Coppa del Mondo di Rugby League femminile: Francia e le sue otto catalane contro la Nuova Zelanda

La XIII di Francia femminile e le sue otto catalane a referto debutteranno ai Mondiali questo mercoledì 2 novembre a York (ore 18), con uno scontro contro il neozelandese Kiwi Ferms, tra i migliori giocatori del mondo , Raecene McGregor.

Dopo due anni di preparazione, tanti stage, due gare di preparazione contro Inghilterra (30-10 e 42-18 sconfitte) e Brasile (vittoria 16-4), la XIII di Francia si è seriamente preparata alla scadenza mondiale. Il gruppo azzurro, composto dalle due migliori squadre del mondo (Australia e Nuova Zelanda) e dalle Isole Cook, lascia loro pochissime possibilità di qualificazione. Ma la preparazione considerata ottimale dagli eletti che hanno messo al livello della preparazione i mezzi finanziari, porta all’ottimismo in termini di prestazioni. A partire da questo mercoledì a York, contro i Kiwi Farms. Una selezione dove c’è un solo finalista dell’ultimo campionato tra Newcastle e Parramatta con il centro di tre quarti Shanice Parker, molti dirigenti della competizione professionistica, ma anche giocatori del campionato amatoriale.
La dirigenza della squadra francese guidata da Vincent Baloup intende sfruttare il lavoro svolto per molti mesi in termini di stato d’animo e di contenuti. Alice Varela ed Élisa Ciria avranno le chiavi dell’operazione di resistenza che Les Bleues dovranno svolgere per ottanta minuti. E per fare questo, lo staff si affiderà a otto giocatori appartenenti al club delle Dee dei Draghi Catalani. Élisa Akpa (vice-capitano), Fanny Ramos, Leïla Bessahli, Zoé Pastre-Courtine, Margot Canal e Cristina Song-Puche inizieranno la partita, mentre Élodie Pacull e Maylis Borak inizieranno in panchina. Mélanie Bianchini, infortunata in allenamento, è deceduta, mentre Anaïs Fourcroy è diciottesima. La sua partecipazione dipende dal pacco o meno di Biville (incerto). L’Audoise Lauréane Biville, campionessa di Francia con Lescure e che ha trascorso l’estate al Wigan è una delle leader del girone, ma soprattutto capitano della difesa e che questa sera avrà una grande sfida da raccogliere nell’evento di partecipazione.

Les Bleues di Margot Canal (a sinistra), Cristina Song-Puche e Elodie Pacull?  prima di Samoa - Francia domenica scorsa a Warrington.

Les Bleues di Margot Canal (a sinistra), Cristina Song-Puche e Elodie Pacull? prima di Samoa – Francia domenica scorsa a Warrington.
L’Indipendente – FFR XIII

Leggi anche:
XIII di Francia femminile: undici catalane selezionate per i Mondiali

Prima di pensare al pezzo grosso del gruppo, l’Australia (domenica alle 20:30) e le Isole Cook (giovedì 10 novembre), le francesi sono determinate a soddisfare le aspettative di tutti. I Bleues sanno dove metteranno piede questo mercoledì e misurano il distacco che li separa dagli avversari. Ma il lavoro di coesione, quello svolto in video in relazione al loro vis-à-vis e alla strategia di gioco messa a punto dallo staff, deve permettere alle francesi di posizionarsi bene. “La voglia, il coraggio e l’orgoglio di esserci sono nostri alleati. La solidarietà che c’è in questo gruppo deve essere la nostra forza trainante e dobbiamo solo esserci”, ha testimoniato la seconda fila Elisa Akpa, installata sugli spalti di Warrington domenica scorsa con le sue compagne prima di Samoa – Francia. Sta a quelli giocare adesso e rappresentare i propri colori con dignità e anche la propria disciplina.

Leggi anche:
Jonathan Bouelle: da Ille XIII alla squadra femminile francese

L’équipe : M. Samara – Canal, Pastre-Courtine, Biville, Song-Puche – (o) Ciria, (m) Varela (c) – Mansard, Ramos, Alvernhe – Akpa, Montsarrat – Bessahli.
Sostituzioni: D. Samara, Pacull, Borak, Kuresa, Fourcroy.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *