F1: Minacciato a morte ad Abu Dhabi, è supportato da Hamilton

Formula 1

F1: Minacciato a morte ad Abu Dhabi, è supportato da Hamilton

Pubblicato il 7 novembre 2022 alle 08:35

La scorsa stagione, Lewis Hamilton e Max Verstappen hanno lottato per il titolo nell’ultimo Gran Premio di Abu Dhabi. Dopo aver portato la Safety car in seguito al suo incidente, offrendo successivamente il titolo al pilota olandese, Nicholas Latifi aveva ricevuto diverse minacce di morte. Ma il canadese aveva ricevuto il sostegno di Lewis Hamilton.

Sarà stato considerato come colui che ha offerto il titolo di campione del mondo a Max Verstappen la stagione. All’ultimo Gran Premio di Abu Dhabi, Nicola Latifi aveva avuto un incidente che ha richiesto il Macchina di sicurezza per entrare in pista. Allo stesso tempo, il pilota olandese ha colto l’occasione per recuperare secondi da Lewis Hamilton che era di gran lunga in testa. latino anche tornato su questo incidente.

“Stavo lottando con Mick per una posizione molto lontana dai punti”

Nei commenti trasmessi da Sport motoristici, Nicola Latifi tornò al suo incidente che ha causato l’arrivo di questo famoso Macchina di sicurezza. Si ricordò che era successo dopo una battaglia con Mick Schumacher, mentre i due piloti erano molto distanti in classifica. “Stavo lottando con Mick per una posizione molto lontana dai punti. Penso che sia una delle cose più importanti che volevo far capire a tutti i fan. In realtà non importa se corro per la P20, la P19, la zona punti o il podio. Quel giorno la nostra macchina era abbastanza buona per essere in quelle posizioni. Se non cerco di ottenere ogni piccola cosa, la Williams potrebbe anche non presentarsi alle gare. Quindi sarebbe ovviamente un atteggiamento stupido da avere, ma è solo una percezione pubblica. »

“Le conseguenze non sono state molto piacevoli”

A seguito di questo incidente, il Macchina di sicurezza quindi arrivato in pista godendo Max Verstappen a cui tornare Lewis Hamilton, che aveva tutto per vincere la gara. Ma alla fine è stato l’olandese a vincere il Gran Premio e allo stesso tempo il campionato. Ma per il pubblico, questo incidente non è passato e Nicola Latifi aveva ricevuto diverse minacce di morte. “Le conseguenze non sono state molto piacevoli. Questo è solo il lato negativo dei social media di questi tempi. Non credo che abbia davvero nulla a che fare con lo sport. È stato ovviamente un incidente di alto profilo a causa dell’esito di quello che è successo. Non era solo una gara di inizio anno, era qualcosa alla fine dell’anno con la battaglia per il campionato. Tanta tensione ed emozioni per i tifosi perché è stata una stagione molto emozionante. »

“Lewis mi ha mandato un messaggio per contattarmi”

Invece Nicola Latifi ricevuto numerose minacce di morte, costringendolo per un po’ a ritirarsi dai social network, il canadese ammette di aver ricevuto un messaggio di sostegno da Lewis Hamiltonma anche diversi membri del team Mercedes. “È stata una cosa molto positiva da fare. Lewis mi ha mandato un messaggio per contattarmi. Si è in qualche modo staccato dal mondo dei social media e tutto il resto. Ovviamente aveva le sue stesse emozioni da affrontare, contro le quali stava combattendo. Ma mi ha mandato un messaggio molto carino, di supporto totale. Ho anche ricevuto messaggi da altri membri del team Mercedes, oltre a innumerevoli messaggi visibili da diversi team, diversi piloti, ecc. »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *