• Home
  • Cinque squadre francesi al via, una in meno dopo la fine di B&B Hotels

Cinque squadre francesi al via, una in meno dopo la fine di B&B Hotels

0 comments

Cinque squadre francesi saranno al via del Tour de France 2023 il 1 luglio, hanno annunciato mercoledì gli organizzatori, che hanno invitato due formazioni straniere (Israel Premier Tech e Uno-X) a completare il set. La fine dei B&B Hotels significa che ci saranno meno allenamenti tricolori rispetto agli ultimi tre anni alla Grande Boucle, che partirà da Bilbao in Spagnaper arrivare sugli Champs-Élysées tre settimane dopo.

Delle 22 squadre (di otto corridori) selezionate, 20 sono state automaticamente selezionate in quanto il regolamento dell’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) prevede la partecipazione obbligatoria delle 18 squadre del World Tour (1ª divisione), di cui quattro francesi ( AG2R -Citroën, Groupama-FDJ, Cofidis e Arkéa-Samsic), nonché l’invito dei due ProTeam meglio classificati (2a divisione), in questo caso la formazione belga Lotto e la francese Total-Energies.

È rimasto a discrezione degli organizzatori dell’Amaury Sports Organization (ASO) assegnare due wild card. Spesso nei grandi tour vanno alle squadre del paese ospitante. Ma la fine dell’avventura di B&B Hotels e la qualificazione automatica di TotalEnergie cambiato il gioco.

Chris Froome e la sua formazione ospite

Sono quindi la formazione israeliano-Premier Tech del quattro volte vincitore del Tour Chris Froome, retrocesso dal World Tour alla fine dello scorso anno, e il norvegese Uno-X ad ereditare i due ambiti inviti per la corsa più importante del mondo.

“È una selezione senza sorprese. A volte la scelta è complicata, in questo caso non lo è proprio. Si sta creando un buco dietro le 22 migliori squadre del mondo, di cui possiamo anche pentirci”, spiega il direttore del Tour. Christian Prudhomme.

Con cinque squadre, la Francia rimane la nazione meglio rappresentata davanti a Belgio (4), Paesi Bassi e Stati Uniti (2 ciascuno). Dal 2020, il Tour ha sistematicamente accolto sei squadre francesi invece di cinque, il numero che era in vigore nel decennio precedente.

“C’erano cinque squadre francesi al Tour tra il 2009 e il 2019, tranne nel 2010 quando erano solo quattro. È solo grazie a B&B che c’è stata un’altra squadra francese negli ultimi tre anni. Ma ovviamente non le è bastato fare il Tour de France “per sopravvivere, sottolinea Christian Prudhomme.

Un numero di corridori francesi in continuo calo

“È una buona rappresentanza francese e comunque era il massimo possibile da regolamento”, aggiunge, sapendo che la sesta squadra francese nella classifica a squadre UCI nel 2022 è stata la “Conti”, cioè la squadra di sviluppo, di Groupama- FDJ, che gioca in terza divisione.

Il numero dei corridori francesi, il cui tetto contemporaneo era stato di 46 rappresentanti nel 2011, ha continuato a diminuire nelle ultime tre edizioni, passando dai 39 del 2020 ai 33 nel 2021 e solo 32 l’anno scorso.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}