Formula 1 | Russell vince il Brasile F1 Sprint e sarà in pole di gara

Russell vince il (...)

Kevin Magnussen ha preso la pole position ieri e ha preso il comando nello Sprint. Ma il pilota della Haas F1, pur essendo poleman, non sarà certo in testa alla partenza del Gran Premio di domani, la griglia di partenza sarà determinata dal risultato dello Sprint.

L’ottima prestazione del pilota danese, come quella di Lando Norris, quarto in griglia, sarà sicuramente complicata dalla presenza alle loro spalle di Red Bull e Ferrari, oltre ai piloti Mercedes F1.

Max Verstappen accompagna Magnussen in prima fila davanti a George Russell e Norris. Penalizzato di 5 posizioni per la partenza di domani, Carlos Sainz è quinto davanti agli alpini di Esteban Ocon e Fernando Alonso. I due uomini hanno preceduto Lewis Hamilton, Sergio Pérez e Charles Leclerc.

20:22: Questa corsa di 100 chilometri, un terzo di quella di domani, sfuggirà finalmente alla pioggia, mentre il sole inonda l’Autodromo José Carlos Pace al via.

20:28: Verstappen e Nicholas Latifi sono partiti con gomme medie, mentre gli altri 18 piloti prenderanno il via della Sprint con gomme morbide.

Partenza : Magnussen è partito benissimo e ha mantenuto il comando, ben davanti a Verstappen e Russell!

Giro 1: I due alpini sono quasi entrati in collisione ma hanno mantenuto la sesta e la settima posizione, mentre Sainz ha superato Norris alla fine del primo giro!

Giro 2: La battaglia tra Verstappen e Russell avvantaggia Magnussen che riesce a mantenere il comando per gran parte di questo secondo giro. Tuttavia, Verstappen è nel suo sorteggio alla fine di questo secondo turno.

Giro 3: Sainz ha fatto segnare il giro più veloce della gara e Magnussen è stato superato da Verstappen che ha preso il comando davanti alla Haas. Alonso è tornato ai box dopo il contatto con Ocon.

Giro 4: Hamilton ha fatto segnare il giro più veloce della gara in 1’14″317, e Russell poi Sainz ha superato Magnussen. Dietro, Hamilton è quinto davanti a Norris, e Leclerc è nono. C’è stata una collisione tra Alonso e Ocon, che è lo spagnolo che ha colpito il suo compagno di squadra.

Giro 6: Verstappen ha nove decimi di vantaggio su Russell e 2 secondi su Sainz. Hamilton ha superato Magnussen. Alonso si arrabbia alla radio per il contatto in partenza e poi quello del secondo giro, ma ha chiaramente la colpa.

Giro 7: Russell riesce a seguire Verstappen e rimanere sotto il secondo, mentre Sainz è a 1″6 dal britannico. Magnussen gira più lento dei primi quattro ma tiene a bada Norris e Pérez. Anche Ocon ha subito danni quando Leclerc e Gasly lo hanno superato, è decimo .

Giro 8: Verstappen tira fuori Russell dal secondo che gli permette di avere il DRS, ma il britannico riferisce che Verstappen ha infranto i limiti della pista alla curva 4.

Giro 9 : Pérez ha superato Magnussen, mentre le Aston Martin hanno reagito, Stroll ha resistito a Vettel al punto da mandarlo sull’erba.

Giro 11: Russell è tornato secondo da Verstappen, che ha comunque le gomme medie che normalmente gli permettono di non gestire le sue gomme. Hamilton torna su Sainz e Vettel ha finalmente superato Stroll.

Giro 12: Vettel supera Ocon per il decimo posto e Russell prende il comando della gara, ma Verstappen lo riprende!

Giro 13: Il britannico riprende ad attaccare la Red Bull, la Mercedes mostra un ottimo passo! Il duello tra i due uomini è durato dalla prima curva fino alla curva 5, ma la Red Bull ha mantenuto il comando. Hamilton sale anche al livello di Sainz, un secondo dietro. La bandiera gialla è alzata perché Albon è fermo.

Giro 14: Russell è ancora mezzo secondo dietro Verstappen e la bandiera gialla viene rimossa. Sainz è a 1″3 da Russell e Hamilton a sei decimi dallo spagnolo. I quattro piloti di testa sono nella stessa foto!

Giro 15: Russell attacca Verstappen e alla fine lo supera! Dietro, Hamilton è sulla scia di Sainz mentre Leclerc supera Magnussen e Ricciardo supera Stroll per l’11° posto.

Giro 16 : Russell ha già ampliato il gap con più di un secondo tra lui e Verstappen! Sainz è 1,1 dietro Verstappen ma ora deve fare i conti con Hamilton che è all’attacco della Ferrari. Continua la discesa agli inferi per Ocon che è 15°.

Giro 17: Il divario tra Russell e Verstappen è 2,3 e Sainz è a meno di un secondo da Verstappen. Hamilton è ancora in scia e vediamo che le gomme morbide sono le più efficaci. Stroll viene penalizzato di 10 secondi per una manovra pericolosa, è probabile che abbia anche 2 punti sulla patente dopo lo Sprint.

Giro 18 : Stroll si sposta ancora contro Schumacher, che ora è 13°. L’Haas VF-22 funziona decisamente molto bene. Davanti Verstappen, Sainz e Hamilton si tengono in un secondo.

Giro 19 : Sainz si è sbarazzato di Verstappen e ha preso il secondo posto, mentre rompeva l’ala anteriore della Red Bull, lasciando in difficoltà l’olandese contro Hamilton. Verstappen si difende da Hamilton ma finisce per cedere.

Giro 20: Russell è 4.2 davanti a Sainz e Hamilton è nettamente davanti a Verstappen. Pérez tornerà dal suo compagno di squadra, che sembra alle prese con la sua ala danneggiata. Norris ha preso il settimo posto da Magnussen. Hamilton, Ricciardo e Zhou sono indagati per scarso piazzamento durante la procedura di partenza, ma questo sarà indagato dopo la gara Sprint.

Giro 21: Verstappen perde molto tempo su Pérez, ma Sainz inizia a notare un deterioramento delle gomme morbide. È 4,1 dietro Russell. Vettel supera Gasly per il nono posto.

Giro 22 : Sainz torna un po’ indietro su Russell, e riesce a tenere 1”4 di vantaggio su Hamilton. Vince Verstappen ma riesce a mantenere il margine sul compagno di squadra.

Giro 23 : Pérez chiede il posto di Verstappen, spiegando che ce l’ha “bisogno di punti”.

Ultimo giro: Hamilton è a meno di un secondo da Sainz ma non riesce a superare lo spagnolo.

Arrivo: Russell vince questo terzo e ultimo Sprint dell’anno, davanti a Sainz e Hamilton. I piloti Mercedes F1 monopolizzeranno la prima fila della gara, con Sainz penalizzato di cinque posizioni. Seguono Verstappen e Pérez, che saranno in seconda fila, davanti alle Ferrari di Leclerc e Sainz.

Norris e Magnussen si divideranno la quarta fila davanti a Vettel e Gasly. Seguiranno Ricciardo e Schumacher davanti a Zhou e Bottas, Alonso, Tsunoda, Stroll, Ocon, Latifi e Albon.

Pos. Pilota Macchina Spacco Fermate
01 Giorgio Russel Mercedes W13 24 giri – 30m11.307s 0
02 Carlos Sainz Ferrari F1-75 +3.995 0
03 Lewis Hamilton Mercedes W13 +4.492 0
04 Max Verstappen Red Bull RBPT RB18 +10.494 0
05 Sergio Perez Red Bull RBPT RB18 +11.855 0
06 Charles Leclerc Ferrari F1-75 +13.133 0
07 Lando Norris McLaren Mercedes MCL36 +25.624 0
08 Kevin Magnussen Haas Ferrari VF-22 +28.768 0
09 Sebastian Vettel Aston Martin Mercedes AMR22 +30.218 0
10 Pierre Gasly AlphaTauri RBPT AT03 +34.170 0
11 Daniele Ricciardo McLaren Mercedes MCL36 +39.395 0
12 Mick Schumacher Haas Ferrari VF-22 +41.159 0
13 Guanyu Zhou Alfa Romeo Ferrari C42 +41.763 0
14 Valtteri Bottas Alfa Romeo Ferrari C42 +42.338 0
15 Fernando Alonso Alpine Renault A522 +48.985 1
16 Yuki Tsunoda AlphaTauri RBPT AT03 +50.306 0
17 Lancia Passeggiata Aston Martin Mercedes AMR22 +50.700 0
18 Stefano Ocon Alpine Renault A522 +51.756 0
19 Nicola Latifi Williams Mercedes FW44 +76.850 0
20 Alex Albon Williams Mercedes FW44 DNF 0

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *