• Home
  • Al-Khelaïfi apre la porta a Rashford al PSG e… la chiude a Ronaldo

Al-Khelaïfi apre la porta a Rashford al PSG e… la chiude a Ronaldo

0 comments

Il presidente del club della capitale discute diverse pratiche di trasferimento per Sky Sport, tra cui le proroghe di Leo Messi e Kylian Mbappé.

Nasser Al-Khelaïfi continua a visitare i pasti. Solitamente discreto sui media, il presidente del Psg ha moltiplicato le interviste dall’inizio dei Mondiali in Qatar. Per Sky Sport , evoca la finestra di mercato dei rossoblù, e in particolare il possibile arrivo di Marcus Rashford. L’attaccante del Manchester United è stato spesso annunciato nei radar di Paris-SG negli ultimi anni. Sarà così a priori anche la prossima estate, al termine del suo contratto. “È un giocatore incredibile. E libero? Per avere Rashford gratis, ogni club si lancerà contro di lui, questo è certo. Non lo nascondiamo, gli abbiamo già parlato e ci ha interessato. Ma non era il momento giusto per nessuna delle due parti. Forse la prossima estate, perché no?“Infila il leader del Qatar. E per aggiungere:Se è libero domani, potremmo parlargli direttamente, ma non lo faremo adesso. Lascia che si concentri sulla Coppa del Mondo. Dopo, a gennaio, se ci interessa, parleremo con lui.»

Ricorda che i giocatori alla fine del loro contratto la prossima estate possono discutere, negoziare e persino firmare con il club di loro scelta da gennaio 2023. Rashford non è l’unico nazionale inglese che fa appello a “NAK” e PSG. . Sempre a Cielo lo aveva così dichiarato a proposito della pepita del Dortmund e dei Tre Leoni Jude Bellingham qualche giorno fa: “L’Inghilterra è fortunata ad averlo. È uno dei migliori giocatori del torneo. Incredibile, per il suo primo Mondiale… È calmo e rilassato, fiducioso.Il boss del club parigino non si è preoccupato di nascondere le sue intenzioni. “Tutti lo vogliono“, si è chiarito. In corsa City, Chelsea e Real. Il Liverpool avrebbe un piccolo vantaggio.

GUARDA ANCHE – Parc des princes: perché la “asciugamano brucia” tra il PSG e il municipio di Parigi?

Ronaldo a Parigi, “impossibile”

E Cristiano Ronaldo? A 37 anni, la leggenda portoghese sta vivendo una fine dolorosa della sua carriera. CR7 è stato costretto a lasciare la panchina durante la manifestazione contro la Svizzera (6-1) in 8a, lui che ora è libero da ogni impegno dopo la sua partenza dal Manchester United. Hai intenzione di andare in Arabia Saudita? Forse sì forse no. In ogni caso, non verrà a Parigi. “Impossibile“, giura Nasser Al-Khelaïfi. “È una leggenda, una stella, ammiro il calciatore e amo il giocatore e il professionista. Un giocatore fantastico. Quello che sta facendo a 37 anni è incredibile. Ma tutti i club lo vogliono. Il problema è che siamo completamente nella sua posizione. Onestamente, sarebbe impossibile per noi“, ha aggiunto, chiudendo la porta due volte su questo arrivo.

Invece del sogno di Ronaldo, Nasser Al-Khelaïfi si concentra principalmente sull’estensione di Lionel Messi (scadenza del contratto nel 2023) e Kylian Mbappé (2024, opzione per il 2025). Convinto di voler prolungare il suo soggiorno sulle rive della Senna e affermando di essere “felice“, “NAK” non intende premere la Pulga, che venerdì (ore 20) sfiderà anche l’Olanda con l’Argentina, nei quarti di finale del Mondiale. «Abbiamo deciso di parlare dopo la Coppa del Mondo. Ma entrambe le parti, lui e il club, sono molto felici“, promette.

Mbappé è parigino, è francese ed è orgoglioso di essere ancora in Francia.

Nasser Al-Khelaifi

E per continuare, su Mbappé: “Per me è un giocatore di altissimo livello e un essere umano professionale di alto livello. Quindi per me era davvero essenziale che rimanesse e non se ne andasse gratis. Questo è un altro punto importante ma come ho sempre detto, mi sono sempre fidato di lui, mi sono fidato della sua famiglia perché abbiamo creato qualcosa, un rapporto speciale con il giocatore e con loro ed è per questo… È parigino, è francese ed è orgoglioso di essere ancora in Francia. Affronterà l’Inghilterra (sabato alle 20 nei quarti di finale, ndr) ed è subito la cosa più importante, rappresenta la Francia e la sua nazionale ma anche il suo club.“Da notare questo il presidente parigino ha già escluso, in una precedente intervista, possibili arrivi nella finestra di mercato invernale. «Non credo che investiremo nel mercato invernale, non abbiamo bisogno di nessuno“, aveva detto, mentre Marco Verratti si estenderà fino al 2026.


GUARDA ANCHE – La storia di Deschamps nei quarti di finale del Mondiale

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}