Foot PSG – PSG: Kylian Mbappé nasconde un terribile fiasco

Qualificato agli ottavi di finale di Champions League senza aver perso una sola partita, il Paris Saint-Germain fatica però a far credere di poter arrivare fino in fondo. Kylian Mbappé nasconde la miseria.

Imbattuti e artefici di un’impeccabile Champions League, con quattro vittorie e due pareggi contro il Benfica, i campioni di Francia non avranno però un pareggio facile lunedì in Svizzera. Perché nonostante la sua bella carriera, il PSG ha ereditato il secondo posto nel Gruppo H mercoledì sera, per colpa di un Benfica sopraffatto che la squadra di Christophe Galtier non è riuscita a superare. Di conseguenza, il Paris cadrà su una capogruppo dagli ottavi. Brutte notizie per il Paris Saint-Germain. Tanto più che il gruppo parigino ultimamente non ha rassicurato nessuno in partita. E non è Jérôme Rothen a dire il contrario, lui per il quale il PSG non è più uno dei favoriti per la vittoria finale di Champions League.

Il PSG piangerà ancora in Champions League

Per l’ex giocatore del Paris Saint-Germain lo scenario è sempre lo stesso per il club della capitale, incapace di avere forza collettiva e sempre costretto a fare affidamento sul risultato individuale. Quel che è certo è che abbiamo visto nelle sei partite di Champions League o nei big di Ligue 1 che c’erano delle lacune. Se proviamo a vedere oltre, a febbraio con le partite a eliminazione diretta, questo secondo posto è catastrofico perché automaticamente giocherai una squadra molto forte. La prima valutazione che possiamo fare è che, appena il livello sale, questo PSG concede troppe occasioni. C’è una mancanza che è soprattutto collettiva. Sono troppo dipendenti dalle loro stelle anteriori. Quando sono al vertice, correggono molti problemi collettivi. Così era ancora mercoledì: la vittoria è felice, c’è grazie a un lampo di genio di Kylian Mbappé. Ma non è abbastanza quando giocherai con una squadra armata e collettivamente più forte. Penso che tutte le squadre nel cappello 1 siano più forti del PSG collettivamente. È qui che è difficile pianificare. Il PSG ha la squadra per andare fino in fondo quest’anno? Io, mi dico di no. L’obiettivo del calcio è vincere. Oggi possiamo solo congratularci con loro per essere ancora imbattuti. Ma siamo obbligati a guardare oltre i risultati. Guarda cosa sta succedendo, come questo gruppo si sfida, come funziona, come progredisce…”ha lanciato, su RMC, Jérôme Rothen, che pensa che il PSG peccherà ancora collettivamente per puntare alla corona europea in Champions League.

Ad ogni modo, il PSG conoscerà il suo futuro avversario lunedì dopo il sorteggio degli ottavi di finale. Con un po’ di fortuna, il Paris potrà trovare un club economico come il Porto o il Tottenham. Ma il Paris Saint-Germain può anche tirare la palla da grandissime come Manchester City, Real Madrid o Bayern Monaco. E la missione in Champions allora diventerà molto più difficile, nonostante la presenza in organico di Lionel Messi, Neymar e Kylian Mbappé. Da parte di Nasser Al-Khelaifi e Luis Campos, ora incrociamo le dita in modo che la fortuna sia finalmente dalla parte del Paris, visto che il sorteggio è stato spesso inclemente per il club tricolore nelle ultime stagioni. Sarà poi il momento di pensare al Mondiale, quindi alla finestra di mercato invernale che potrà ridistribuire le carte dalla parte del Parc des Princes.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *