Dal 1 gennaio 2023 le regole del golf stanno cambiando

Una (e una sola) nuova regola

Devi ricordare il ultima evoluzione ufficiale delle regole del gioco del golf, entrato in vigore il 1° gennaio 2019. Aveva, tra le altre cose, permesso di mettere con la bandierina in buca, modificato il gesto del drop, o addirittura rinominato gli ostacoli “zone di rigore”. Per chi di voi è ancora in procinto di digerire queste regole, niente panico: i cambiamenti che entreranno in vigore il 1° gennaio 2023 sono molto meno numerosi e riguardano fasi di gioco molto più specifiche.

In primo luogo, in questi sviluppi annunciati lunedì dal Reale e Antico (R&A) et al Associazione di golf degli Stati Uniti (USGA), i due organi regolatori del gioco, ci saranno, in senso stretto, solo una nuova regola. Le altre disposizioni sono solo modifiche di regole già esistenti. Questo nuovo arrivato sarà d’ora in poi conosciuto come la Regola 25 del Gioco del Golf. Consentirà semplicemente di integrare le modifiche necessarie per la pratica del golf da parte di giocatori con disabilità. Gli organizzatori di gare di paragolf, ad esempio, non dovranno più emanare regole locali per consentire lo svolgimento del loro evento in condizioni buone ed eque.

Niente più brutte sorprese sulle gocce

Immaginare. La tua palla ha appena terminato il suo percorso in un’area di rigore rossa (scusate per voi, coraggio…), la lasciate cadere entro due bastoni dal punto di ingresso, tornate nella vostra sacca per prendere la vostra mazza, e tornate per scoprire che la vostra palla, immobile quando ha lasciato, è caduto in area di rigore. Dal 1 gennaio 2023 dovrai rimetterlo dov’era. La buona notizia è che non ti costerà alcuna sanzione. Questo esempio parla di un’area di rigore rossa, ma qualsiasi tipo di sollievo, in quanto la palla si sposta da un’area all’altra del campo sotto l’effetto di “forze naturali”. Una regola che avrebbe voluto applicare Rickie Fowlernel 2019 a Aperta la gestione dei rifiuti Phoenix :

Un’altra modifica riguarda le cadute all’indietro nella linea tra la palla (o il punto di ingresso in area di rigore) e l’asta della bandiera. Questo è semplicemente un ritorno a ciò che era in vigore prima del 2019: un giocatore che sceglie questa opzione lascia semplicemente cadere la palla su questa linea, assicurandosi che rimanga entro la lunghezza del bastone dal punto in cui tocca il suolo in tutte le direzioni. Probabilmente non è stata la tua abitudine negli ultimi quattro anni, ma la regola era che dovevi prima definire e materializzare una zona di lancio prima di lasciare cadere la palla. Quindi è quasi finita.

Fiori rotti e scorecard: più chiarezza

Lo stato d’animo generale della regola riguardante una mazza rotta accidentalmente è noto, ma la regola stessa mancava, per gradimento del RA e delUSGA, chiarezza. Questo non sarà più il caso il 1° gennaio. Se il tuo club si rompe inavvertitamente durante un round di gioco, ora ti sarà esplicitamente consentito sostituirlo, ripararlo o continuare a giocarci. Ma attenzione: tutto questo continuerà a esservi proibito se la rottura è intenzionale o frutto di un gesto umoristico.

Un altro sviluppo, probabilmente puramente formale in Francia, dove le cose già funzionano in questo modo: non ti sarà più richiesto di indicare il tuo handicap sul tuo score in una competizione di stroke play. Questa sarà la responsabilità del comitato. A proposito di scorecard, ora sarà consentito al comitato di una competizione di non squalificare un giocatore il cui cartellino non è firmato. Questo può essere sostituito da una penalità di due colpi. Ma attenzione: questa norma ha effetto solo se il comitato in questione decide di applicarla. Inoltre, alcune penalità verranno modificate da due colpi a un colpo, ad esempio per aver giocato una palla sostituita in modo errato.

Un nuovo regolamento… senza un libro

Le regole del gioco del golf così modificate saranno raccolte in una nuova edizione del libro ufficiale pubblicato il 1° gennaio dalla RA e ilUSGA (compresa una versione francese). Ma per preservare l’ambiente, si è deciso di non produrre una versione cartacea. Questa nuova edizione sarà quindi disponibile solo in forma digitale. E naturalmente, il prossimo anno come adesso, direttamente e facilmente accessibile sul sito e tutti i media digitali del Federazione francese di golf. L’edizione applicabile al 1 gennaio 2023 è già disponibile anche qui:

REGOLAMENTO DEL GOLF APPLICABILE DAL 1 GENNAIO 2023
11,1 MB

In sintesi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *