti della W13: “La Mercedes è stata una vera sorpresa. Abbiamo trascurato questa soluzione. »

“È difficile giudicare dall’esterno [savoir si ce concept fonctionne], ma la Mercedes è migliorata nel corso dell’anno. Ad essere onesti, non abbiamo avuto il tempo di esaminare il concetto in dettaglio, perché quando operi con un limite di budget, non puoi permetterti quel lusso. »

“È per questo motivo che prendi prima i percorsi che ritieni possano portare il massimo profitto. Con la Mercedes, tutti avranno la penna fotocopiatrice solo quando il concetto diventerà improvvisamente un successo duraturo. »

Guardando al futuro, Adrian Newey ammette che la Red Bull non si imbarcherà nello sviluppo di un concetto completamente nuovo e preferisce continuare il suo lavoro sulla base del campione del mondo in carica RB18: “Continueremo a sviluppare il nostro concetto, perché lo conosciamo bene. »

“Ma non posso dire se questo percorso sia il migliore, perché è del tutto possibile che qualcun altro abbia un’idea migliore. »

“Nessuno di noi sa ancora dove andremo a finire sviluppando i nostri concetti. Forse un’altra squadra ha più potenziale di sviluppo ed è ancora in ritardo oggi. » ha aggiunto Newey che non esclude la possibilità che una squadra trovi nel 2023 una soluzione unica come il doppio diffusore in passato.

Ad oggi, la RB18 sviluppata dal team di ingegneri di Adrian Newey rimane la monoposto di maggior successo con diciassette vittorie in una sola stagione, otto in più rispetto alla RB9 della stagione 2013 guidata all’epoca dal quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}