Devin Booker martirizza i Warriors dopo un incontro bollente!

Nei commenti, Reggie Miller e Candace Parker hanno continuato a ripetere che questo incontro non è stato per niente come una quarta partita della stagione regolare. Si sentiva chiaramente un profumo di playoff tra queste due squadre che avrebbero potuto affrontarsi nell’ultima finale di conference in Occidente. E quella notte, i Suns non si sono persi questo grande incontro e hanno schiacciato in regola i campioni in carica (134-105).

La partita ha ribaltato a favore dei locali, in vantaggio all’intervallo dopo un primo tempo molto offensivo (72-66), dal terzo quarto. Un periodo segnato da numerosi falli tecnici distribuiti e dall’espulsione di Klay Thompson (leggi sotto) di cui ha approfittato Phoenix per infilare un 11-0 in due minuti.

Con tutti gli incumbent bene nel loro registro, fatta eccezione per un Cam Johnson meno a suo agio con il suo tiro, i Suns hanno così allargato un sostanziale gap (105-86) prima di iniziare l’ultimo periodo. Hanno confermato queste buone impressioni, soprattutto in difesa per contenere i californiani, per gestire il loro vantaggio e addirittura peggiorarlo.

COSA DEVI RICORDARE

Un terzo quarto bollente! Per avere un’idea del livello di intensità di questo incontro, questo è il periodo da guardare. Non meno di… sette falli tecnici sono stati inflitti in questo quarto! Oltre alle sanzioni a Chris Paul o Deandre Ayton per aver impugnato un fischio, ricordiamo soprattutto la lite tra Devin Booker e Klay Thompson durata diversi minuti. Il secondo è stato particolarmente espansivo nei confronti del primo, fino a quando i due uomini non hanno finito per parlarsi petto contro petto, vale a dire un fallo T a ciascuno. Ma Klay, decisamente ribollente, ha continuato a brontolare e ha preso una seconda sanzione con passo deciso, sinonimo di espulsione. Una prima carriera per lui!

Attacco a museruola dei Warriors nel secondo tempo. Anche in questa stagione, i Warriors non sono stati in grado di dare il gas nel terzo quarto, cosa che adorano. Dare la colpa a una difesa dei Suns molto seria, come le linee tagliate da Mikal Bridges o le continue molestie di Stephen Curry. Gli ospiti hanno faticato a realizzare buoni tiri nella ripresa, chiudendo il secondo tempo con appena 39 punti. Un totale che contrasta con i 37 punti segnati… nel solo secondo quarto.

Il grande divario nei tiri liberi. Stephen Curry alza le braccia al cielo dopo un tiro libero tecnico trasformato. Il leader ne aveva appena mancato altri due, il primo per lui da febbraio. Il leader dei Warriors è stato sorprendentemente l’unico titolare della squadra ad autoinvitarsi su questa linea. Dove Devin Booker ha trascorso buona parte della serata, recuperando da solo quasi tanti lanci quanti sono i Warriors. Questi ultimi hanno ottenuto solo 17 tiri (13/17) contro il doppio degli avversari (28/34).

TOP/FLOPS

Devin Booker. Non sappiamo cosa avrebbe potuto dire a Klay Thompson ma ovviamente ha funzionato. Al di là di questa confusione, il terzino dei Suns ha firmato una nuova partita molto forte e piena di fiducia in attacco. È già la sua terza partita consecutiva con 33 punti o più. Manteniamo anche il suo +32 quando era in gioco.

Jock Landale. Meritano una menzione Chris Paul, Mikal Bridges e Deandre Ayton, ma il perno sostituto ha fatto la sua miglior partita da quando è arrivato in Arizona. Utile in difesa, dove ha contrastato in modo particolare Jordan Poole nel cerchio, ha mostrato il suo know-how in attacco, sul palo, dove ha ricevuto molti buoni palloni da Chris Paul. Monty Williams ha apprezzato così tanto la sua prestazione che lo ha rimandato a terra a meno di sette minuti dalla fine della partita. Deandre Ayton sembrava ancora chiedersi perché…

Klay Thompson. Se si è dato in difesa, proprio davanti a Devin Booker, il terzino ha vissuto un’altra serata di cambusa in fatto di tiro. Una serata che si è conclusa prematuramente dopo che queste parole scambiate con il suo omologo dei Soli hanno portato alla sua espulsione. Non il comportamento più “utile” per la sua squadra perché Phoenix ha approfittato di questa sequenza per allargare il gap.

IL SEGUENTE

Soli (3-1) : ricevimento dei pellicani, venerdì.

Guerrieri (2-2) : ricevimento del Calore, giovedì.

Fenice / 134 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
C. Johnson 33 3/11 1/6 2/4 3 2 5 2 0 0 0 0 +26 9 6
M. Ponti 33 7/8 0/0 3/3 3 3 6 2 3 1 1 2 +21 17 26
D. Ayton 25 6/14 0/1 4/4 5 9 14 4 5 1 4 0 +2 16 23
C.Paolo 35 5/10 4/5 2/2 0 7 7 9 4 1 2 0 +21 16 26
D. Prenotatore 35 19/10 3/8 14/11 1 1 2 7 3 3 3 0 +32 34 31
T.Craig 10 3/4 2/3 0/0 0 2 2 0 0 1 0 0 0 8 10
J.Okogie 2 1/1 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 +5 2 2
J. Politico 22 6/12 1/4 4/5 2 5 7 0 1 0 1 2 +27 17 18
C. Payne 14 3/6 0/0 2/2 0 4 4 5 1 0 1 0 +8 8 13
D. Lee 15 2/5 1/2 0/0 0 1 1 1 0 0 0 0 -5 5 4
L. Vergogna 15 1/2 0/0 0/0 0 0 0 1 2 1 1 0 +8 2 2
47/92 29/12 28/34 14 34 48 31 19 8 13 4 134 161
Stato d’oro / 105 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
D. Verde 29 7/10 0/1 0/0 2 6 8 5 4 3 5 0 -17 14 22
A. Wiggins 31 7/17 2/7 0/0 2 4 6 3 4 1 0 1 -25 16 17
K. Looney 17 3/3 0/0 0/0 2 2 4 3 4 0 1 0 -4 6 12
S. Curry 30 7/17 4/9 3/5 0 7 7 8 1 1 1 0 -17 21 24
K. Thompson 19 1/8 0/5 0/0 0 0 0 2 3 0 0 1 -12 2 -2
J. Kuminga 15 1/4 0/1 2/2 1 2 3 0 2 0 1 0 -13 4 3
J. Verde 17 0/2 0/2 0/0 0 3 3 0 1 1 2 0 -10 0 0
J. Wiseman 18 5/8 0/0 2/2 2 1 3 0 1 0 0 2 -19 12 14
T. Girolamo 12 0/1 0/1 0/0 0 1 1 2 2 0 0 0 -8 0 2
J. Poole 27 6/12 2/5 3/4 0 2 2 5 5 0 1 0 -15 17 16
M. Moody 25 4/9 2/4 3/4 1 2 3 0 1 1 2 3 -5 13 12
Totale 41/91 35/10 17/13 10 30 40 28 28 7 13 7 105 120

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *