Eden Hazard video figlio sac!

Cosa c’è dopo questo annuncio

Eden Hazard attivato Modalità Coppa del Mondo. Come i suoi venticinque compagni di squadra, lunedì il 31enne si è unito al Tubize National Football Center. È lì che gli uomini di Roberto Martinez inizieranno la preparazione al Mondiale prima di volare in Qatar. Un paese in cui Hazard spera di brillare. Lo ha detto lunedì in conferenza stampa. Le sue parole fanno eco L’ultima ora. “Voglio mostrare al popolo belga che può contare sul proprio capitano. L’obiettivo è andare il più lontano possibile. Possono verificarsi lesioni, può essere presente anche il fattore fortuna. Proviamo a vincere tutte e tre le partite e vedremo chi sarà il nostro avversario agli ottavi”..

Per raggiungere questa tappa i Red Devils dovranno quindi lasciare il girone F, dove incroceranno le spade con Canada, Marocco e Croazia. Ma sono tra i favoriti quelli che quattro anni fa hanno raggiunto le semifinali in Russia. “Eravamo al culmine nel 2018. Io gioco un po’ meno, Lukaku ha dovuto affrontare infortuni, la nostra difesa è invecchiata ma tutti vogliono dimostrare che possiamo ancora contare sul Belgio”. E su Eden Hazard, che dovrà gestire una forte concorrenza nella selezione. “Sto vivendo molto bene la situazione. Quando ho iniziato a giocare a calcio ho preso il posto dei giocatori del Chelsea. Qualcuno un giorno prenderà il mio posto come in Argentina, qualcuno sostituirà Messi..

Hazard parla del suo caso

Persegue: “Se si parla di Leandro (Trossard), sta facendo una stagione superba. Merita più di me per giocare. Finché c’è un buon rapporto, sarà vantaggioso. A volte mettiamo un capitano in panchina ma non sempre, dobbiamo chiedergli (sorride) Giocare insieme, possiamo. L’allenatore farà le sue scelte. Lo accetteremo. Se fossi un allenatore, mi metto in campo. Non sarebbe meritato per quello che ho fatto negli ultimi due anni. Negli ultimi quindici anni, sì. Capisco i dubbi delle persone.. Ma l’ex giocatore del Chelsea spera di trovare un posto negli undici titolari, lui che potrebbe benissimo vivere il suo ultimo grande torneo.

“E’ possibile. Io non mi proietto ma può esserlo per alcuni giocatori. Dovremo dare tutto per questo Mondiale.. L’occasione anche per dimostrare che ce l’ha ancora sotto i piedi, lui che è un sostituto del Real Madrid (6 presenze, 2 presenze, 1 gol). “E’ complicato, voglio giocare di più. Ma fa parte dello sport. C’è un allenatore che prende le decisioni. Accetto. Cerco di dimostrare ogni giorno in allenamento che so giocare. Spero che arrivi il mio momento (…) È difficile entrare nel ritmo quando non suoni. Siamo giudicati su poche cose. Sta a me fare meglio in poco tempo in campo”..

Non esclude nulla per il suo futuro

Persegue: “Non dubito delle mie qualità. Non dimostro da un bel po’ ma non divento zero da due o tre anni (…) Abbiamo parlato un po’ a inizio anno (con Ancelotti, ndr). Mi ha detto di dare il massimo quando sono in campo”.. Ma non ha molte possibilità. Ha intenzione di partire dopo i Mondiali? “Non voglio, ma potrebbe non essere solo la mia decisione che conterà”. Non è un segreto, il belga sotto contratto fino al 2024 vuole restare nella capitale spagnola. Da parte sua, il Real Madrid non è chiuso all’idea di separarsene.

Ma per il momento il giocatore, che non esclude nulla per il suo futuro, è concentrato sul Belgio e sul Mondiale, lui che sta meglio dall’operazione di fine stagione. “Mi sento meglio. Non ho più infortuni. Le gambe mi fanno meno male. Era complicato prima dell’operazione, perché non avevo cambiato nulla nel mio modo di essere. Da quando ho rimosso la placca la mobilità della mia caviglia è migliorata. Non molto è cambiata (…) La preparazione? È diversa dal solito. Ma verrà subito. Dobbiamo fare una bella amichevole. Aspettiamo solo una cosa: che arrivi la prima partita..

Il belga è pronto a giocare

Ma Hazard, la cui ultima partita risale al 25 ottobre, ha poco tempo da giocare nelle gambe. Ma non è un problema partecipare ai Mondiali. “Un buon esempio è l’Euro. Ho giocato un quarto d’ora la prima partita, poi un po’ di più e mi sono trovato bene contro il Portogallo. Se facciamo di nuovo la stessa cosa, sarà molto buono. Guarda come procede la formazione. Abbiamo uno staff competente. non mi preoccupo”. E non importa cosa dicono di lui. “Le critiche, non le do attenzione. Sono i dubbi delle altre persone che possono alimentare la mia motivazione. Abbiamo un grande Mondiale da giocare, questa è la nostra più grande motivazione. Tutto il popolo belga deve credere in questa nazionale.. E in una possibile rinascita della fenice Eden Hazard.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *