CMA-CGM, molto più di uno sponsor

Cosa c’è dopo questo annuncio

La scorsa settimana, l’Olympique de Marseille ha formalizzato un accordo di sponsorizzazione che non è passato inosservato. ” Il gruppo CMA-CGM e l’Olympique de Marseille sono lieti di annunciare che il gruppo CMA-CGM sarà il prossimo partner principale dell’Olympique de Marseille. Il Gruppo CMA-CGM, main partner di OM dalla stagione 2023-2024. Il gruppo CMA-CGM, attore globale nelle soluzioni marittime, terrestri, aeree e logistiche, diventa il partner principale dell’Olympique de Marseille dal 1° luglio 2023 per due stagioni. “, si legge in apertura del comunicato ufficiale del club.

Niente di speciale dici. Ma la Compagnie maritime d’affretement – Compagnie Générale Maritime (CMA-CGM) -, presieduta da Rodolphe Saadé, è un attore importante nel territorio marsigliese, il più grande fornitore di posti di lavoro per la città da un lato, e per il mondo dell’ altro. Dal momento che è uno dei tre principali attori con la danese AP Møller-Mærsk e la cinese Mediterranean Shipping Company. Oltre a questo, l’armatore francese ha stretto una partnership strategica con Air France che potrebbe portare CMA-CGM a controllare fino al 9% del gruppo aereo. Rodolphe Saadé è anche la quinta potenza finanziaria in Francia secondo la classifica Challenge nel 2022 con 36 miliardi di euro.

OM e CMA-CGM, partner importanti

Da allora si è diffusa la notizia del tracollo di Cazoo, finora partner di maglia dell’OM, ​​che ha dato circa nove milioni di euro in due anni di parte fissa. Secondo le nostre informazioni, le trattative tra i focesi e uno dei leader nel trasporto marittimo con un giro d’affari di 19,5 miliardi di dollari nel secondo trimestre del 2022 (cioè un utile doppio di circa 7,6 miliardi di dollari), una cifra colossale, che è aumentata in modo esponenziale dal Covid, sono stati avviati la scorsa estate.

Le cifre per questa partnership strategica non sono state ancora comunicate, ma secondo le nostre informazioni sarebbero un po’ più alte di quanto Cazoo stava pagando. E per una buona ragione, è una vera alleanza quella che OM ha appena suggellato. ” CMA-CGM sarà presente sulla parte anteriore delle maglie di tutte le squadre dell’Olympique de Marseille e sarà visibile anche all’interno dell’Orange Vélodrome, presso il centro di formazione Robert Louis-Dreyfus “La Commanderie”, presso l’OM Campus e sui media e ecosistema digitale. In qualità di partner principale dell’Olympique de Marseille, CMA-CGM accompagna un’intera generazione di giocatori, il più vicino possibile al campo. Questa partnership coinvolgerà tutte le componenti del Club, dalle squadre giovanili, dal centro di formazione alle squadre professionistiche femminili e maschili. “, è indicato. Qualcosa che non si vedeva da molti anni all’OM. Né Orange, né Uber Eats, né Cazoo erano arrivati ​​a tanto.

Il CMA-CMG sarà intransigente

Una buona idea, ma che darà lavoro agli OM visto che al CMA-CGM prestiamo grande attenzione anche alla segnaletica, ad esempio la dimensione del font del display al Vélodrome o al Campus, gli orari in cui il nome del gruppo verrà da mostrare, che era l’ultima delle preoccupazioni di Cazoo, ma su cui il suo successore si sta già dimostrando intransigente.

Inoltre, le due fondazioni si accoppiano anche di volta in volta ed è in questo ambito che la CMA-CGM dovrebbe mettere le maggiori risorse: ” la Fondazione CMA-CGM e la Fondazione OM collaboreranno inoltre per sostenere iniziative sociali e di solidarietà legate all’educazione e rivolte ai giovani. Insieme, CMA-CGM e Olympique de Marseille stanno avviando una partnership costruita sulla passione, con Marsiglia al centro ».

OM è molto orgoglioso

Un motivo di orgoglio per Pablo Longoria: “ siamo molto contenti di questa collaborazione. Perché si tratta di un’istituzione importante nella città e nel tessuto economico locale. Abbiamo detto che volevamo fare un progetto importante per Marsiglia, importante per il territorio. Avere il supporto di CMA-CGM e che credano in ciò che facciamo quotidianamente nei cambiamenti che riteniamo siano positivi per il club è importante per il club. È un supporto che riteniamo molto importante, per trovare al nostro fianco persone importanti nell’economia del territorio. Questa è un’ottima notizia e siamo molto felici di avere CMA-CGM al nostro fianco perché è una partnership, ma invia anche un messaggio forte a livello locale. Lavoreremo molto per lo sviluppo delle attività in città. Non abbiamo parlato solo del mondo dello sport, ma anche del mondo dell’istruzione a Marsiglia, ma anche di tutti gli sviluppi che si possono fare a Marsiglia attorno alle diverse fondazioni. È molto interessante per noi. Cazoo, ovviamente, è uscito dalla sponsorizzazione, come hanno comunicato, l’abbiamo vista come un’opportunità per cercare persone che credono nel progetto, in quello che facciamo quotidianamente. Con CMA-CGM abbiamo trovato non solo uno sponsor, ma un partner per poter sviluppare progetti reali attorno al calcio. Questo è qualcosa che siamo molto orgogliosi di poter avere con noi CMA-CGM ed è un messaggio forte per Marsiglia ».

Inevitabilmente, con questo tipo di notizie, vediamo risorgere ovunque le voci di una cessione del club. Da un lato perché Rodolphe Saadé è più pubblicizzato da tempo, ma anche perché è un attore locale che sta ingrassando. Di recente, infatti, è riuscito ad acquistare il giornale Provenza per la bella cifra di 81 milioni di euro quando il suo principale avversario in questa vicenda, Xavier Niel, pensava che venti milioni sarebbero stati più che sufficienti per completare questo dossier. Questo non è bastato e dopo un leggero intervento presidenziale, il proprietario di Paris-Turf ha gettato la spugna sul giornale di cui possedeva l’11%. Data l’ascesa dell’uomo d’affari, la scorciatoia era facile da fare. Il principale interessato, al microfono di Francia Inter, ha anche negato qualsiasi desiderio di acquistare OM.

La cessione spazzata via da Saadé e Longoria

« No. La mia intenzione è mettere in atto questa partnership, svilupparla con OM e penso che abbia molto senso. Per OM, è una partnership strategica che stiamo creando e penso che sia sufficiente. “, ha lasciato andare freddamente. Stesso suono di campana al fianco di Pablo Longoria in una conferenza stampa questo martedì al Robert Louis-Dreyfus Training Center.

« Non è mai rilevante, è piuttosto il contrario. Lavoriamo con la nuova struttura, il Consiglio di Sorveglianza, che assomiglia sempre di più alla gestione quotidiana del club. Ieri si parlava di un progetto quinquennale. Come svilupparsi bene per arrivare al 2024, che sarà un punto di svolta nel calcio internazionale con le nuove distribuzioni delle competizioni europee e nel caso del calcio francese con una nuova distribuzione dei diritti tv. Non è mai rilevante e non so perché nel mondo di oggi abbiamo questo bisogno permanente di far passare tutti i messaggi senza controllare o cercare di creare polemiche alimentate dai social network. Il messaggio è chiaro: non c’è niente. È proprio il contrario. Dobbiamo ringraziare CMA-CGM per la fiducia che ci hanno dato per diventare uno dei principali partner del club, ma la vendita non è prevista. “Un messaggio non potrebbe essere più chiaro dal presidente dell’OM.

Al di là della riluttanza ufficiale di Rodolphe Saadé ad acquistare OM, ci sono altre spiegazioni. Qualche settimana fa, quando già all’interno della torre CMA-CGM si discuteva di questa partnership, si pensava anche a una possibile futura acquisizione. L’opzione ancora una volta ha spazzato le alte sfere. Si temono in particolare straripamenti, in caso di riscatto e scarsi risultati, danni alla torre, attualmente protetta da una squadra di vigilanza fine, ma che non potrà far fronte in caso di straripamenti su larga scala, ma anche impegnare in un investimento irrazionale, che non è il tipo di casa. Per ora, quindi, e senza essere fittizi, CMA-CGM è un partner, più che uno sponsor, ma non lo sarà necessariamente di più nei mesi o negli anni a venire.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *