• Home
  • Calvin Lo, questo miliardario che vuole creare un team di F1

Calvin Lo, questo miliardario che vuole creare un team di F1

0 comments

Mentre il clan Andretti bussando alla porta della F1 da diversi mesi per formare un undicesimo team in griglia, ora punta la punta del naso un altro candidato – da prendere molto sul serio.

Il suo nome potrebbe non dirti molto, ma Calvin Lo è una delle persone più ricche di Hong Kong. L’imprenditore sarebbe riuscito ad accumulare una fortuna personale stimata in 1,7 miliardi di dollari Usa secondo la rivista Forbes.

Calvin Lo è uno degli uomini d’affari di maggior successo del pianeta e anche un grande fan della Formula 1. Recentemente ha rivelato che stava esplorando la possibilità di avviare una nuova squadra in F1, specificando che il suo coinvolgimento personale sarebbe solo finanziario e che non aveva alcun desiderio di diventare un manager stabile a tempo pieno: “Stiamo ancora esplorando fino a che punto potrei essere coinvolto in F1. Non sono abbastanza intelligente per guidare una squadra. Qualunque sia il mio coinvolgimento, sarà finanziario. » spiega il miliardario in una lunga intervista al Stella quotidiana.

“Negli ultimi anni sono stato contattato da molti attori del mondo della F1, dai team ai proprietari di team molto ambiziosi o potenziali investitori. »

Se per il momento nessun progetto concreto è stato ancora messo sul tavolo, Calvin Lo è molto serio nel suo approccio e si è persino recato in diversi Gran Premi di Formula 1 nel 2022 – compreso quello di Singapore – per osservare e capire meglio come si evolvono i team in questo ambiente ultra-competitivo.

“Abbiamo studiato come funziona una squadra attuale, ed è così che è nata l’idea di creare una nuova squadra. » lui continua.

“Ci sono molte opportunità in questo momento, penso che stiamo entrando in una nuova era di un pubblico più giovane, con una nuova base di fan. L’accessibilità sembra più facile di prima. »

Uno dei maggiori ostacoli che Calvin Lo potrebbe incontrare sulla sua strada, tuttavia, sarebbe la riluttanza delle altre squadre in griglia che potrebbero non accogliere l’arrivo di un ulteriore concorrente perché dovrebbero quindi ridurre ancora una volta il loro reddito al fine anno. Lo crede però dal canto suo che l’arrivo di un team di origine asiatica attirerebbe senza dubbio in F1 un nuovo pubblico, e quindi nuove quote di mercato.

“Chi entra [en F1] deve assicurarsi che la torta [financier] diventa ancora più grande. Capisco la riluttanza delle squadre attuali, perché se tutto esce dallo stesso piatto che senso ha? »

“Ma se potessimo in qualche modo espandere quella torta, tutti potrebbero trarne vantaggio. L’intera rete potrebbe trarne vantaggio. È qui che entra in gioco il “come”. Come possiamo io e il mio team dire ai team attuali che il nostro coinvolgimento a qualsiasi titolo farà crescere quel pubblico, quella base di fan? »

“Penso che ci sia un’opportunità per qualcuno che non è nel mondo delle corse automobilistiche di entrare, per portare nuove idee, nuove prospettive. Penso che sia eccitante se entra qualcuno dall’esterno. »

“La parte finanziaria è un impegno enorme, ma supponendo che sia fatto, potremmo essere piacevolmente sorpresi di come tutti potrebbero trarne vantaggio. »

Un’influenza asiatica

Calvin Lo insiste sul fatto che non vuole necessariamente creare un team di F1 tutto asiatico, ma piuttosto aprire la strada all’assunzione di personale qualificato e piloti dall’Asia.

“Non credo che ci sia bisogno di un team asiatico in sé, ma forse dell’influenza asiatica nel senso di piloti, designer o strateghi. Ogni nuova squadra o nuovo giocatore nello sport porterà nuove idee, nuove prospettive. Vengo dall’Asia e lì ci sono solo poche gare. Proveremo quindi a ingrandire la torta. »

Questa nuova popolarità [de la F1] non è solo negli Stati Uniti, anche in Asia, ne parlano tutti. Ho partecipato al Gran Premio di Singapore [2022] e l’emozione di tutti gli spettatori è stata incredibile. »

Non prima del 2026

Quando gli viene chiesto concretamente quando vorrebbe vedere un nuovo team entrare in Formula 1, il miliardario sa che realisticamente sarebbe fino alla prossima era nel 2026, quando verranno introdotti nuovi motori e nuove regole in Formula 1.

“È divertente perché è lo sport più veloce del mondo, ma la logistica è piuttosto lenta. Saremmo molto fortunati ad essere coinvolti a qualsiasi titolo. Con una squadra attuale, sarebbe più veloce. Ma realisticamente, mettere un’auto in griglia [avec une nouvelle écurie], sarebbe nel 2026. È un breve periodo di tempo, un programma molto serrato. »

Anche se per il momento nulla di concreto sta prendendo forma nel prossimo futuro, Lo ha comunque confermato che negli ultimi mesi sono stati allacciati legami con il team Williams… Continua.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}