• Home
  • due colpi da maestro INEOS di alto profilo

due colpi da maestro INEOS di alto profilo

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

Acquisita da INEOS nel 2019, la versione OGC Nice Ratcliffe suscita molte aspettative. Il club Riviera non ha gli stessi mezzi finanziari illimitati del Paris Saint-Germain di QSI, ma il miliardario Sir Jim Ratcliffe ha i mezzi per portare gli Aiglons in un’altra dimensione. Ma per tre anni e mezzo, la palestra non è stata un sogno che si avvera nonostante questo cambiamento. Quinto nel 2020, nono nel 2021, il Nizza ha chiuso la scorsa stagione al quinto posto. Non trascendente.

Sul lato dei principianti, ci sono stati rinforzi, ma ancora una volta c’è stata una palpabile delusione tra il potenziale finanziario di INEOS e i colpi inferti. Pertanto, le mosse degne di nota (Kasper Dolberg, Adam Ounas, Morgan Schneiderlin, Amine Gouiri, Andy Delort, Mario Lemina, Calvin Stengs, Melvin Bard, Jean-Clair Todibo, Kasper Schmeichel, Aaron Ramsey, Gaëtan Laborde, Sofiane Diop) riguardano principalmente giocatori desiderosi di rilanciare la propria carriera o giovani speranze ancora troppo tenere. Un rimprovero che era stato formulato anche da Christophe Galtier prima di lasciare la nave di Nizza.


Leggere
Florent Ghisolfi: “la nostra forza oggi in RC Lens è la qualità dell’organizzazione”

Un genio del reclutamento

Infine, ci sono stati gli arrivi in ​​prestito di Rony Lopes, Adam Ounas, William Saliba, Jordan Amavi, Jeff Reine-Adélaïde, Justin Kluivert e persino Nicolas Pépé. Anche in questo caso i risultati complessivi sono lontani dalle aspettative. Seguì il caso Lucien Favre. Arrivato per succedere a Galtier, lo svizzero fu rapidamente minacciato prima di essere finalmente trattenuto. Oggi Nizza è ancora deludente in termini di classifica (8°), ma INEOS si è data da fare dietro le quinte per alzare l’asticella. Assunzioni il cui effetto non si farà sentire nell’immediato, ma che saranno indubbiamente determinanti nel medio periodo. Il 5 ottobre la palestra ha ufficializzato il futuro arrivo di Florent Ghisolfi alla direzione sportiva.

Cosa c’è dopo questo annuncio

Un duro colpo poiché quest’ultimo è considerato uno dei migliori nella sua posizione grazie alle sue prodezze d’armi all’RC Lens. È stato lui, ad esempio, a ingaggiare Jonathan Clauss, Christopher Wooh, Seko Fofana o persino Loïs Openda. Meno di tre mesi dopo, un altro tuono. Questa volta, è stato al Paris Saint-Germain che INEOS è venuta in aiuto a sé stessa prendendo di mira il direttore generale del Rouge et bleu, Jean-Claude Blanc. “Nel suo ruolo, Jean-Claude Blanc supervisionerà l’intero portafoglio sportivo di Ineos, che comprende calcio, Formula 1, vela, ciclismo, rugby e corsa. In questo contesto, lavorerà a stretto contatto con Dave Brailsford che si concentrerà sulla gestione delle prestazioni di alto livello. La responsabilità per l’esecuzione e la gestione delle attività sportive spetta alla direzione di ciascuna squadra sportiva. »

E un asso degli affari

Pilastro del PSG versione QSI, il francese è stato uno degli ultimi prestanome dell’inizio dell’era QSI (2011). Molto più discreto mediaticamente di Nasser Al-Khelaïfi, l’ex allenatore della Juventus sarà sostituito il prossimo anno secondo il PSG, ma la sua partenza è una vera perdita. Specialista in finanza, Blanc ha svolto un ruolo di primo piano nella costruzione del futuro centro di formazione del PSG e nell’ampliamento del Parc des Princes. Apprezzato e riconosciuto, Blanc è uno dei pochi leader parigini ad essere accettato all’unanimità dai dipendenti rossoblù. Nel 2013 ha mostrato ambizioni economiche molto alte per Parigi. L’ambizione è entrare velocemente nella cerchia ristretta dei cinque maggiori club europei. Vogliamo costruire un marchio sportivo globale. ». Nel gennaio 2014, gli ha dato uno strato. “Offriamo un universo controllato dal club e creiamo un universo PSG. Vogliamo creare una franchigia, come possono essere i Los Angeles Lakers o i New York Giants”..

Cosa c’è dopo questo annuncio

Corteggiato dall’organizzazione dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, Blanc aveva visto i suoi capi attivarsi per trattenerlo. E per una buona ragione. A otto anni dalle sue dichiarazioni d’intenti, il PSG non fa certo parte della top 5, ma è ancora al settimo posto tra i club più preziosi al mondo (3,2 miliardi di dollari) secondo Forbes, dietro Real Madrid, FC Barcelona, ​​Manchester United, Liverpool, Bayern Monaco e Manchester City. Una gigantesca trasformazione resa possibile dai mezzi illimitati dei qatarioti di QSI certo, ma anche grazie al suo direttore d’orchestra. A Nizza, Jean-Claude Blanc non si occuperà solo del ramo calcio, ma l’assunzione di un asso degli affari per la sezione sportiva di INEOS è un colpo da maestro. In meno di tre mesi, queste due grandi catture hanno comunque dimostrato ai più scettici che Ratcliffe non ha intenzione di abbandonare l’OGC Nice.

Pub. il

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}