Formula 1 | Hakkinen: Russell ha vinto la prima gara della lunga serie di F1

Hakkinen: Russell ha vinto il primo

È stato un weekend di primati per il Brasile in Formula 1: prima pole position per Kevin Magnussen e Haas F1, ma anche prima vittoria stagionale per Mercedes F1 e in carriera per George Russell.

Per il due volte campione del mondo Mika Hakkinen, il 24enne britannico ha ben meritato il suo primo successo nella disciplina dopo aver mostrato pazienza alla Williams. Il finlandese è anche in soggezione per i progressi compiuti dalla Mercedes F1 durante la stagione 2022.

“La gara è stata brillante questo fine settimana e George si è meritato di vincere dopo una grande prestazione. Venerdì è stato il più veloce dei due piloti Mercedes nelle qualifiche e sabato ha fatto uno sprint fantastico. Il suo Gran Premio poi è stato perfetto, è partito a una grande partenza, ha creato un distacco e non ha permesso alle safety car di smorzare la sua fiducia. Ha dovuto affrontare una pressione molto forte, soprattutto quando Lewis è tornato a 1,5 secondi, ma ce l’ha fatta.

“Probabilmente è la prima vittoria di una lunga serie per George. È a un buon punto della sua carriera, ha solo 24 anni ed è pienamente motivato. Ha trascorso tre anni alla Williams imparando la F1 su una macchina meno competitiva e ha sfiorato la vittoria con la sua debutto per la Mercedes al Gran Premio di Sakhir 2020. Ha dovuto aspettare fino a questo fine settimana per avere di nuovo una macchina competitiva e ha vinto”.

“L’inversione di tendenza della Mercedes è una delle cose più impressionanti della stagione. La loro macchina non funzionava all’inizio dell’anno, ma non si sono mai arresi e l’hanno sviluppata al punto da essere competitivi anche in Brasile”. per loro ma anche per la Formula 1, perché significa che la squadra ha saputo risolvere i suoi problemi e che dovrebbe avere una macchina molto più competitiva nel 2023″.

Rigore di Verstappen giudicato “severo” da Häkkinen

Häkkinen ha anche commentato il difficile fine settimana della Red Bull e ha espresso la sua opinione sulla collisione Hamilton-Verstappen, che ha comportato una penalità di 5 secondi per l’olandese.

“La Red Bull ha faticato questo fine settimana e il cambio di temperatura sembra averle condizionate sulle gomme. Hanno deciso di mettere Max sulle medie per la Sprint, ma anche con le morbide non hanno avuto la costanza della Mercedes o della “Ferrari” . Ciò dimostra quanto sia sensibile anche un’auto da campione a seconda del circuito. Max e Sergio non sono riusciti a replicare il loro solito dominio”.

“La collisione tra Max e Lewis all’inizio sembrava un incidente di gara, ma i commissari hanno ritenuto che fosse colpa di Max e gli hanno dato una penalità di 5 secondi. L’ho trovato grave perché alla curva 1 Max era davanti, Lewis è rimasto largo alla curva 2 ed era davanti quando ha preso la corda. Nessun pilota vuole cadere, soprattutto se è in gioco la vittoria. Max avrebbe potuto rallentare, ma stiamo parlando di una frazione di secondo per prendere una decisione”.

“Due punti si distinguono da questo incidente: il primo è che Lewis ha lottato duramente per tornare in gruppo, è arrivato secondo e si è avvicinato anche a George per la vittoria. È stato incredibile e ha ricevuto molto sostegno dai tifosi brasiliani, che lo ha preso nel cuore per la sua ammirazione per Ayrton Senna.La seconda è che Max ha perso solo dieci secondi durante il suo pit-stop per cambiare l’ala anteriore, è un’altra incredibile prestazione dei meccanici della Red Bull e poi è riuscito a raggiungere il traguardo in sesta posizione, non il più grande risultato della sua carriera ma è stato grazie al grande lavoro della squadra.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *