• Home
  • Chi ha segnato punti per la Ryder Cup 2023?

Chi ha segnato punti per la Ryder Cup 2023?

0 comments

Guido Migliozzi e Victor Perez, vincitori dei loro due incontri a quattro…

Alcuni hanno fatto “punti” in vista della 44esima Ryder Cup della storia il prossimo settembre a Roma. Altri, al contrario, hanno deluso. Panoramica.

LV

La squadra dell’Europa continentale ha quindi battuto le controparti di Gran Bretagna e Irlanda di 14,5 punti a 10,5 essendo sempre stato in testa durante i tre giorni di gara. Meglio. Quattro dei dieci giocatori continentali erano imbattuti: Francesco Molinari, Nicolai Hojgaard, Vittorio Perez et Guido Migliozzi. Nessuno degli inglesi può dire lo stesso…

Hanno segnato punti preziosi…

Francesco Molinari (40 anni)

3,5 punti: pareggio in fourballs, 2 vittorie in foursome, 1 vittoria in singolare

Capitano dei Continentali, l’italiano, vincitore di L’Open a Carnoustie nel luglio 2018non vince tra i professionisti da marzo 2019, alInvito ad Arnold Palmer (PGA Tour). Ma come per magia, così Ryder Cup au Nazionale di golf dove aveva vinto le sue cinque partite, il torinese è apparso totalmente trasformato Abu Dhabi. Con immancabile solidità in singolare contro l’irlandese Shane Lowry, mai staccato nel punteggio (vittoria 3&2), si è allenato con il danese Nicolai Hojgaard una coppia potente, che ha vinto entrambi i match ben prima del 18° green (3&1 poi 2&1). Sotto l’occhio vigile di Luca Donald, il capitano della squadra europea di Ryder Cup, e tutto il suo staff, quello soprannominato “La Machina” può seriamente rivendicare una “selezione” il prossimo settembre, davanti al suo pubblico. Anche se occupa solo per il momento… il 164esimo posto al mondo.

Nicolaï Højgaard (21 anni)

3,5 punti: pareggio in fourballs, 2 vittorie in foursome, 1 vittoria in singolare

Ha sostituito suo fratello gemello con breve preavviso, Rasmus, ferito. Per la gioia dei continentali. Il suo mostruoso colpo di palla lo rende uno dei golfisti più longevi dell’European Tour dove ha già vinto due volte tra il 2021 e il 2022. Associato a Francesco Molinari nel doppio, il danese (135esimo al mondo) è stato efficace anche sui green come testimoniano la sua aquila e i suoi sei birdie di successo in singolare questa domenica contro l’ancora formidabile Potere Seamusbattuto 1 giù mentre conduceva 2 su dopo tre buche.

Victor Perez (30 anni)

3,5 punti: pareggio in fourballs, 2 vittorie in foursome, 1 vittoria in singolare

Il Tarbais ha lanciato la sua stagione sul Tour europeo questa settimana durante questo Coppa Eroe 2023. Temendo di essere un po’ arrugginito a causa di questa evidente mancanza di concorrenza, Vittorio Perez ha, invece, avuto la meglio, formandosi con l’italiano Guido Migliozzi una coppia formidabile sia in fourballs che in foursomes. Semifinalista di WGC-Match Play nel marzo 2021 a Austin (Texas), il francese sembra a suo agio in questa forma di gioco. Vincitore in singolare per l’inglese Giordano Smith, battuto 4&2, ha messo a segno questa domenica un bel -6 in 16 buche giocate. Ora tocca a lui vincere nei grandi eventi del Giro del mondo DP per avvicinarsi ad una qualificazione “automatica”. Attualmente è solo 21esimo nel classifica europea a punti (e 25° in punti mondiali).

Guido Migliozzi (25 anni)

3,5 punti: pareggio in fourballs, 2 vittorie in foursome, 1 vittoria in singolare

Associato a Victor Perez in doppio, il recente vincitore delOpen di Francia 2022 al Golf National hanno risposto, completandosi a vicenda meravigliosamente con il francese. Ancora avanti in singolare nell’ultima partita contro l’inglese Riccardo Mansell, l’italiano non si è mai tirato indietro, vincendo abbastanza agevolmente 4&3 e segnando sei birdie in sole 15 buche. E che questa Ryder Cup 2022 si giochi a Roma, nel suo paese, ovviamente fa di lui, vicentino, un potenziale outsider. Un po’ di più da questo successo in Hero Cup?

Tommy Fleetwood (32 il 18 gennaio)

3 punti: 2 vittorie in quattro, 1 vittoria in singolare

Vincitore di Sfida di golf Nedbank lo scorso novembre, il suo primo successo da… tre anni, l’inglese, capitano della squadra di Gran Bretagna e Irlanda, è stato dannatamente efficace. Con due partner diversi in sesso a quattro (Hatton poi Smith), riuscì ogni volta a prevalere prima di avere la meglio Tommaso Pieters in singolare (3&2). Il suo status di giocatore della Ryder Cup (nel 2018 e nel 2021) lo rende quindi un candidato naturale per la Roma. Tanto più che attualmente occupa il 4° posto nella classifica europea a punti (886 punti), subito dietro Shane Lowry (898 punti).

Tyrrell Hatton (31 anni)

2 punti: 1 vittoria in quartetto, 1 vittoria in singolare

Anche se il focoso inglese ha perso due volte (in fourballs e durante la seconda sessione di foursomes), rimane un ingranaggio essenziale nella squadra della Ryder Cup europea. È difficile vedere Luke Donald non selezionarlo tra le sue sei scelte (scelte). La sua dimostrazione di forza in singolare questa domenica contro gli sfortunati Antoine Rozner, scansionato 5&4, lo dimostra facilmente. La sua fine della stagione 2022 nel DP World Tour (8° inApri d’Italia7 aCollegamenti di Alfred Dunhill2° dentro Campionato del giro del mondo DP) conferma di aver già fatto di questa Ryder Cup uno dei suoi obiettivi principali nel 2023.

Robert MacIntyre (26 anni)

3 punti: 1 vittoria in fourballs, 1 vittoria in foursome, 1 vittoria in singolare

Lo scozzese è stato con Tommy Fleetwood il miglior fornitore di punti per la squadra di Gran Bretagna e Irlanda. I suoi grandi successi in quattro palle (4&3 con Seamus Power) poi in singolare (5&3 contro Alex Noren) consolidare un po’ di più il suo posto come “favorito” per la prossima Ryder Cup che si giocherà il Circolo Golf Marco Simonedove ha vinto il 18 settembre per l’Open d’Italia.

Hanno deluso…

Shane Lowry (35 anni)

0 punti

Incapace di riportare il minimo punto (o mezzo punto) alla sua squadra dalle isole britanniche, l’irlandese è senza dubbio la grandissima delusione di questa Hero Cup 2023. vincitore di L’Open 2019 mettere in scena uno spettacolo indegno di un giocatore della Ryder Cup (che era nel 2021). Nonostante qualche colpo di genio parsimoniosamente distillato in una sola faccia contro Francesco Molinari, il suo punto zero può seminare dubbi nella mente di Luke Donald, anche se l’irlandese, vincitore del Campionato BMW PGA a settembre 2022, è ancora per il momento “qualificato” grazie al 3° posto nella classifica europea a punti…

Seamus Power (35 anni)

1 punto: 1 vittoria in fourballs

Prodotto puro del PGA Tour, attualmente in testa al Coppa Fedex, due volte vittorioso sul circuito professionistico più duro, l’irlandese ha paradossalmente giocato solo nove tornei nel DP World Tour dal… 2005! 29° giocatore al mondo, è però più che mai nell’anticamera di una selezione a squadre della Ryder Cup. Ma la sua prestazione questa settimana negli Emirati lascia chiaramente a desiderare. I suoi sette birdie di successo in fourballs venerdì (con Robert MacIntyre) facevano ben sperare ma il nativo di Waterford, che ha svolto tutti i suoi studi nel Tennessee, è scomparso dai radar, soprattutto in foursome prima di rompere gli ultimi fori unilaterali a Nicolai Hojgaard…

Alex Noren (40 anni)

1,5 punti: 1 vittoria in quattro palle, pareggio in quattro

Vincitore per l’ultima volta dell’European Tour agli Open di Francia 2018, lo svedese non ha convinto questa settimana ad Abu Dhabi. Portato a distanza in doppio dal suo compagno di squadra, il belga Tommaso Pietersè stato mangiato vivo dallo scozzese Robert MacIntyre in singolare (5&3 sconfitte) senza birdie riusciti in 15 buche giocate (contro le 7 dell’avversario). Nonostante una brillante conclusione di stagione nell’European Tour (2° al DP World Tour Championship dopo essere arrivato 2° al Dunhill Links Championship), è difficile vedere come il vincitore della Ryder Cup 2018 (tutti ricordano il suo laser putt sul 18 del fronte Albatross Bryson De Chambeau) potrebbe essere una priorità per Luke Donald al momento. Anche se attualmente è “qualificato” direttamente grazie al suo 5° posto nella classifica mondiale per punti.

Foto: Getty Images

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}