Calcio – Coppa di Francia. L’US Alençon crea l’impresa contro Le Havre e continua il suo viaggio

Alencon Le Havre Coppa di Francia 2022 joachim lepage
Joachim Lepage è stato decisivo alla sua sinistra. È lui l’autore del centro che ha portato il primo gol dell’americano Alençon. ©L’Orne Hebdo

Per un club amatoriale, solo la Coupe de France può regalare queste intense emozioni. Di fronte a un pubblico pazzo, Alençon statunitense (Nazionale 3) eliminata, sabato 29 ottobre, Le Havre (Ligue 2), ancora tre divisioni sopra, durante il settimo round della Coupe de France. Un exploit collettivo registrato alla fine di a rigore soffocante (3-3, TAB 5-4).

Un incontro pieno di suspense

Negli ultimi istanti non era necessario essere cardiaci quando Yonel Raddassecondo tiratore di Alencon, ha tentato e trasformato un audace panenka.

Ancora meno quando Hakim El Hamdaoui, ultimo battitore, è arrivato sul dischetto. Ma il marcatore seriale ha fatto il suo lavoro, permettendo ai suoi compagni di squadra, al suo staff e ai circa 2.000 tifosi presenti di esultare.

Se, come tredici anni fa, la magia della coppa operava allo stadio Jacques-Fould e l’Alençonnais guardava dritto negli occhi di una squadra di professionisti, l’esito è stato diverso questa volta rispetto al Lorient. Ed è meritata, perché i giocatori di Vincent Laigneau hanno cercato con coraggio questa vittoria.

Amaury Tessier, essenziale

Un risentimento incarnato da Amaury Tessier, uno degli eroi della serata. Attività travolgente, combattività su ogni pallone… L’attaccante non si è fermato e, inoltre, ha messo sulla buona strada la sua squadra segnando una doppietta. Primo di testa (1-0, 13°), dopo un prezioso lavoro di Gioacchino Lepage alla sua sinistra, poi dopo una grande azione collettiva, poco prima dell’intervallo (2-1, 42°).

Alençon Le Havre Coppa di Francia 2022 Amaury Tessier
Con una doppia e spettacolare attività, Amaury Tessier è stato uno dei principali artefici della vittoria della sua squadra. ©L’Orne Hebdo

Ma, ogni volta, l’Alençonnais si è indebolito sulla difensiva e ha permesso agli Hauts-Normands di riprendere il passo, con Elies Mahmoud (1-1, 22°) e poi Ylan Gomes (2-2, 44°). 2-2 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi si pensava che gli ospiti, secondi in Ligue 2, sarebbero tornati con migliori intenzioni. Non proprio, come il loro primo periodo, Le Havre ha continuato a produrre a gioco deludente per una formazione della loro posizione. Di fronte, Ornais ancora in piedi, ma un po’ meno intraprendente che nel primo atto.

Video: attualmente su Actu

Un gioiello del capitano

Esattamente nel momento in cui il capitano Hakim El Hamdaoui ha scelto di togliersi il mantello. Autore di una solida prestazione, l’offensiva l’ha migliorata firmando un vero gioiello (3-2, 61°) da fuori area. Un colpo lanciato nel lucernario di Mathieu Gorgelin, completamente indifeso.

Spinti dal loro pubblico, che diventava sempre più rumoroso con il passare dei minuti, i Verdi, solidali, hanno lottato, con il cuore, per tenere la casa e resistere. Sforzi che hanno ripagato per lunghi minuti. Ahimè, allo scadere del tempo supplementare, in arrivo Salifou Soumah miracolosamente pareggiato (3-3, 90+5°) in scramble nell’area dell’Alencon. Scenario crudele.

Alençon Le Havre Coppa di Francia 2022 pubblica
Quasi 2.000 spettatori hanno assistito alla partita di Alençon e Le Havre, vinta ai rigori da Ornais. ©L’Orne Hebdo

Un R1 nel prossimo round

Ma era necessario di più per sconvolgere una squadra in una grande serata. I cinque tiratori hanno fatto la loro parte del lavoro. Proprio come il portiere Romain Hanquinquant. Autore di parate decisive, tra cui un ottimo tap a fine gara (90+3°), si è distinto anche ai calci di rigore in respingendo lo sciopero del quarto tiratore di Le Havre.

Dietro c’è un vera comunione, tra giocatori e tifosi, che ha invaso lo stadio. Bellissime immagini che il circolo del Comune dei Duchi potrebbe rivivere in pochi giorni.

US Alençon riceverà il Stadio Pontivyenresidente della Regionale 1, durante l’ottava prova del concorso, in programma weekend di sabato 19 e domenica 20 novembre. Con l’opportunità di trovare la 32esima finale e un’avversaria di Ligue 1, come nel 2009.

Ma prima di proiettare, lascia che i giocatori si godano la loro performance. Loro, che hanno appena scritto una delle pagine più belle della storia del club.

Alencon – Le Havre: 3-3 (TAB 5-4).

Primo tempo: 2-2.

Arbitro: Ludovic Genest.

Gol: Tessier (13°, 42°) e H.El Hamdaoui (61°) per Alençon, Mahmoud (22°), Gomes (44°) e Soumah (90+5°) per Le Havre.

Avvertenze: K.El Hamdaoui (5°) e Tessier (39°) per Alençon, Kongolo (88°) per Le Havre.

ALENCON : Hanquinquant, Hiaumet, N.Laigneau, K.El Hamdaoui, Sancho, Delacour (Raddas, 57°), Hirèche (Mengeard, 78°), H. El Hamdaoui (cap.), Tessier, Dhoifirou. Allenatore: Vincent Laigneau.

LE HAVRE Gorgelin (cap.), Confession (Lekhal, 64°), Casimir (Samoura, 79°), Moussadek Medou Otye, Kongolo, Diakite (Cornette, 64°), Mbemba Batina, Kechta, Gomes, Alioui, Mahmoud (Soumah, 69°). Allenatore: Luke Elsner.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire L’Orne Hebdo nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *