Alaphilippe: “Il Tour de France? Voglio davvero tornare…”

Abituato da diversi anni a primi posti e onorificenze, Giuliano Alaphilippe ha avuto una stagione 2022 estremamente difficile. Segnato da cadute multiple (Strade bianche, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Spagna…), quest’ultimo è stato molto difficile da vivere per il nativo di Saint-Amand-Montrond, come ha spiegato in un video prodotto dalla sua squadra Squadra alfa vinilica rapida. È stata la stagione più difficile della mia carriera. Non sono mai stato al 100% in una gara nel 2022. Mi sono sempre allenato duramente, ho dato il massimo e lottato per tornare ogni volta, ma dover ricominciare ancora e ancora è stato in realtà più difficile delle cadute stesse”.ammette l’ex doppio campione del mondo.

Video – Julian Alaphilippe avrà il coltello tra i denti per il 2023

“Quando è pericoloso in discesa, ho un po’ più paura di cadere di prima”

Avendo potuto beneficiare del costante sostegno dei suoi cari – la mia famiglia è stata fondamentale nell’aiutarmi a superare ogni battuta d’arresto”Giuliano Alaphilippe è stato inevitabilmente segnato psicologicamente dagli incidenti vissuti nel 2022, che hanno conseguenze sul suo modo di affrontare la gara. Quando è pericoloso in discesa, ho un po’ più paura di cadere rispetto a prima. Questo non significa che ho intenzione di frenare di più, ma devo ammettere che sento un po’ di più il pericolo. Quando cadi molto, stai più attento di chi non ha mai avuto un grande incidente e una lunga guarigione”dice il corridore del Squadra alfa vinilica rapida.

Tuttavia, il pugile tricolore è pronto per tornare ai massimi livelli la prossima stagione – Non ho più dolori quando sono in moto, quindi non ho paura di correre e nulla mi tratterrà nel 2023. Non vedo l’ora di poter lottare ancora per vincere grandi gare”. – e questo con due chiari obiettivi in ​​mente: il Giro di Franciache ha saltato in questa stagione per la prima volta dal 2017 per decisione della sua squadra – “Non ero pronto. Se fossi stato al Tour, sicuramente avrei fatto gruppetto tutti i giorni. Non era nel mio interesse, né in quello della squadra, quindi è stata la decisione migliore di non partecipareha recentemente concesso in un video pubblicato dalla sua squadra – e il Giro delle Fiandrein cui ha gareggiato solo due volte (ritirandosi dopo una caduta nel 2020 quando era nel gruppo di testa e 42° nel 2021).

“Il Tour? Voglio davvero tornare nel 2023 e farlo nella mia forma migliore”

“Ll’anno prossimo punterò sicuramente al Giro delle Fiandre. Parteciperò anche alle Ardenne, ma il Giro delle Fiandre è in cima alla mia lista per la primavera, voglio presentarmi lì al 100%. È una gara dolorosa, fisicamente e mentalmente impegnativa, ma è una gara che amo correre. […] Girare ? Voglio davvero tornare lì nel 2023 e farlo nella mia forma migliore. Il Tour è unico. Quando sei in buona forma e stai bene, puoi davvero divertirti. Tutto quello che fai nel Tour porta un’emozione speciale”conclude colui che ha alzato le braccia solo due volte nel 2022, il suo totale più basso dal 2017.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *