• Home
  • Embiid gigantesco, NOLA sul trono occidentale

Embiid gigantesco, NOLA sul trono occidentale

0 comments

I risultati della notte in NBA

Soli @ Pellicani : 124-129, dopo i tempi supplementari
Lakers @ Pistoni : 124-117
Re @ Knicks : 99-112
Rapaci @ Magia : 99-111
Calabroni @ Sixers : 113-131
Tori @ Falchi : 122-123, dopo i tempi supplementari
dollari @ Razzi : 92-97

Podcast #67: Dovremmo credere nei Phoenix Suns?

– Nessun giocatore aveva ancora realizzato due partite da almeno 50 punti in questa stagione in NBA. Joel Embiid ha deciso di essere il primo, tormentando gli Hornets domenica. Il camerunese ha fatto una copia a 53 punti e 11 rimbalzi contro Charlotte, James Harden (19 punti, 16 pd, 9 rimbalzi) non è andato lontano dalla tripla doppia.

Solo altri due giocatori prima di Embiid avevano gestito almeno due match da 50 punti in una stagione con la maglia del Philadelphia: Wilt Chamberlain e Allen Iverson.

Theo Maledon è entrato in campo per 16 minuti per 9 punti, 1 assist e 1 intercetto sul 6/6 dalla linea di tiro libero.

AJ Griffin, un rookie ancora in pugno!

AJ Griffin potrebbe essere un novellino, ma ha ancora la compostezza di un veterano. Per la seconda volta in questa stagione, l’ex Duke è riuscito a vincere una partita al cicalino durante i tempi supplementari per dare la vittoria ad Atlanta contro Chicago. Su un passaggio alley-oop di Jalen Johnson, e nonostante la presenza di Derrick Jones davanti a lui, Griffin ha girato di 180 ° e ha segnato per porre fine alla serie di tre sconfitte consecutive degli Hawks.

– La partita per la supremazia occidentale tra New Orleans e Phoenix è virata a favore dei Pelicans. Ovviamente aiutati dall’assenza di Devin Booker, i Pelicans hanno avuto comunque il merito di conquistare questa preziosa vittoria per affermare le proprie ambizioni. Hanno dovuto passare i tempi supplementari, dopo il canestro del pareggio di Chris Paolo 2,8 secondi dal termine. Espulsioni per sei falli da CP3 e Deandre Ayton hanno reso quasi impossibile per i Suns ai tempi supplementari. Va notato il nuovo ottimo match di Sion Williamson (35 punti) che sta guadagnando slancio contemporaneamente alla sua squadra, ora leader davanti a Memphis, Denver e Phoenix.

Da quando abbiamo dedicato loro l’ultima puntata del nostro podcast, i Suns sono entrati in una brutta spirale (5 sconfitte in 6 partite).

Titolare, il novellino Dyson Daniels era ancora impressionante in difesa e non è estraneo alla dinamica dei Pelicans, anche se è necessariamente meno evidenziato di Zion, CJ McCollum e pochi altri.

– Non pensavamo che tutti i Bucks potessero perdere a Houston. Qualcosa ha animato i Rockets quella notte e sono riusciti a permettere a uno dei due pesi massimi della Eastern Conference di permettersi la quarta vittoria consecutiva in casa. Forse i giocatori Gialen Verde (30 punti a 12/21) in testa, volevano offrire il successo al loro allenatore Stephen Silas? Quest’ultimo ha appena perso il padre, l’Hall of Famer Paul Silas, ed è stato sostituito dal suo vice John Lucas per l’accoglienza di Milwaukee.

Nonostante la presenza di Giannis Antetokounmpo (16 punti, 18 rimbalzi) e Vacanza Jrue (25 punti, 8 peso), Houston ha gestito meglio la fine della partita e ha mostrato molta compostezza nel finale.

– I Lakers sono rimasti alle prese con tre sconfitte consecutive e sono riusciti a completare la loro trasferta con una vittoria a Detroit. Ricetta ? appoggiarsi LeBron James et Antonio Davis, come ogni volta che sono in grado di giocare a basket insieme. LeBron (35 punti) e “AD” (34 punti, 15 rimbalzi, 7 pd) sono stati troppo produttivi per i Pistons, nonostante l’enorme gioco offensivo di Bojan Bogdanović (38 punti). Detto questo, è un canestro da 3 puntiAustin Reaves nel tempo denaro che ha permesso a Los Angeles di staccarsi definitivamente per evitare una delusione.

Killian Hayes iniziato e giocato 25 minuti per 5 punti, 9 assist, 3 rimbalzi e 1 recupero a 2/6.

– Non riuscendo ad essere la squadra più entusiasmante della NBA al momento, i Knicks hanno il senso del dovere in casa e stanno facendo del Madison Square Garden una piccola fortezza. New York ha dominato Sacramento domenica per la quarta vittoria consecutiva in casa. Nonostante l’espulsione di Giulio Randle (27 punti) nel 3° quarto per protesta, subentrano gli uomini di Tom Thibodeau. RJ Barrett (27 punti) e Jalen Brunson (18 punti) ha suonato la carica per riportare i Knicks a un bilancio positivo (14-13).

– Pensavamo che Orlando si lanciasse spudoratamente nel tank, ma ultimamente i Magic stanno vincendo troppe partite. I Floridians hanno conquistato la terza vittoria consecutiva – cosa che non gli era capitata ad esempio la scorsa stagione – dominando Toronto in casa. Preso dal tandem Francesco Wagner (23 punti) – Paolo Banchero (20 punti, 12 rimbalzi), i giocatori di Jamahl Mosley hanno tremato poco contro Raptors senz’anima e si sono mantenuti sotto i 100 punti, una volta non è consuetudine.

Orlando pubblica il terzo record peggiore dell’Est e di tutta la NBA, dietro Charlotte e Detroit, la lanterna rossa.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}