• Home
  • Clermont-MHR: George Bridge finalmente sul ponte, ritratto della nuova ala tutta nera del Montpellier

Clermont-MHR: George Bridge finalmente sul ponte, ritratto della nuova ala tutta nera del Montpellier

0 comments

L’esterno tutto nero George Bridge giocherà la sua prima partita con l’MHR contro l’ASM Clermont-Auvergne questo sabato 3 dicembre, una partita che conta per la 12a giornata della Top 14.

Non ha l’aspetto da discoteca di un René Ranger, la brillante nonchalance di Timoci Nagusa o le dimensioni mastodontiche di Nemani Nadolo, le ultime tre ali stellari dell’MHR. No, lì, i sostenitori di Clermont, i primi popoli della Top 14 da scoprire Ponte Giorgio, troverà un ragazzo più vicino alla persona media che al traslocatore delle Fiji. Solo che dietro questa spietata normalità si nasconde forse il pizzico di follia, lo Zach Mercer della trequarti di Montpellier. Quello che mancava ai campioni di Francia.

Non è per insultare Gabriel Ngandebe, Vincent Rattez, Julien Tisseron o anche Ben Lam a scrivere queste righe, soprattutto per le prime tre, estremamente sollecitate in queste ultime due stagioni e sempre presenti. Tanto più che, come ha sottolineato il loro allenatore Jean-Baptiste Elissalde, l’arrivo del Bridge “farà progredire i ragazzi con cui gareggia” e “non è perché è un All Black che giocherà”.

George Bridge in numeri

Misure : 1,86 m, 95 kg.
19 selezioni con i Neri.
1 partecipazione ai Mondiali (2019).
12 processi internazionali.
82 partite con i Crusaders per 37 prove.
1 partita con i barbari britannici (2022).

Quale stato d’animo?

Ma l’ala, sbarcata dai Crusaders, dovrebbe portare una nuova dimensione all’attacco dell’Hérault. Il suo profilo è completo, plasmato dall’altissimo livello. “Può giocare da esterno, centro, terzino e ha anche dato una mano in apertura. Ha un background importante nel rugby. Poi quando hai un giocatore con diverse selezioni per gli All Blacks (19), sai che puoi contare su le sue capacità”, assicura Elissalde, che ha aspettato due settimane e mezzo prima di rilasciare il suo nuovo innesco.

È dunque contro il Clermontois, su una dinamica triste di tre sconfitte consecutive, che l’esile esterno (1,86 m, 95 kg) dalle grandi bussole scoprirà le gioie della Top 14. “Deve rendersi conto della durezza e dell’amarezza del campionato. È una maratona. Loro (i neozelandesi), giocano 11-12 partite all’anno e hanno un periodo di preparazione molto lungo. Sono tre settimane di preparazione e fuoco per dieci mesi”, scherza JBE.

In che stato d’animo si trova? Vuole essere competitivo e vincere cose?

L’allenatore dell’Hérault ha già informato il suo nuovo giocatore. Il contesto, il campionato, il piano di gioco, le ambizioni… Nel corso di un’intervista durata più di un’ora, con Jan Serfontein come perfetto interprete, Elissalde gli ha illustrato le linee principali.

Lui ei dirigenti del Montpellier avranno anche un occhio di riguardo sull’integrazione di George Bridge. Perché le avventure degli All Blacks al MHR (Cruden, Ranger, Marshall…) hanno avuto alterne fortune. Le acrobazie erano più visibili sul piano di marketing che sul campo. “In che stato d’animo è? Vuole essere un concorrente e vincere cose? O scoprire la Francia, il sole e la Costa Azzurra?” chiede l’ex mediano di mischia. “Penso che possa fare entrambe le cose.”

In attesa che il suo connazionale Karl Tu’inukuafe, anche lui rookie MHR tutto nero di punta, si rimetta in piedi, è George Bridge, questo sabato, che sarà sul ponte di Clermont.

Gli All Blacks su MHR

  • Giustino Marshall. Mediano di mischia, 81 selezioni, 11 partite all’MHR (2008-2009).
  • René Ranger. Esterno o centro, 6 selezioni, 38 partite (dal 2013 al 2015).
  • Tom Donnelly. Seconda linea, 15 selezioni, 25 partite (2014-2016).
  • Antonio Tuitavake. Centro o esterno, 6 selezioni, 72 partite (2013-2016).
  • Jamie Mackintosh. Pilastro, 1 cap, 4 partite (stagione 2015-2016).
  • Jarrad Hoeata. Seconda linea, 3 selezioni, 9 partite (2017-2018).
  • Aron Cruden. Tempo volato, 50 selezioni, 47 partite (2017-2019).

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}