• Home
  • Formula 1 | Ricciardo ha apprezzato l’interesse della Mercedes F1 per lui ma…

Formula 1 | Ricciardo ha apprezzato l’interesse della Mercedes F1 per lui ma…

0 comments

Ricciardo ha apprezzato l'interesse di (...)

Daniel Ricciardo e la Mercedes F1 erano in trattative per un ruolo di pilota di riserva nel 2023, ma l’australiano alla fine ha deciso di tornare alla Red Bull quattro anni dopo aver lasciato.

In un’intervista al podcast In the Fast Lane, Ricciardo ha detto di aver apprezzato l’approccio del team guidato da Toto Wolff, ma ha spiegato che un ritorno a casa era quello di cui aveva bisogno dopo due anni molto complicati alla Mclaren.

“Ci sono state discussioni con la Mercedes e diciamo che ho apprezzato il loro impegno, ho sentito che c’era voglia che accadesse. Poi le cose si sono un po’ stagnate e sono naturalmente progredite verso la Red Bull”.

“Ovviamente quando ero alla Red Bull la Mercedes era la squadra da battere. Stavano dominando ed era una squadra che ho sempre seguito da vicino. “Aver avuto delle novità. È sempre bello vedere che sono ancora considerato dai top team nonostante i due anni che ho appena trascorso”.

“Sono stato anche molto grato che la Red Bull mi abbia concesso del tempo, dopo tutto il team non mi deve nulla. Sono rimasto un po’ sorpreso, sembravano entusiasti quanto me”.

“Man mano che l’idea di tornare in squadra diventava più seria, per me aveva sempre più senso. persone con cui ho già lavorato, mi farebbero bene. Oltre a trovare una macchina in cui mi trovo bene, anche se ora sono molto diverse”.

“Pensavo che tornare indietro sarebbe stato il modo migliore per avere il miglior ambiente possibile, il mio obiettivo era capire cosa voglio fare dopo il 2023”.

Ricciardo è “orgoglioso” delle sue avventure alla Renault e alla McLaren F1

Quando ha lasciato la Red Bull per passare alla Renault alla fine del 2018, Ricciardo era ben lungi dall’immaginare che un giorno avrebbe vestito di nuovo i colori della scuderia austriaca.

“Non è che avessi escluso di non ricongiungermi mai più con la famiglia Red Bull, ma quattro anni fa mi sembrava molto improbabile quando stavo iniziando un nuovo capitolo della mia carriera. La partenza è molto bella, ho sentito che era la scelta giusta mettendo sulla polo della squadra”.

“Sono orgoglioso delle sfide che ho affrontato negli ultimi anni, che abbiano funzionato o meno. Ma tornare dove tutto è iniziato è una sensazione molto speciale. Ci sono molti volti familiari, molti sono venuti a vedermi o mandarmi un messaggio. È stato davvero bello.

Se Ricciardo ha rapidamente affermato che la sua priorità era diventare un riservista nel 2023, riconosce che il suo stato d’animo era molto diverso quando ha negoziato la sua partenza con la McLaren F1 durante l’estate.

“Dopo la pausa estiva, quando si stavano svolgendo gli affari intorno al mio contratto, all’inizio ho pensato: ‘Oh, non ho un posto per il prossimo anno. Devo trovare una soluzione. Devo parlare con tutti e vedere cosa è possibile”. Questa è stata una specie di reazione iniziale. Non direi di essere stata presa dal panico, ma la mia reazione iniziale è stata emotiva”.

“Poi c’è stata questa tripletta di gare subito dopo la pausa, ero tipo allora, ‘Non so ancora cosa farò, ma penso che stia accadendo per un motivo e ho bisogno di una pausa'”.

“Dopo qualche riflessione, sono quindi arrivato alla seguente domanda: ‘Qual è il modo migliore per mantenere un piede nello sport, rimanendo coinvolto e allo stesso tempo avendo tempo per me stesso?'”

Presente in un terzo delle gare della prossima stagione?

Ricciardo, invece, è stato molto chiaro con la Red Bull: è fuori discussione andare a tutti i Gran Premi nel 2023.

“Ovviamente dovevo presentare le mie idee al team e ho detto, ‘Ascolta, se vuoi portarmi alle 24 gare, non funzionerà, perché in quel caso tanto quanto corro.’ “Quindi non c’è mai stata alcuna possibilità che fossi presente ogni fine settimana nel retro del garage. Era chiaro che non sarei diventato un pilota di riserva come 12 anni fa, quando non avevo esperienza”.

“Andrei su alcuni di loro, forse sei o otto. Spero non più di otto. Questo è un po’ il limite che ho fissato. E poi ovviamente ci sarà il lavoro nel simulatore e sul marketing. Formula 1 è una piattaforma enorme ed è per questo che voglio che il mio nome rimanga visibile, ma anche la Red Bull può beneficiare di un bel focolare come me!”

Per quanto riguarda la stagione 2024, Ricciardo non ha fretta.

“Ne riparleremo durante la seconda metà della stagione 2023, per ora datemi sei mesi di pausa!”

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}