• Home
  • Eliesse Ben Seghir, la nuova pepita del Monaco

Eliesse Ben Seghir, la nuova pepita del Monaco

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

Nel mondo del calcio di oggi, i giovani talenti devono essere preparati mentalmente per resistere alla frenesia mediatica, alla pressione. Questo consiglio, Eliesse Ben Seghir deve ascoltarlo ogni giorno. E ancora di più da ieri sera. A soli 17 anni, il centrocampista offensivo dell’AS Monaco ha giocato i primi minuti della sua carriera in Ligue 1 sul prato dell’Auxerre. E che entrata. Tolto dalla panchina all’intervallo da Philippe Clement per sostituire Wyssam Ben Yedder, Ben Seghir ha lasciato il segno.

Già record in Ligue 1

Autore di un doppio (58°, 85°), il nativo di Gassin offrì una preziosa vittoria agli asemisti in Borgogna (3-2)ma non è tutto. scegliere rivela che a 17 anni e 315 giorni, il numero 44 è il secondo giocatore più giovane a segnare una doppietta con il Monaco in Ligue 1, dopo Thierry Henry contro il Lens nel 1995 (17 anni e 255 giorni). È anche diventato il giocatore più giovane a segnare due volte per la sua prima partita di Ligue 1 negli ultimi 75 anni e il primo nel periodo a raggiungere questa prestazione prima di compiere 18 anni.


Leggere
Ligue 1: Il Monaco esce dalla trappola dell’Auxerre grazie a Eliesse Ben Seghir

Fratello del marsigliese Salim Ben Seghir (nella squadra di riserva dell’OM), Eliesse è rapidamente salito di livello. Lanciato con gli U11 all’SC Cogolin prima di passare agli U13 del Fréjus, Ben Seghir è entrato a far parte del centro di formazione ASM nel 2020 prima di firmare il suo primo contratto da professionista la scorsa estate (fino al 2025). Nazionale francese U18 e sfortunato finalista del campionato francese U19 2021/2022 (sconfitta per 2-3 contro l’FC Nantes), Ben Seghir non è al suo primo tentativo con i professionisti da quando aveva scoperto l’Europa League il 3 novembre scorso contro il Belgrado (4 -1). Quindi, quando i media si sono precipitati a chiedere a Clement del talento monegasco, il belga aveva un sorriso sul volto.

Cosa c’è dopo questo annuncio

Tifoso di Ousmane Dembele

“Ma non è una sorpresa per noi. Ha mostrato in questa partita cose che abbiamo già visto negli ultimi tempi. Il club è fortunato ad avere questo tipo di giocatori e giovani. Per me non c’è differenza tra un giocatore di questa età e uno più grande. Se dimostriamo, giochiamo. Devi dare la possibilità quando è meritata. Sono contento di quello che mostra. Eliesse ha un grande potenziale. Vediamo i suoi progressi ogni giorno. L’ho visto nelle nostre amichevoli contro Fiorentina e Leeds ed è entrato in Europa League contro la Stella Rossa Belgrado. Quindi non è la sua prima partita per me. Sapevo che poteva portare qualcosa entrando. Lo ha fatto velocemente e bene. Ha anche due piedi. Sono felice che molti dei miei giocatori abbiano due piedi, tranne che lui ha due piedi molto buoni!”

Dopo Kylian Mbappé, l’AS Monaco ha una nuova pepita da lucidare? Chiesto da Mondo undici nell’agosto 2021, Eliesse Ben Seghir ha comunque mostrato una certa ambizione. “Guardo video di giocatori come Ousmane Dembélé e Neymar. Per me il miglior giocatore del mondo è Messi. Mi piace l’ardore di Ousmane Dembélé e la sua voglia di riprodurre ciò che faceva nel quartiere, è se stesso, non recita un ruolo. Molti di noi si sentono vicini a lui. Mi piace il lato imprevedibile di Neymar, non sai mai cosa farà. E Messi è la sua qualità di passaggio e la sua capacità di migliorare i suoi partner. Rende bello il calcio. La frase che mi rappresenta: “Chi non pensa a vincere non vincerà mai”. Io sono un vincitore, ho sempre voluto vincere, odio la sconfitta. Le persone che non sono deluse dopo una sconfitta non hanno una buona mentalità per me. » Promette.

Pub. il
PUOI ridere

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}