• Home
  • Bauke Mollema: “Posso vincere Amstel o Liegi-Bastogne-Liegi”

Bauke Mollema: “Posso vincere Amstel o Liegi-Bastogne-Liegi”

0 comments

Sono passati quindici anni da allora Bauke Mollema (36) fa rotolare il suo bernoccolo nel gruppo dei professionisti. E dovrebbe continuare per almeno altri quattro anni visto che ha prolungato il contratto con Trek – Segafredo fino al 2026. In un’intervista con i suoi compatrioti diCon la maglia del Leader, l’olandese ci conferma che non ha intenzione di recuperare nei prossimi anni. “L’obiettivo è vincere una tappa al Giro d’Italia per completare la mia trilogia di vittorie nei tre Grandi Giri. Voglio anche vincere ancora le classiche e giocarmi anche la classifica nelle corse a tappe di una settimana”.

Video – Bauke Mollema ha vinto il Giro di Lombardia nel 2019

“Non sono più in grado di giocarmi la classifica generale nei Grandi Giri”

Bauke Mollema è già iniziato il 21 Grandi Tour. Ha ottenuto un podio durante il Giro di Spagna nel 2011 (a seguito della dismissione di Juan José Cobo), è arrivato 5° nel Giro d’Italia nel 2019 e 7° nel 2017 e si è anche classificato 2 volte nella top 10 della classifica Giro di Francia, con un 6° posto nel 2013 e un 7° nel 2015. Non si sente però più in grado di ripetere prestazioni del genere nelle prossime stagioni. “Non riesco più a tenere il passo dei migliori sulle lunghe salite. Se sono fresco potrei farcela su una tappa, ma poi non funzionerà sulla tappa del giorno dopo. Forse -be a causa della mia età.Il mio corpo probabilmente si riprende meno velocemente di prima.D’altra parte, in sforzi brevi di massimo 10 minuti ad altissima intensità, i valori che raggiungo sono sempre molto buoni.Questo è per Ecco perché posso ottengo sempre buoni risultati nelle classiche, sono arrivato 7° anche al Giro di Lombardia e 4° alla Clásica San Sebastián lo scorso anno”.

“Juan Pé Lopez non sfrutta tutto il suo potenziale”

Mollema arrivato in squadra Trek – Segafredo nel 2015, dopo aver iniziato la sua carriera all’interno della struttura Rabobank (oggi Jumbo-Visma). Era stato reclutato come pilota generale, ma il suo ruolo si è evoluto nel corso degli anni. D’ora in poi, il suo compito sul Grandi Tour è aggiudicarsi una vittoria di tappa. Deve anche condividere la sua enorme esperienza delle gare di tre settimane con le giovani speranze della squadra. “Cerco davvero di aiutare Mattias Skjelmose e di insegnargli più cose possibili. L’anno scorso gli sono stato vicino anche quando si sentiva meno bene durante il Giro. È bello lavorare con lui, è super professionale, vive per il suo sport. L’altra nostra speranza, Juan Pedro Lopez, è più tranquilla. C’è ancora un potenziale inesplorato in lui”.

“Mi piace molto fare la doppietta Giro-Tour”

Nonostante il suo ruolo di mentore, Bauke Mollema non mette nell’armadio le sue ambizioni personali. Nel 2023, cercherà di vincere una tappa al Giro d’Italia per aver alzato le braccia durante i tre Grandi Tour. Tuttavia, non sa ancora dove si schiererà dopo. “Mi piace molto fare la doppietta Giro-Tour, ma ho anche dei bei ricordi della Vuelta. Ma non so ancora cosa ci sarà nel mio programma. Siccome non giocherò più la classifica generale, posso essere aggiustato più tardi non è un problema. Ma come campione olandese a cronometro, sarò felice di indossare la mia maglia tre volte al Giro. Ci sono due volte che possono davvero fare al caso mio”. Per quanto riguarda i classici, Mollema assumerà un ruolo di leadership e sarà ambizioso. “Correrò le classiche per vincere. Sono sicuro di poter vincere l’Amstel o la Liegi, anche se avrò bisogno di circostanze favorevoli in queste due gare”.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}