• Home
  • CJ McCollum si scalda contro gli Spurs

CJ McCollum si scalda contro gli Spurs

0 comments

La missione non sembrava impossibile per New Orleans. Bisognava ancora assicurare il colpo contro il penultimo della Eastern Conference in assenza di Zion Williamson e Brandon Ingram. Fortunatamente per loro, i Pelicans hanno in CJ McCollum un altro eccezionale attaccante che ha alzato il suo livello di gioco per assicurarsi davanti agli Spurs.

Come previsto, i Pelicans hanno rapidamente preso il sopravvento per porre fine alla suspense il più rapidamente possibile. Il primo quarto è stato quindi un modello di dominio con un 12-2 segnato da tre missili da 3 punti di CJ McCollum (12-2). Trey Murphy III ha preso il sopravvento prima di lasciare il posto allo “spettacolo Alvarado”, il leader portoricano moltiplicando i tiri brillanti, segnando, passando e nel suo registro preferito, palloni rubati!

Dopo un primo atto a senso unico, i locali sono poi passati in vantaggio di 20 punti, senza che gli Spurs potessero rispondere (37-17). Gli Spurs riescono però a pareggiare i conti nei due quarti successivi, affidandosi prima dell’intervallo al trio Jones-Richardson-Sochan (65-46), poi a Jakob Poeltl e Devin Vassell senza dimenticare il Johnson-Collins a fine partita. il terzo quarto (94-75).

Poi, quando non ce lo aspettavamo più, San Antonio ha attaccato l’ultimo atto con un 10-0 con Stanley Johnson ancora in sintonia e una gradita tripla di Doug McDermott (94-85). I Pelicans avrebbero potuto sussultare, ma CJ McCollum ha tirato fuori di nuovo tutte le fermate con una serie di 10 punti, vale a dire tre missili da 3 punti, uno dei quali era difettoso! Che tornare a +17 e vedere arrivare con serenità (106-89), tanto più che il vecchio blazer era lì a spingere i texani al minimo tentativo di rimonta.

Jose Alvarado da lontano e Jaxson Hayes in schiacciata mettono fine a questo incontro vinto 126-117 da New Orleans.

COSA DEVI RICORDARE

Fine serie per i Pelicans. La serie di quattro sconfitte che si è abbattuta su New Orleans aveva quasi minato l’ottimo inizio di stagione degli uomini di Willie Green. La posta in gioco di questo match era dunque tutt’altro che banale, visto che ha permesso alla franchigia della Louisiana di rimontare le due leader della Western Conference, Denver e Memphis, con 19 vittorie.

Il cuore degli Spurs. Quante squadre sarebbero scese a -20 dopo 12 minuti? Se hanno lasciato lo Smoothie King Center con un’altra sconfitta, gli Spurs hanno mostrato carattere livellando il gioco nel terzo quarto e vincendo gli altri due! Meglio, sono addirittura tornati a -8 a quattro minuti dalla fine, fino ai fuochi d’artificio di CJ McCollum.

TOP/FLOP

CJ McCollum. Partita da playoff per lui visto che ha iniziato col botto con tre missili da 3 punti e ha dato la copertura nell’ultimo atto con una sequenza da 10 punti. Un punto di riferimento costante su cui New Orleans ha potuto poggiare. Una partita che gli farà molto bene, la sua migliore della stagione…

Jeremy Sochan. Difficile trovare punti positivi su Jeremy Sochan dalla ripresa, al di là di un’aggressività ancora mal contenuta e di percentuali di successo che suggerivano più abilità per le tinte per capelli che per il tiro. Va comunque riconosciuto che anche ieri sera ha lottato bene, e che è stato premiato con 23 punti (di cui 12 nel secondo quarto), 9 rimbalzi e 6 assist. Chiaramente la sua miglior partita dall’inizio della stagione.

La coppia Jones-Murphy III. Perché i due giocatori complementari avranno un ruolo importante nel successo o meno dei Pelicans in questa stagione. Ieri sera hanno brillato nel loro ruolo e hanno permesso alla gente del posto di diversificare la loro minaccia offensiva. 12 punti per Herb Jones, 15 per Trey Murphy III ma un contributo che va ben oltre le righe delle statistiche.

⛔️Devin Vassell. Secondo capocannoniere degli Spurs dietro Keldon Johsnon (infortunato), il terzino ha lottato con il suo tiro tutta la sera per finire a 4/13 compreso 1/6 da 3 punti. Anche San Antonio non poteva contare sul suo tiratore regolare, Doug McDermott, 1/5 dietro l’arco da parte sua.

IL SEGUENTE

New Orleans (19-12): “back-to-back” per i Pelicans che si recano all’OKC stasera (2:00).

Sant’Antonio (10-21): gli Spurs giocano anche stasera, vicino a Orlando (01:00).

Nuova Orleans / 126 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF O D T Pd Fte Int B p Ct +/- Pt Valutazione
H. Jones 34 4/8 2/4 2/2 1 2 3 2 2 2 2 1 +16 12 14
N. Marshall 25 3/6 1/2 0/0 2 3 5 2 3 0 2 0 +3 7 9
J. Valanciunas 26 6/14 0/2 4/4 5 5 10 1 5 1 2 0 +10 16 18
C. McCollum 37 14/27 7/14 5/5 1 7 8 9 1 1 5 2 +23 40 42
T.Murphy III 28 5/8 1/3 4/5 0 4 4 1 4 2 0 0 +7 15 18
G. Tempio 2 0/1 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -6 0 -1
W. Hernangomez 22 3/6 0/1 7/7 4 3 7 5 5 1 4 2 -1 13 21
J. Hayes 12 3/4 0/1 0/0 1 2 3 0 1 0 1 0 -9 6 7
D.Graham 9 1/2 1/2 3/4 1 0 1 1 0 0 0 0 -8 6 6
J.Alvarado 25 4/11 1/4 0/0 1 1 2 3 1 3 0 0 +10 9 10
D.Daniels 20 1/4 0/1 0/0 0 3 3 1 2 0 1 0 0 2 2
Totale 44/91 13/34 25/27 16 30 46 25 24 10 17 5 126 146
Sant’Antonio / 117 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF O D T Pd Fte Int B p Ct +/- Pt Valutazione
J.Sochan 31 7/14 2/4 7/10 6 3 9 6 1 1 2 0 -14 23 27
J. Poeltl 22 6/9 0/0 1/1 1 3 4 1 4 1 2 0 -4 13 14
T. Jones 28 7/12 1/3 4/4 0 2 2 3 2 0 2 0 0 19 17
D. Vassell 30 4/13 1/6 1/1 0 9 9 5 1 3 2 0 -18 10 16
R.Langford 18 1/1 0/0 0/0 1 1 2 0 5 1 2 0 -2 2 3
I.Roby 4 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 1 0 0 0 +4 0 0
Z. Collins 18 2/6 0/0 2/2 1 1 2 2 3 0 0 0 -13 6 6
D.McDermott 17 2/8 1/5 0/0 1 3 4 1 0 0 1 0 -10 5 3
S Johnson 13 4/5 1/2 3/4 0 4 4 2 1 1 1 2 +13 12 18
K. Bates-Diop 9 1/3 0/0 2/2 1 0 1 0 1 0 0 0 -1 4 3
C. Bassi 8 0/2 0/0 0/0 2 2 4 0 1 1 3 0 +8 0 0
J. Richardson 21 5/11 2/5 2/3 1 2 3 3 2 0 1 0 -2 14 12
signor Branham 21 4/6 1/3 0/0 0 0 0 0 2 0 1 0 -6 9 6
43/90 28/9 22/27 14 30 44 23 24 8 17 2 117 125

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}