• Home
  • Francia-Marocco, un manifesto che affascina l’Algeria

Francia-Marocco, un manifesto che affascina l’Algeria

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

“Uno, due, tre, Viva Algeria”. Durante questo Coppa del Mondo, la celebre canzone dei tifosi del Fennecs non ha risuonato negli stadi del Qatar. E per una buona ragione, i Verdi di Djamel Belmadi non sono riusciti a qualificarsi per il torneo che riunisce le migliori selezioni del mondo del calcio. Nonostante la delusione e la tristezza, diversi tifosi della nazionale non hanno voluto mancare a questo incontro e quindi si sono recati in Qatar. Non potevano mancare le tante bandiere algerine presenti sugli spalti nei giorni delle partite. Anche nel Paese, dove la palla tonda è una passione per molti, i Mondiali riscuotono generalmente un certo successo popolare e anche mediatico.

Ce lo spiega Juba Touabi, giornalista di DZ Calcio. “Come in ogni Coppa del Mondo, gli algerini sono sempre felicissimi di seguire una grande competizione e di vedere le più grandi star del calcio sfidarsi per un mese. Sezioniamo gli incontri tra amici e familiari (…) I media sportivi algerini parlano molto di questo Mondiale in Qatar. Il campionato nazionale non è stato interrotto, come accade in altri paesi, ma viene data priorità alle competizioni più prestigiose. E il bellissimo percorso della squadra marocchina è un motivo in più per interessarsene.. In effetti, il manifesto Francia-Marocco sarà particolarmente seguito in Algeria.

Gli algerini sono appassionati dei Mondiali

La nazione, che occupa la 37esima posizione nella classifica FIFA, ha legami stretti e storici con la Francia. Diversi Fennec sono anche giocatori binazionali o si evolvono in Francia. Paese di frontiera del Marocco e membro del Maghreb, l’Algeria condivide in particolare una cultura o una religione simile. Non va inoltre dimenticato che esistono tensioni diplomatiche tra le due nazioni. Oltretutto, Il parigino spiega che dall’inizio della Coppa del Mondo, il canale televisivo Canale dell’Algeria non comunica i risultati del Marocco. Nonostante ciò, lo sport ha questo potere di unire le persone. Nel 2014 alcuni tifosi e giocatori marocchini e tunisini avevano tifato i Fennec, autori di un bel percorso. Otto anni dopo, secondo Juba Touabi, molti fan dei Verdi sono dietro agli Atlas Lions.

“Questa partita Francia – Marocco sarà ovviamente seguita da un numero molto elevato di tifosi algerini. La grande maggioranza degli algerini è ovviamente a favore di una vittoria per gli Atlas Lions durante queste semifinali. C’è una vicinanza tra i due popoli vicini. La squadra marocchina ha conquistato il rispetto di molti tifosi in tutto il mondo dall’inizio del torneo. E gli algerini ne fanno chiaramente parte.. Giornalista per La Gazzetta du FennecMohamed Touileb lo conferma. “Gli algerini non hanno particolare interesse per la Francia e la sua carriera. Molti, invece, seguono con attenzione quello del Marocco. Questo è abbastanza normale poiché è un rappresentante africano ma anche arabo e Amazigh per alcuni ai Mondiali. C’è anche la vicinanza geografica e culturale tra l’Algeria e il Marocco. Contrariamente a quanto si dice qua e là, molti algerini sostengono gli Atlas Lions..

I Fennec votano per gli Atlas Lions

Egli persegue: “Posso dirti che sabato, quando si giocava la partita, fuori non c’era molta gente. E si sentiva la gente esultare quando i marocchini aprivano il punteggio. Certo, c’è una parte che era dalla parte dei portoghesi. Ma, in decibel, sono i pro-Marocco a vincere (…) L’algerino è piuttosto emozionato. Certo, non tutto è idilliaco sul piano politico ma, volontariamente o inconsapevolmente, il cuore tenderà sempre verso i vicini. Ovviamente non mancheranno persone che potranno essere influenzate da pubblicazioni “odiose” sui social network, soprattutto tra i giovani. Ma penso che se c’è un campo da scegliere, sarà quello dei protetti di Walid Regragui. Tanto più che quest’ultimo ci ricorda Djamel Belmadi nei suoi primi giorni. E speriamo che conosca lo stesso successo guidando il Marocco verso altri exploit. Ma non contro di noi (ride) perché la rivalità riaffiorerà. Sappiamo che i marocchini si vanteranno di aver raggiunto i quattro ace, o anche di più, e di prestazioni storiche. Ma è gioco leale”.

Anche i giocatori hanno scelto la loro squadra. Mentre alcuni che abbiamo contattato non desideravano posizionarsi pubblicamente, altri hanno optato per gli Atlas Lions. È il caso di due giocatori binazionali (algerini e francesi) della squadra algerina, uno dei quali ci ha confidato. “Io sono per il Marocco. Siamo africani, musulmani. Ho giocato con alcuni giocatori della squadra marocchina come altri compagni di nazionale. Ci conosciamo tutti, andiamo d’accordo”. Infatti, Nayef Aguerd e Said Benrahma giocano insieme al West Ham. Rachid Ghezzal e Romain Saiss difendono i colori del Besiktas. Sofiane Boufal e Azzedine Ounahi giocano ad Angers con Nabil Bentaleb. Anche altri si sono incrociati prima. Il cuore quindi si inclinerà un po’ di più verso il Marocco mercoledì sera. Probabile anche la presenza in tribuna di alcuni tifosi algerini accanto ai “fratelli” marocchini come hanno già fatto durante la competizione come Moamed Touileb.

I sostenitori dei Verdi sono presenti in Qatar

“Penso che ci sia una consistente comunità algerina in Qatar. E potremmo vederlo nei video. È impegnata nella causa calcistica dei marocchini. Non arriverò a dire che il successo del Marocco sarà quello dell’Algeria. Ma condividiamo molte cose con i nostri vicini. E siamo ben posizionati per sapere che questo tipo di vittorie è una boccata d’aria fresca per la gente. La rivalità riprenderà dopo la Coppa del Mondo. E se il Marocco è campione del mondo, sarà difficile trovare controargomentazioni per ingannare i vicini. Niente può eguagliare la vittoria della Coppa del Mondo”.. Uno shock che quindi infiammerà l’Algeria. Ci prepariamo anche noi a vivere questo manifesto in modo particolare?

«Non particolarmente, no. Le persone seguiranno le semifinali a casa o nelle mense o nelle sale da tè. Non ci sono fan zone per questo evento poiché l’Algeria non è qualificata per la Coppa del Mondo lì., afferma Mohamed Touileb. Juba Touabi ha un’opinione leggermente diversa. “Questa semifinale Francia-Marocco è prevista in Algeria. Oltre al fatto che è il Marocco e quindi una squadra africana a tifare, è una semifinale di Coppa del Mondo. E in Algeria, il calcio è re. I caffè saranno sicuramente affollati per questo grande incontro. Un appuntamento che sarà quindi seguitissimo domani sera alle 20 in Francia, in Marocco ma anche in Algeria e nel mondo.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}