Alla fine della giornata, l’Amiens SC si è qualificato!

Nel duro da poche partite campionato, l’Amiens SC era in corsa per il settimo round della Coupe de France. Opposto a Chamblyloro Amiens hanno lottato a lungo, essendo stati condotti nel primo periodo. Ci sono voluti i calci di rigore per decidere tra le due squadre e vedere l’ASC qualificarsi per l’ottavo turno.

Il tempo è passato, Amiens ha reagito

Nessuna squadra riesce a creare un’opportunità all’inizio del gioco. È il popolo di Amiens di Matthéo Xantippe che ci crede, ma il suo centro non fa nulla (3′). Successivamente, Chambly è passato più volte in vantaggio in contropiede, senza alcun reale pericolo. L’ASC ottiene il suo primo corner di gioco, che non regala nulla (9′). Su entrambi i lati, la palla cambia lato. A volte per l’FC Chambly con Masevo, a volte per Amiens con Chibozo. Tuttavia, tutto si assesta su un contropiede cambresiano, dove un giocatore trafigge la difesa dell’Amiens. Dietro, la destra dell’FCCO, Melvyn Doremus, semina i difensori e spinge il pallone in profondità (1-0, 15′).

Da questo preciso momento Chambly ha incatenato i colpi di scena, in particolare una traversa di Issiaka Karamoko (18′). Gli uomini di Philippe Hinschberger non riescono a trovare soluzioni con il pallone tra i piedi, come dimostra questo cross di Jessy Benet, innocuo per Simon Pontdemé (20′). Il primo tiro in porta dell’Amiens SC arriva al 25′ di Ange Chibozo, un po’ timido. Pochi minuti dopo ne seguirà un altro con Mathis Lachuer, ben fermato da Simon Pontdemé (32′). Determinato, l’Amiens pareggia nel migliore dei tempi, poco prima dell’intervallo. Dopo un corner fallito, Jessy Benet vede la palla tornare ai suoi piedi. Cross, trova sul secondo palo Mamadou Fofana, che si alza in aria e crossa di testa inarrestabile (1-1, 43′). Dopo un inizio complicato, Amiens si rassicura prima di rientrare negli spogliatoi.

I rigori hanno dato ragione all’ASC

Dopo l’intervallo, le intenzioni dell’Amiens sono migliori, soprattutto in attacco. Si fa sentire fin dall’inizio con Owen Gene che crossa, senza trovare nessuno, ma vedendo tornare palla a Mathis Lachuer. Quest’ultimo tenta un tiro bloccato (49′). Amiens SC è in un grande momento clou, letteralmente assediando la superficie di Chambly. Per molti minuti, l’Amiens ha avuto occasioni, con tra gli altri un dinamico Papiss Cissé che è entrato nell’intervallo. Se Amiens gioca meglio, fai attenzione ai veloci counter di Camblysiens.

Owen Gene sfiora il vantaggio dell’ASC, servito molto giustamente da Cissé. Il centrocampista tira da distanza ravvicinata, ma vede Simon Pontdemé fare una bellissima parata sulla sua linea (64′). Piano piano Chambly riprende slancio e si procura occasioni, via Mamadou Diallo su un colpo di testa che sbaglia (72′). Prima della seduta di rigore, gli Isariani pensavano di fare la differenza, invano. Con un pubblico convinto della sua causa, l’FC Chambly ha lanciato questi tiri in porta contro l’Amiens. Il secondo tiro sbagliato dei Camblysiens di Issiaka Karamoko regala però il vantaggio agli Amiens. Con una prestazione impeccabile, gli uomini di Philippe Hinschberger vincono la qualificazione, cinque colpi a tre. In un incontro trap, l’Amiens SC ha saputo mantenere la sua lucidità fino alla fine per uscirne e continuare così la sua avventura nella Coupe de France.

Pavel CLAUZARD

Chambly – Amiens SC: 1-1 (3-5 TAB) (1-1)

Settimo round della Coupe de France

Stadio Marais, Chambly, 1273 spettatori

Arbitro: Brendan Roffet

Gol: Doremus (15′) per Chambly; Fofana (43′) per Amiens SC

Avvertenze: Xantippe (41′) e Barry (81′) per Amiens SC

Chambly : Pontdeme – Doremus, Diako, Ba (c.), Cherni – Valeri, Baptista (Dauchy, 82′) – Khalid (Yenoussi, 61′) – Insegnante, Payet (Diallo, 61′), Masevo (Inzoudine, 82′)

Sostituti (scegli da) : Mouaha (a sinistra), Teqja, Dauchy, Inzoudine, Yenoussi, Doucouré, Diallo

Allenatore: Fabien Valeri

Amiens SC : Charruau – Assogba, Barry, Fofana (c.) – Gene, Gomis, Lachuer (Doums, 67′), Benet (Gélin, 67′), Xantippe (Ring, 75′) – Chibozo (Cissé, 45′), Bandé (Tolù, 45′)

Sostituzioni: Rongier (a sinistra), Cissé, Ring, Doums, Gélin, Tolu, Degrumelle

Allenatore: Philippe Hinschberger

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *