Formula 1 | Sauber prepara un programma completo per Pourchaire in F1

Sauber prepara un completo (...)

Théo Pourchaire sembra essere in pole position per un brillante futuro alla Sauber, con il team che sarà controllato a maggioranza dall’Audi entro il 2026.

Il capo del team Frederic Vasseur ha recentemente affermato che era troppo presto per discutere chi sarà il primo pilota firmato da Audi.

“Certo che abbiamo Valtteri Bottas, abbiamo Guanyu Zhou a bordo, abbiamo Theo nei tubi. Ma avremo tempo per discuterne”.

Nulla infatti garantisce che Audi non voglia imporre le proprie scelte perché il 2026 è ancora lontano. Ed è anche del tutto possibile che a Frédéric Vasseur venga chiesto di lasciare il suo posto prima o poi.

Nel frattempo, il 19enne Pourchaire aveva intenzione di lasciare la Formula 2 dopo la stagione di quest’anno, in cui è arrivato secondo assoluto.

“È la mia ultima stagione in F2, questo è certo. Dal punto di vista finanziario non sarà possibile farne un’altra. Non è una buona soluzione. Per un pilota bastano due stagioni in un campionato” ha detto qualche settimana fa.

Sauber intende fare di Pourchaire il suo pilota di riserva a tempo pieno nel 2023.

“Il ruolo del pilota di riserva è sfaccettato”, dice Vasseur oggi. “Molti dei piloti che brillano oggi in F1 non hanno fatto meglio di lui in Formula 2.

“È anche molto, molto giovane. La conclusione che ne abbiamo tratto è che dobbiamo strutturarlo un po’ di più, dargli più esperienza, più lavoro tecnico, soprattutto fuori dalla macchina”.

Un programma completo è stato redatto per Pourchaire l’anno prossimo, con Vasseur che ha rivelato che lo farà “due Libero 1, test durante la stagione e test dopo la stagione”.

“In seguito sarà responsabile dello sviluppo al simulatore e anche durante i weekend di gara. Per lui è un vero programma di strutturazione perché ci sono briefing prima, briefing dopo, stare con i suoi ingegneri, i suoi meccanici, se stesso nella sua preparazione. tutto il modo di affrontare la gara”.

“Quando hai 18 o 19 anni, non è sempre facile posizionarsi in relazione alle persone dell’età di tuo padre che sono professionisti. Ma non sono preoccupato per lui. Penso che lui prenda solo la situazione e l’opportunità di fare esso.”

Parte del piano di Vasseur è che Pourchaire continui a correre il prossimo anno.

“Stiamo pensando di fargli fare un programma di gare parallelo per permettergli di rimanere competitivo. C’è il Giappone (Super Formula) che è un’opzione. La F2 è un’opzione ovvia perché questo significa che rimane con noi, nel nostro mondo, in contatto con noi.”

Pourchaire ammette che potrebbe riconsiderare la sua decisione di lasciare la F2.

“Se c’è un buon contratto e una buona opzione, perché non rifare la F2? Ho 19 anni, il prossimo anno sarò ancora uno dei piloti più giovani. Ogni anno rimango il più giovane” Pourchaire si diverte.

“Forse non farò nulla con questo ruolo di pilota di riserva che si preannuncia molto pieno. Dopo lo stress, la gara, la vita è ancora bella. Il simulatore è buono ma non è la realtà”.

“Il mio ruolo principale sarà quello di pilota di riserva per aiutare la squadra. Il resto sarà un bonus. Mi sto preparando per il 2024. Il mio sogno è essere in F1, essere campione del mondo”.

L’obiettivo dei francesi? Passare sotto il nome Sauber nel 2024-2025 prima dell’arrivo di Audi e convincere il costruttore tedesco a mantenerlo con due buone stagioni. Ma, per questo, Vasseur dovrebbe fare a meno di Bottas o Zhou…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *