• Home
  • Fatto: Toprak Razgatlıoğlu ha provato la MotoGP M1

Fatto: Toprak Razgatlıoğlu ha provato la MotoGP M1

0 comments

Infine ! Toprak Razgatlıoğlu, campione del mondo WSBK in carica con la Yamaha, ha provato la Yamaha YZR-M1 della MotoGP. Il primo contatto è avvenuto ad Aragon nell’ambito di una seduta molto riservata e un po’ troppo ubriaca. Verdetto, gli è piaciuto? Ok, ma ancora?

Di Toprak Razgatlıoğlu si è parlato molto per alcune stagioni. È arrivato nel mondiale superbike con il suo stile strepitoso e la sua frenata forte e anche schiacciata. L’anno scorso è riuscito a detronizzare Jonathan Rea dalla sua posizione di leader storico in WSBK e lo abbiamo intervistato poco prima del suo titolo. Incoronato campione del mondo sulla R1 del team Yamaha Pata, avremmo pensato che il reparto corse gli avesse fatto provare la MotoGP M1 molto velocemente e questo per diversi motivi:

  • Non era certo a quel tempo che Fabio Quartararo firmasse nuovamente con la Yamaha, lo si è fatto da allora e per 2 stagioni
  • La Yamaha MotoGP può contare solo sulla prestazione di Fabio, dove sono gli altri piloti Yamaha? In fondo al branco, per essere educato.
  • Per avvalorare l’ascesa in MotoGP del pilota turco è necessario far partire in fretta i test

E invece no, le settimane sono passate e per una buona ragione Toprak ovviamente non aveva intenzione di affrettarsi a salire nella categoria regina e puntare sul tentativo della doppietta in WSBK. Nel frattempo, Lin Jarvis doveva essere stufo di sentire il suo nome e le critiche dei piloti GP esistenti e ha detto che non c’era posto per Toprak nel 2023! Che ha sorpreso più di uno.

Ma è fatta, Toprak Razgatlıoğlu ha finalmente testato la M1 sul circuito di Aragon. Una sessione riservatissima, nessuna foto in pista per il momento, nessun video del pilota turco in stoppie in pit lane e solo un’istantanea tra il campione WSBK e Cal Crutchlow, collaudatore Yamaha in MotoGP, per illustrare questo attesissimo annuncio.

Il contesto della sessione di prova:

  • Una giornata ad Aragon in sessione privata (nota: non sarebbe successo durante una giornata in pista…)
  • 40 giri in tutto, 12 giri per scoprire la M1, le gomme Michelin, i freni in carbonio, il cambio seamless…
  • La fine della giornata è stata interrotta dalla pioggia, peccato.

Toprak Razgatlioglu in La déclaration:

« Era il mio primo giorno sulla Yamaha M1 MotoGP ed era completamente diverso dalla mia R1. Più potenza, un’elettronica diversa, un cambio impeccabile, tutto questo è completamente nuovo per me. Ad ogni giro ho imparato di più, perché dopo i Mondiali Superbike non è così facile adattarsi alla moto della MotoGP. Fortunatamente, avevo Cal Crutchlow a disposizione per darmi consigli e lui è stato in grado di aiutarmi molto. La moto si comporta bene, soprattutto in rettilineo dove è molto veloce, ed è stato interessante sperimentare i freni in carbonio. Le condizioni erano davvero calde oggi, quindi abbiamo fatto solo cinque o sei giri dopo i 12 giri iniziali per avere un primo feeling con la moto. Quando guardo la MotoGP in TV qui ad Aragon puoi vedere che è un po’ irregolare, e lo sento qui oggi. Non è poi così male, devi tenere l’acceleratore aperto per superare le buche, perché se le chiudi diventa più instabile. Nel complesso un test molto positivo, anche se questo pomeriggio è stato interrotto dalla pioggia che mi ha impedito di fare tutti i giri che avrei voluto. Mi è piaciuto molto guidare la MotoGP e ringrazio la Yamaha per avermi dato questa opportunità.« .

Ecco qua, poche cose da togliere a questa affermazione. Naturalmente, i freni in carbonio fermano un equipaggio; ovviamente la M1 va più veloce della R1 in rettilineo… Ma queste piccole osservazioni non ci dicono se ce ne sarà un’altra? Altri ? Se effettivamente il pilota turco ha intenzione di salire in MotoGP, tanto più che a 25 anni, il pilota WSBK farebbe bene a non ciondolare troppo nel suo campionato di “moto di serie”, tutto sommato per “la serie”. Se gli si presenta l’opportunità, deve coglierla rapidamente. Per lo sport motociclistico, vedere Toprak arrivare in MotoGP, lancerebbe molto… Immaginate Toprak/Fabio nel box, niente male! Resta alla Yamaha per risolvere i problemi degli sponsor sotto forma di energy drink e altri partner finanziari, ma la line up sarebbe intrigante. Certo, pochi piloti WSBK sono riusciti nel loro passaggio alla MotoGP, ma il talentuoso e focoso pilota transcontinentale potrebbe avere le risorse per sorprenderci! Continua.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}