• Home
  • Da un “vincitore del gioco” all’ultimo secondo, DeMar DeRozan condiziona l’aria al Madison Square Garden!

Da un “vincitore del gioco” all’ultimo secondo, DeMar DeRozan condiziona l’aria al Madison Square Garden!

0 comments

La ricetta che mescola venerdì sera e Madison Square Garden continua a produrre scenari fantastici, da far arrossire i più grandi studi di Hollywood.

E purtroppo per i tifosi newyorkesi, sono stati i locali a rientrare negli spogliatoi dalla parte sbagliata del punteggio finale (118-117), il Knicks perdere su un “vincitore del gioco” di DeMar DeRozanche ha messo a segno un gran tiro pieno di compostezza con il fallo in testa alla racchetta, a 0,4 secondi dalla sirena finale.

Con questo tiro micidiale, l’ala del Tori venuto a rovinare la serata della sua controparte dei Knicks, RJ Barrettautore della sua miglior prestazione stagionale, e più in generale della sua seconda miglior prestazione in carriera nel “segnare” con 44 punti (più 7 rimbalzi e 4 assist).

Un risultato degno della qualità dell’incontro, assolutamente avvincente ed emozionante, segnato da un enorme ritmo offensivo e poca intensità difensiva da entrambe le parti (49% sui tiri di cui 45% da dietro l’arco per Chicago, 50% e 46% per New York), durante la quale la differenza massima, per parte, è stata di soli 8 punti.

Questa è la seconda battuta d’arresto consecutiva per gli uomini di Tom Thibodeau, che stanno vivendo un leggero rallentamento dopo la bella serie di otto vittorie consecutive. Per quanto riguarda la truppa di Billy Donovan, in realtà è la dinamica opposta, visto che i Bulls hanno vinto la terza partita di fila, dopo essere stati vicini a una crisi interna la scorsa settimana, dopo una pesante sconfitta contro questi stessi Knicks.

COSA DEVI RICORDARE

Una performance di riferimento per RJ Barrett. Se il suo record è di 46 punti, la scorsa stagione contro gli Heat, questa prestazione contro Chicago sarebbe stata chiaramente la migliore di tutta la sua carriera se la vittoria ci fosse stata. Perché RJ Barrett forse non è mai stato così pulito durante un match in carriera come questa sera. I numeri sono pazzeschi: 44 punti su 14/20 sui tiri di cui 6/6 da dietro l’arco, 10/13 sui liberi, 7 rimbalzi e 4 assist. Unica ombra sul tabellone, comunque consistente: 6 palle perse. Ma nel complesso, il canadese è stato grandioso, con una prestazione XXL che conferma una continua ascesa di potere dall’inizio di dicembre.

Jalen Brunson ha tremato, non DeMar DeRozan. Un piccolo flashback di qualche ora per riprendere il ritmo delle cose. Con 6 secondi rimasti sul pavimento del Madison Square Garden, i Knicks sono in vantaggio per 117-116 con due tiri liberi in arrivo per Jalen Brunson. Con un successo dell’89% nell’esercizio in questa stagione, il leader ha l’opportunità di portare il divario a +3 prima dell’ultimo possesso dei Bulls. Pochi secondi dopo, i Knicks hanno perso dopo un tiro all’ultimo secondo di DeMar DeRozan. Nel frattempo, l’ex Mavericks ha mancato i suoi due tentativi sulla linea di riparazione, quando “Deebo” non ha tremato in testa alla racchetta. Crudele per Jalen Brunson, nonostante sia autrice di un match consistente (12 punti e 9 assist).

TOP/FLOP

Il trio dei Tori. All’intervallo, Zach LaVine, DeMar DeRozan e Nikola Vucevic avevano segnato 38 dei 58 punti dei Bulls. Alla fine della partita, 79 punti su 118. Basti pensare che il trio ha portato la squadra dall’inizio alla fine, il secondo (25 punti, 7 rimbalzi e 10 assist) si è occupato di offrire alla vigilia di Capodanno un regalo avvelenato a “MSG” negli ultimi istanti. E se Zach LaVine è arrivato capocannoniere della sua squadra, con 33 punti su un bel 12/22, è stato Nikola Vucevic a siglare la migliore prestazione con una consistente doppia-doppia, a 21 punti e 12 rimbalzi. La chimica non è sempre ottimale sul campo tra questi tre giocatori, che a volte si accontentano di seguirsi a vicenda in fasi di isolamento, e anche la loro difesa non è trascendente, ma comunque, beneche sono riusciti a trovare le soluzioni per guidare i loro verso un successo significativo visto il loro ritardo nella classifica della Eastern Conference.

Giulio Randle. Poco da segnalare per “Ju”, al forno e al mulino per i suoi (29 punti, 10 rimbalzi e 3 assist e anche 2 stoppate). Piccolo rammarico lo stesso sui tiri liberi, 2/5 nell’esercizio per lui. Ma nel complesso, partita fortissima, in staffetta di un incandescente RJ Barrett.

Emanuele Quickley. Il sesto uomo dei Knicks è molto bravo in questo momento, ancora incisivo nei suoi inserimenti. In 21 minuti ha portato 15 punti, 3 rimbalzi e 3 assist, per un +11 +/-, il migliore della partita.

⛔️ Quentin Grimes. L’uomo titolare nelle otto vittorie consecutive dei Knicks per tutto il mese di dicembre, la guardia allenata da Kansas-Houston ha saltato la partita precedente contro i Raptors per uno spavento alla caviglia. Tornato nei cinque maggiori, non è riuscito a trovare il ritmo, e questo si è sentito soprattutto sui tiri (3/11). La sua difesa è rimasta comunque equilibrata, un male minore in una serata per lui complicata.

⛔️ I Knicks sprecano ai tiri liberi. Una sconfitta di un punto piccolo alla fine, e 11 tiri liberi sbagliati in tutta la partita (15/26). L’esito dell’incontro non si riduce esclusivamente a questo terribile rapporto per i Knicks, visto che erano ancora in testa fino all’ultimo di DeMar DeRozan, ma probabilmente è difficile pensare ad altro a posteriori, per il club e il loro fan. Un tiro in più ha mandato la partita ai tempi supplementari, due sono bastati per la vittoria… Immaginiamo che Tom Thibodeau annuncerà i tempi supplementari sulla linea di riparazione al prossimo allenamento dei Knicks.

IL SEGUENTE

Nuova York (18-15): Ricevimento dei 76ers per il giorno di Natale, domenica (18:00)

Chicago (14-18): ricevimento dei Razzi, nella notte dal lunedì al martedì (02:00)

New York / 117 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF O D T Pd Fte Int B p Ct +/- Pt Valutazione
J. Randle 38 22/11 5/10 2/5 2 10 12 3 2 1 1 2 -9 29 32
signor Robinson 29 1/3 0/0 0/0 3 3 6 1 3 0 0 0 -9 2 7
J Brunson 38 5/15 1/3 1/4 1 3 4 9 0 0 1 0 -7 12 11
R.Barrett 39 14/20 6/6 13/10 1 6 7 4 5 0 6 0 -1 44 40
D. Grimes 36 3/11 2/8 0/2 1 2 3 1 4 0 2 1 -12 8 1
Io Hartenstein 19 2/2 1/1 0/0 1 6 7 0 3 0 0 1 +8 5 13
J. Sims 10 0/0 0/0 0/0 2 3 5 0 0 1 0 0 +8 0 6
Signor McBride 10 1/3 0/2 0/0 0 0 0 2 0 0 0 0 +6 2 2
I. Quickley 21 6/10 1/5 2/2 1 2 3 3 0 0 0 0 +11 15 17
43/86 16/35 15/26 12 35 47 23 17 2 10 4 117 129
Chicago / 118 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF O D T Pd Fte Int B p Ct +/- Pt Valutazione
P.Williams 37 3/8 1/2 0/0 2 5 7 2 1 1 1 1 +3 7 12
D. DeRozan 37 9/21 1/3 6/7 0 7 7 10 5 2 0 1 +2 25 32
N. Vucevic 39 8/16 3/7 2/2 3 9 12 2 3 1 1 0 +9 21 27
Z. LaVine 37 22/12 4/9 5/5 1 3 4 3 4 1 0 0 +3 33 31
A. Dosunmu 33 4/8 1/2 0/0 0 3 3 6 4 1 1 2 +9 9 16
A. Drummond 20 3/7 0/0 0/2 5 3 8 0 2 0 0 0 -10 6 8
G. Dragico 18 3/6 2/4 1/2 0 0 0 1 0 0 0 0 0 9 6
C. Bianco 19 3/5 2/4 0/0 0 0 0 0 3 0 1 0 -11 8 5
45/93 14/31 14/18 11 30 41 24 22 6 4 4 118 137

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}