• Home
  • diretto in Belgio per Jean-Philippe Krasso?

diretto in Belgio per Jean-Philippe Krasso?

0 comments

La finestra di trasferimento si è animata molto nelle ultime settimane all’ASSE. Mentre Gaëtan Charbonnier è entrato ufficialmente nei Verdi da 6 mesi, e il fascicolo Faouzi Ghoulam è in sospeso, la situazione dell’attaccante ivoriano, in scadenza di contratto a giugno, è al vaglio in Francia e all’estero!

Krasso: attrazione numero 1 dei Verdi

Non passa settimana senza che Jean-Philippe Krasso faccia notizia nelle notizie sul calcio del Saint-Etienne. All’inizio della stagione, il 25enne attaccante si è distinto per le sue prestazioni di alto livello e in particolare per la sua storica quadrupla contro l’SC Bastia.

A inizio autunno, e quando Jipé faceva più fatica a essere decisivo contro le gabbie avversarie, il suo cartellino rosso e la sua squalifica per 3 partite avevano fatto male ai Verdi, che hanno un settore offensivo particolarmente scarno e che riposavano in larga maggioranza a quel tempo, sull’ex giocatore di Epinal.

17 Jean-Philippe KRASSO (asse) durante la partita Ligue 2 BKT tra Saint-Etienne e SC Bastia allo Stade Geoffroy-Guichard il 30 agosto 2022 a Saint-Etienne, Francia. (Foto di Alex Martin/FEP/Icon Sport) – Foto di Icon sport

Dall’inizio della pausa invernale dovuta ai Mondiali, sono riemerse notizie di mercato e la situazione contrattuale di Jean-Philippe Krasso ha attirato l’attenzione. Infatti, essendo in scadenza di contratto il prossimo giugno, Krasso potrà da gennaio, giocare liberamente con il club di sua scelta.

I Verdi e gli altri si battono per l’attaccante ivoriano

Dall’inizio della stagione, ASSE ha cercato di prendere l’iniziativa impegnandosi in discussioni con il clan del giocatore. I vertici del Saint-Etienne hanno fatto una proposta con la chiave per un aumento di stipendio. Proposta categoricamente respinta. Ma i Verdi non si arrendono e ci provano ancora.

Allo stesso tempo, altri club stanno mostrando il loro interesse per l’attaccante che ora viene convocato nella squadra ivoriana da Jean-Louis Gasset. Già quest’estate molti club di L1 erano venuti a chiedere informazioni. Krasso aveva anche rifiutato un’offerta (finanziariamente allettante) della Dynamo Kyiv. Il giocatore aveva deciso di restare con i Verdi.

All’inizio di novembre è stato rivelato l’interesse della Stella Rossa Belgrado per Krasso. La volontà del club serbo era quella di far entrare l’attaccante quest’inverno. Inoltre i Verdi, visto che si stava allontanando un possibile prolungamento di Krasso, non erano contrari all’idea di separarsi dall’attaccante quest’inverno per recuperare una piccola quota di trasferimento.

Leggi anche: 🗣 “ASSE? È piuttosto triste essere arrivati ​​a questo!”

Una partenza gratuita a giugno piuttosto che un trasferimento a gennaio?

Inizio settimana, Blu Francia ci ha detto che Jean-Philippe Krasso non aveva intenzione di lasciare il club Saint-Etienne prima della fine della stagione. Per aiutare il club a ottenere il suo mantenimento? Per motivi personali, lui che è un neo papà? Per ricevere un bonus alla firma? Non lo sapremo.

In ogni caso, le società che pretendono di recuperare Krasso a fine stagione sono numerose. Poche settimane fa, Ma! ha spiegato che i club L1 erano interessati a Krasso.

Krasso è partito sulle orme di Bouchouari… e Beric?

Oggi è il turno di Mercato dei piedi per annunciare l’interesse più che pronunciato di un club belga per Jean-Philippe Krasso: l’RSC Anderlecht. Il club avrebbe persino tenuto “la corda” al momento. Sarebbero in corso discussioni tra il club belga, attualmente 11esimo nel campionato belga, e il clan del giocatore.

Potrà parlargliene l’Anderlecht, giovane attuale compagno di squadra di Krasso. Benjamin Bouchouari ha completato parte del suo post-allenamento nel club belga. Ha giocato con gli U19 del club.

Se l’interesse del club belga e l’arrivo dell’attaccante al suo interno dovessero concretizzarsi, ci si potrebbe cominciare a interrogare sull’El Doraro che l’Anderlecht rappresenterebbe per gli attaccanti del Saint-Etienne. Perché sì, ricordiamoci, qualche anno fa, partì per questo club un altro attaccante verde, questa volta in prestito.

Non era né più né meno che l’ispettore Robert Beric. Indesiderabile nella mente di Oscar Garcia, l’attaccante sloveno è andato in prestito per un anno all’Anderlecht. Ma dopo 6 mesi poco convincenti in Belgio, il contratto di prestito era stato rotto e Beric era tornato all’ASSE, che nel frattempo aveva cambiato allenatore. L’attaccante aveva così partecipato alla missione di salvataggio dei verdi avviata da Jean-Louis Gasset.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}