• Home
  • Coppa dei Campioni – Antoine Dupont (Tolosa): “Dobbiamo essere soddisfatti di quanto ottenuto nella fase a gironi”

Coppa dei Campioni – Antoine Dupont (Tolosa): “Dobbiamo essere soddisfatti di quanto ottenuto nella fase a gironi”

0 comments

Anche se lo Stade Toulousain ha chiuso a un solo punto dal primo posto nel proprio girone dopo il successo senza bonus contro il Munster (20-16), il capitano Antoine Dupont vuole mantenere il corso impeccabile della sua squadra ed evacuare ogni possibile frustrazione, prima di unirsi al XV di Francia per prepararsi al Torneo.

Cosa ti ha ispirato Le avversità di Munster ?
Questa squadra è rimasta in quello che padroneggia e nella mentalità che la conosciamo, di non mollare, nonostante un ottimo inizio da parte nostra. Abbiamo impiegato molto tempo per segnare, per batterli. Anche se gli irlandesi stavano perdendo terreno, erano ancora al loro posto e continuavano a salire, ad essere aggressivi. A poco a poco, il dominio si è invertito un po’. Eravamo in posizione difensiva ma abbiamo commesso troppi errori, il che ha permesso loro di tornare dalla nostra parte e segnare mete con troppa facilità. All’arrivo ci ritroviamo con un punteggio serrato per tutto il match, da vincere sul filo del rasoio.

Arrivi secondo nel girone, per un punto. C’è un assaggio di incompiuto?
Possiamo sempre fare meglio ma dobbiamo anche essere soddisfatti di quanto fatto. La squadra ha vinto le sue quattro partite di girone e il bilancio è più che positivo. Anche se ci saranno cose da recriminare nel terreno di gioco e nella disciplina. Questo ci è costato di più e li ha tenuti in gioco. Siamo stati sfidati per i palloni in rucks e abbiamo perso il ritmo del gioco. Siamo passati dalla mischia alle hit, e loro erano forse più a loro agio di noi in questo scenario. Era ancora una grande squadra e, quando viene punto, risponde. Dal 30′ ha reagito.

A volte abbiamo avuto l’impressione che vi mancassero soluzioni di fronte alla difesa irlandese. Come mediano di mischia, l’hai sentito anche tu?
Sì, anch’io ho avuto quella sensazione. In ogni caso, ho avuto l’impressione che a volte fossimo un po’ divisi in due, che non giocassimo tutti nella stessa direzione. Ci mancava quindi in particolare il supporto e li abbiamo messi in una certa comodità difensiva. È capitato, in diverse occasioni, che siano in eccesso ed è più facile difendersi così.

All’intervallo eri indeciso tra vincere o puntare al bonus e quindi al primo posto?
No, puntavamo già alla vittoria e non avevamo il conforto di parlare d’altro. Volevamo anche rispettare questa squadra del Munster che ci ha sfidato. Vincere era l’obiettivo principale.

Che si tratti di Thomas Ramos nella prima parte della stagione o di Melvyn Jaminet nelle ultime due partite, il successo dei tuoi marcatori è una costante nei grandi eventi…
Sicuro. Ci sono stati rigori complicati ma riusciti nei momenti chiave della partita. Questo ti permette di avere sempre aria. Conosciamo l’importanza di segnare punti con i piedi, che siano rigori o drop, anche nelle fasi finali. Quindi, se riusciamo a mantenerlo, sarà una buona cosa.

Riceverai i Bulls negli ottavi di finale. Cosa ne pensi?
Lo abbiamo imparato e avremo tempo per prepararlo, per preparare bene questa partita. Ovviamente è una squadra che non siamo abituati ad affrontare. Diciamo a noi stessi che è meglio riceverlo che trasferirsi. A questo proposito, non è già male.

I Bulls di Wandisile Simelane saranno i prossimi avversari del Tolosa in Coppa dei Campioni.

I Bulls di Wandisile Simelane saranno i prossimi avversari del Tolosa in Coppa dei Campioni.
Icona Sport – Icona Sport

Si passa alla preparazione del Torneo 6 Nazioni con la XV di Francia. In che stato d’animo ti trovi?
Sono sempre momenti speciali quelli in cui esci dal club per andare alla selezione. Ma è meglio partire con un buon piazzamento in Top 14 e in Coppa dei Campioni. La squadra è fiduciosa, tutti hanno giocato e sono stati all’altezza della situazione, semaforo verde per la società, con due ricezioni in arrivo e fondamentali. Per coloro che se ne vanno, è bello avere questa settimana di preparazione per riprendere il ritmo delle cose e tornare alla normalità.

Cosa ti aspetti da questo Torneo?
Il sorteggio quest’anno è tosto, con tre trasferte. Soprattutto da quando abbiamo vinto la competizione l’anno scorso e dobbiamo assumerci questo status. Ci aspettiamo ma la dinamica è positiva e non dobbiamo fermarci, soprattutto sul gioco, perché gli altri ci stanno guardando bene.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}