• Home
  • dietro le quinte di Inghilterra-Francia e della qualificazione degli azzurri

dietro le quinte di Inghilterra-Francia e della qualificazione degli azzurri

0 comments

La Francia si è qualificata sabato sera per le semifinali del Mondiale 2022 eliminando l’Inghilterra (2-1). Prima di affrontare gli inglesi, in quello che è stato il loro primo grande incontro in questo Mondiale, gli azzurri erano molto concentrati ma abbastanza tranquilli.

Il gioco è fatto, la Francia è in semifinale di Coppa del Mondo, qualificata per una semifinale contro il Marocco (mercoledì alle 20) grazie alla vittoria contro l’Inghilterra sabato sera (2-1). Un primo grande appuntamento in questo Mondiale per i giocatori di Didier Deschamps, affrontato con serietà e serenità.

Lo stupore dell’eliminazione del Brasile

Il giorno prima dei quarti di finale, alcuni giocatori sono riuniti in una stanza per tagliarsi i capelli: bisogna essere impeccabili davanti ai milioni di telespettatori che scruteranno nei minimi dettagli questo duello franco-britannico. È divertente, in un’atmosfera bonaria e davanti al quarto di finale tra Argentina e Olanda. I giocatori sono sorpresi dall’eliminazione del Brasile all’inizio della giornata e l’argomento si invita naturalmente alle discussioni. L’angoscia di Marquinhos mette alla prova diversi giocatori: “Non se lo merita”, lancia il suo compagno di squadra al Psg Kylian Mbappé, già molto concentrato su quello che attende i Blues il giorno dopo.

Dopo la qualificazione a rilento dell’Argentina, la morale di questa serata di rinfresco è la seguente: non dormire sugli allori. Tutti possono essere eliminati. La prova con le prestigiose selezioni che hanno già fatto le valigie: Germania, Spagna o addirittura Brasile.

Per questo match contro gli inglesi, Didier Deschamps ha un’idea ben definita di cosa vuole mettere in campo. L’avversario è stato meticolosamente preparato, i difetti così come le qualità sono stati vagliati dai videoanalisti Eric Dubray e Thierry Marszalek. Venerdì sera, dopo cena, il tecnico riunisce gli 11 titolari esclusivamente in una sala, come aveva fatto in Russia quattro anni fa. Il piano di battaglia per lo scontro contro i Tre Leoni è discusso in dettaglio, su una lavagna.

I Blues sconvolti dalle parole dei tabloid inglesi

Molti giovani scoprono la Coppa del Mondo e quindi questo livello di competizione. Non hanno bisogno di molto per essere troppo motivati. La stampa inglese riuscirà comunque a motivarli un po’ di più. Il gruppo è scioccato dai tabloid che fanno del capitano Hugo Lloris l’anello debole della Francia. I giocatori si uniscono alle spalle del loro portiere, davanti a critiche che trovano surreali per un giocatore che ha giocato per anni nel campionato inglese e che si è affermato in Premier League. Sarà Hugo Lloris a dare la risposta in campo, come aveva promesso in conferenza stampa. Le sue parate saranno decisive, come su questo tiro di Jude Bellingham a inizio ripresa.

Dirigenti che manovrano in campo e negli spogliatoi

Si assumerà anche la responsabilità durante la pausa per incoraggiare i suoi compagni di squadra a continuare i loro sforzi. Raphaël Varane, il cui sfogo aveva segnato gli animi durante l’ultima partita contro la Polonia, avrà una parola per i suoi compagni di squadra. Parlerà anche Olivier Giroud e, cosa più sorprendente perché non è abituato, parlerà anche Antoine Griezmann. Lo fa sempre di più, soprattutto nella vita del gruppo. Il giocatore dell’Atlético de Madrid torna a sorridere. Alla fine del match, “Grizi” è uno di quelli che si fa sentire di più, con il suo impianto audio in mano. La canzone di Gala “Liberati dal desiderio”, l’inno del Blues, risuona molto forte negli spogliatoi.

Uno spogliatoio in fiamme, il discorso del ministro su un baule di ferro

Il Ministro dello Sport si congratulerà con i giocatori. In piedi su un tronco di ferro, Amélie Oudéa-Castéra fa un discorso. La sua emozione è palpabile. Si congratula calorosamente con i giocatori. Il presidente della Federazione non è molto lontano. Prende la parola anche Noël Le Graët. Entrambi sono applauditi.

Lilian Thuram ha appena passato il testimone a Hugo Lloris, ora il giocatore con più presenze nella selezione con 143 partite all’attivo. C’è anche Claude Makelele, vicecampione del mondo 2006. Atmosfera di festa che continua all’hotel Al Messila, campo base dei Tricolores. L’accoglienza del personale dell’albergo è all’altezza, piovono i coriandoli, ovviamente va in onda la hit di Gala. Una guardia d’onore è fatta per i giocatori e lo staff. In fondo al gruppo: Antoine Griezmann, tutto sorridente con il compagno in mano. L’ormai miglior passante decisivo nella storia della squadra francese si arrampica persino su una piccola fontana situata nella hall dell’hotel mentre balla. Visto che vi diciamo che è felice…

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}