dove vedere Francia-Sud Africa e cinque cose da sapere sullo scontro contro i campioni del mondo

Uno dei duelli più attesi di questo scontro al vertice è quello che vedrà il mediano di mischia Antoine Dupont e Faf de Klerk l’uno contro l’altro. Panoramico

Calendario, statistiche, record… Tutto quello che c’è da sapere prima della sfida tra Blues e Springboks, questo sabato sera al Vélodrome di Marsiglia.

Dove seguire il match del XV di Francia

Il calcio d’inizio del secondo test match del XV tour autunnale di Francia, contro il Sudafrica, sarà dato alle 21 allo Stade Vélodrome di Marsiglia. Una partita trasmessa in diretta su France 2. La partita può anche essere seguita in diretta con commento su lefigaro.fr. Questo incontro sarà arbitrato da una vecchia conoscenza dei Blues, l’inglese Wayne Barnes, che guiderà il suo 101° meeting internazionale. Un record.

Serie nera contro gli Springboks

Il Sud Africa non riesce nel XV di Francia. Per trovare le tracce dell’ultima vittoria francese bisogna risalire al 13 novembre 2009 allo Stadio di Tolosa. L’allenatore si chiamava Marc Lievremont e l’esterno del Tolosa Vincent Clerc aveva segnato la meta decisiva (20-13). Da ? Sette sconfitte in altrettanti confronti, l’ultimo, il 10 novembre 2018 allo Stade de France. I Blues di Jacques Brunel avevano perso sul filo, subendo negli ultimi secondi una meta del tallonatore Bongi Mbonambi (26-29). Sul suolo francese, le statistiche non sono migliori. In venti confronti, i Blues hanno vinto solo cinque volte. Per un pareggio e 14 sconfitte.

L’attuale serie nera:
12 giugno 2010, Sud Africa-Francia: 42-17
23 novembre 2013, Francia-Sud Africa: 10-19
10 giugno 2017, Sud Africa-Francia: 37-14
17 giugno 2017, Sud Africa-Francia: 37-15
24 giugno 2017, Sud Africa-Francia: 35-12
18 novembre 2017, Francia-Sud Africa: 17-18
10 novembre 2018, Francia-Sud Africa: 26-29

83% delle vittorie allo stadio Vélodrome di Marsiglia

Il XV di Francia torna allo Stade Vélodrome a quattro anni e mezzo dall’ultima apparizione, e dalla vittoria contro l’Italia (34-17), il 23 febbraio 2018. Paul Gabrillagues, Mathieu Bastareaud e Hugo Bonneval avevano segnato le tre mete francesi . Uno stadio che porta fortuna ai Blues che ci hanno giocato dodici partite dal primo trionfo del 18 novembre 2000 (42-33 contro la Nuova Zelanda), per un record di dieci vittorie e solo due sconfitte. O l’83%% di successo nel recinto di Marsiglia. Entrambe le sconfitte sono state concesse contro l’Argentina nel 2004 (14-24) e gli All Blacks nel 2009. Australia, Sud Africa (30-10 nel novembre 2002), Argentina, Inghilterra, tra gli altri, sono stati sconfitti. Il XV di Francia incontrerà Marsiglia e lo Stade Vélodrome al prossimo Mondiale. I Blues affronteranno la Namibia nella fase a gironi il 21 settembre 2023.

Penaud si unirà a Jauzion e Lagisquet

Autore della prova della vittoria, sabato scorso contro l’Australia, l’esterno del Clermont è 19 iscritto in 35 selezioni. Damian Penaud è solo un pallone appiattito nell’area di meta dopo essersi unito a Yannick Jauzion e Patrice Lagisquet, 10es nella classificazione dei pennarelli tricolori. Con 14 mete segnate dall’inizio del mandato di Fabien Galthié e del suo staff, Penaud è il miglior marcatore dei Blues in questo triennio.

18 campioni del mondo al Velodromo

L’allenatore dello Springbok Jacques Nienaber ha dato il posto d’onore ai giocatori incoronati campioni del mondo in Giappone tre anni fa. Sono undici nel XV titolare (sei attaccanti e cinque tre quarti). E altri sette in panchina. Per, alla fine, 18 campioni del mondo tra i 23 nomi che giacciono a referto. Sono Le Roux, Kolbe, Kriel, De Allende, De Klerk, Du Toit, Capitan Kolisi, Mostert, Etzebeth, Malherbe e Mbonambi, squadre titolari. E di Marx, Kitshoff, Koch, Orie, Smith, Reinach e Mapimpi per i sostituti.

I Blues evitano i box

All’inizio della settimana, l’ex arbitro internazionale Jérôme Garcès, che ora fa parte dello staff del XV di Francia, è venuto a una conferenza stampa per discutere della disciplina dei Blues. “La cosa più importante per me, il gioco scorretto. È il nostro motto: nessun cartellino giallo, nessun cartellino rosso. Dobbiamo restare quindici sul campo, è la cosa più importante in termini di disciplina per portare a termine ciò che vogliamo fare.Un credo che porta frutto. I francesi non hanno ricevuto un cartellino giallo per dieci partite. L’ultimo ? Contro l’Argentina nel novembre 2021, Julien Marchand ne aveva ricevuto uno al 28e minuto. Si noti che questo incontro è il primo dell’attuale serie di undici vittorie per il XV di Francia. Sono quindi dieci le partite che Dupont e i suoi compagni non hanno ricevuto né cartellino giallo né cartellino rosso. Per l’ultimo rosso, devi tornare ancora più indietro. Nel marzo 2021 e l’espulsione della seconda linea Paul Willemse contro il gallese.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *