Di fronte ai Clippers, i Lakers perdono un nuovo derby, ma anche LeBron James…

Sicuramente, le partite si susseguono e si assomigliano per il Lakers. Ancora di più quando affrontano il Clipperperché non picchiano più il prossimo angelono per quasi… due anni e mezzo. Lo avrete capito, il derby di questa sera non ha fatto eccezione alla regola, visto che i compagni di squadra di Paolo Giorgio (29 punti, 6 rimbalzi) ha vinto abbastanza logicamente (114-101) contro LeBron James (30 punti, 8 rebond, 5 passaggi), Antonio Davis (21 punti, 9 rimbalzi) e altri.

“Piuttosto logicamente”, perché gli uomini di Darvin Ham avrebbero potuto benissimo ottenere qualcosa di diverso dalla nona sconfitta in undici partite di questa stagione, se, ad esempio, avessero attaccato ogni metà con un morso, piuttosto che aspettare di più. essere indietro di dieci punti per iniziare finalmente a giocare. Da parte loro, i giocatori di Tyronn Lue ovviamente non dovevano essere chiamati a punire la generosità del “Purple & Gold”.

COSA DEVI RICORDARE

LeBron James incatena i canestri… poi si infortuna. Già in difficoltà fisica dall’inizio della stagione, tra un virus che lo aveva messo KO e un piede dolorante, il “Re” ha dovuto lasciare i compagni a metà del quarto quarto, a partita finita. Inizialmente si pensava che fosse colpito all’inguine, la parte del corpo che lo ha gravemente handicappato nel 2018/19. Infine soffre della gamba sinistra e, per il momento, non sappiamo di più sul suo stato di salute. Prima di allora aveva incatenato i canestri (30 punti in 32 minuti) senza riuscire a dare ritmo al collettivo dei Lakers.

Paul George continua il suo slancio. Leader perfetto del collettivo Clippers, “PG13” non ha dovuto forzare il suo talento contro questi Lakers. Autore di una partenza a cannone, con 15 punti nel solo primo quarto, ha lanciato idealmente in questa parte gli uomini di Tyronn Lue, con il suo unico talento offensivo. Quindi, non appena la sua squadra ha avuto bisogno di lui per riprendere slancio in attacco, l’esterno dell’All-Star ha risposto e ha assunto il suo status di leader. A conferma, allo stesso tempo, di essere effettivamente tornato al suo miglior livello.

I Lakers hanno preso l’acqua all’inizio di ogni tempo. Dominato 38-21 e 33-23 nel primo e nel terzo quarto, il “Purple & Gold” ha chiaramente impiegato troppo tempo per tornare dagli spogliatoi. Goffi in attacco (e a 3 punti, ovviamente…), costosi con la palla, assenti in difesa e collettivamente troppo limitati dietro la coppia James/Davis, semplicemente non sono stati all’altezza ogni volta. Fortunatamente per loro, i Clippers non sono stati particolarmente coerenti, permettendo loro di rimanere (un po’) in vita, perché conosciamo squadre che li avrebbero schiacciati molto più velocemente…

TOP/FLOPS

Il collettivo Clippers. Dietro l’inafferrabile Paul George, Tyronn Lue ha potuto contare sul buon apporto dei suoi secondi coltelli. Da Norman Powell (18 punti) a Ivica Zubac (10 punti, 8 rimbalzi), passando per Reggie Jackson (14 punti), Luke Kennard (13 punti), Marcus Morris (11 punti, 8 rimbalzi) o anche John Wall (10 punti, 6 assist), sono finiti in campo non meno di sette giocatori “doppia faccia”. Una profondità di panchina piuttosto impressionante, con la quale i Lakers non hanno mai potuto competere.

Troy Brown Jr. Raro raggio di sole dei Lakers, con i suoi 14 punti e 4 rimbalzi (6/10 ai tiri, di cui 2/6 ai 3 punti), l’esterno 23enne ha per così dire « fa il lavoro » all’ombra di LeBron James e Anthony Davis. Efficace in attacco, dove nel secondo tempo ha saputo portare la partita anche da solo, e sempre pronto a sacrificarsi in difesa, l’ex giocatore di Wizards e Bulls conferma, con questo tipo di prestazione, di non avergli rubato posto tra i cinque di Darvin Ham.

Il secondo quarto dei Clippers. È un eufemismo dire che i compagni di squadra di Paul George hanno da tempo dato il bastone per essere battuti in questa partita. Comodamente in vantaggio dopo un quarto d’ora (45-28), hanno visto i Lakers infliggere loro un… 20-3, per tornare alla parità e ravvivare l’interesse della partita! Incapace di impostare il mirino e segnare punti diversi dalla linea di tiro libero, oltre ad essere stato punito nella vernice da Anthony Davis e dalla sua famiglia, il I “Clipper’s” sono però riusciti a voltare le spalle, grazie a Paul George, per non mollare i comandi.

Kendrick Nunn. Se c’è molto da dire sulle difficoltà delle retrovie dei Lakers, è difficile fare di peggio dell’ennesima esibizione fantasma di “K-Nunn”. Muto nel segnare e sopraffatto in difesa, vagava ancora una volta come un’anima smarrita su un pavimento. Alla fine, l’ex giocatore degli Heat si sarà mostrato solo nel passaggio, quando ha gentilmente inviato due volte Anthony Davis al vicolo-oop. Ma non è necessariamente ciò che Darvin Ham si aspetta da lui…

IL SEGUENTE

LA Clippers (7-5) : Ricevimento a Brooklyn, sabato sera (22:00).

LA Lakers (2-9) : gita a Sacramento, in notturna dal venerdì al sabato (04:30).

Clipper di Los Angeles / 114 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
M. Morris Sr. 32 4/9 3/5 0/0 0 8 8 1 4 2 1 2 +12 11 18
I. Zubac 36 4/4 0/0 2/5 2 6 8 2 3 1 2 2 -8 10 18
R. Jackson 24 7/14 0/2 0/0 0 0 0 3 5 1 4 0 +2 14 7
P. Giorgio 36 17/10 2/7 7/9 0 6 6 4 3 1 4 2 +16 29 29
L. Kennard 25 5/9 3/6 0/0 0 3 3 2 1 1 0 0 +9 13 15
No. Batum 16 0/1 0/1 2/2 3 3 6 1 2 0 1 0 +1 2 7
N. Powell 24 5/10 2/5 6/7 0 1 1 3 3 1 3 0 +4 18 14
M. Marrone 1 0/0 0/0 0/0 0 1 1 0 0 0 0 0 +2 0 1
J. Wall 23 3/10 1/5 3/3 1 3 4 6 1 2 0 1 +9 10 16
T. Mann 21 3/6 1/2 0/0 0 4 4 2 2 1 0 0 +16 7 11
A. Coffey 1 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 +2 0 0
41/80 33/12 20/26 6 35 41 24 24 10 15 7 114 136
LA Lakers / 101 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
A.Davis 35 9/16 0/1 3/4 1 8 9 3 5 0 3 1 -10 21 23
L. Giacomo 32 22/12 4/9 2/4 1 7 8 5 2 2 3 0 -17 30 30
T. Brown Jr. 32 6/10 2/6 0/0 1 3 4 0 1 1 1 0 -1 14 14
P.Beverley 35 2/8 2/5 1/2 0 2 2 4 5 1 1 0 +3 7 6
A. Reaves 35 3/10 1/5 1/3 4 5 9 1 0 0 1 0 +1 8 8
M.Ryan 1 0/1 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -2 0 -1
W. Gabriele 9 1/1 0/0 2/2 0 1 1 1 2 1 0 1 -4 4 8
J. Toscano-Anderson 4 0/0 0/0 0/0 0 1 1 0 1 0 0 0 +3 0 1
D. Jones 1 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -2 0 0
R. Westbrook 30 6/15 0/3 2/2 1 3 4 9 1 2 4 0 -12 14 16
K. Nunn 13 0/4 0/2 0/0 0 0 0 3 1 0 1 0 -16 0 -2
M. Christie 14 1/1 1/1 0/0 0 5 5 0 2 0 1 0 -8 3 7
Totale 40/88 32/10 17/11 8 35 43 26 20 7 15 2 101 110

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *