Francia-Sudafrica. Il tentativo di Falatea, citato da Ramos?… Le azioni della partita fanno parlare

La prova concessa al pilastro della XV di Francia, Sipili Falatea, contro il Sudafrica, non parla male.
La prova concessa al pilastro della XV di Francia, Sipili Falatea, contro il Sudafrica, non parla male. (©Icona Sport)

Tutti gli osservatori concordano: questo Francia-Sudafrica conteso a Marsiglia era di a impegno spettrale. Raramente abbiamo visto una tale ferocia tra due squadre in campo, e il XV di Francia ha mostrato di avere il midollo vincendo la resa dei conti contro i campioni del mondo in carica (30-26). In tutto, sono stati attivati ​​non meno di 5 protocolli di commozione cerebrale.

Questa domenica, 13 novembre 2022, siamo ancora sotto shock perché questa partita ha incantato tutti. Eppure molte discussioni ruotano attorno a diverse decisioni prese da Wayne Barnes. Si tratta in particolare di il processo concesso al pilastro Sipili Falateache ha offerto la vittoria ai Blues, ma anche l’assenza di sanzioni per Tommaso Ramosil cui avambraccio ha colpito direttamente la testa di Cheslin Kolbe.

Saggio di Sipili Falatea: “doppio movimento” o no?

Se i cartellini rossi di Pieter-Steph Du Toit et Antoine Dupont non si prestano al dibattito, avendo il capitano del XV di Francia riconosciuto di aver effettivamente commesso una colpa su Cheslin Kolbe, la prova di Sipili Falatea permette di stabilire dubbi.

Dopo una combinazione in touch e un punto fermo di Yoram Moefana, il pilastro del Bordeaux-Bègles si stacca, dopo un pick and go, per attraversare l’area avversaria allungando il braccio. Da parte sudafricana si stima un “doppio movimento”. L’arbitro, Wayne Barnes, ha chiamato il suo arbitro video, tranne che… il collegamento non funzionava a quel punto. Ciò ha provocato l’ira degli Springboks, Barnes ha concesso la prova senza avere un’immagine.

Cosa fa il regola ? È previsto che un giocatore, in possesso di palla, non possa ricevere supporto aggiuntivo per aiutarlo a segnare. Falatea si è aiutato? Non è pulito. Inoltre, il placcaggio è completamente completato con le ginocchia di Falatea a terra? Ognuno avrà la propria opinione. Sulle immagini non sembra chiaro e ovvio. In questo caso, Barnes si è attenuto alla sua decisione di base, che era quella di provare.

Ma se questa prova fosse stata rifiutata, non ci sarebbe stato nemmeno uno scandalo, l’atteggiamento del pilastro francese potendo suggerire questo “doppio movimento”.

Video: attualmente su Actu

Thomas Ramos, un pugno in faccia a Cheslin Kolbe?

Tra i tifosi sudafricani, ci sentiamo chiaramente feriti dall’arbitrato di Wayne Barnes. Il direttore del rugby sudafricano, Rassie Erasmus, ha lanciato una bella propaganda postando diversi video su Twitter per puntare il dito contro situazioni discutibili.

Tra questi c’è un scontro tra Thomas Ramos e Cheslin Kolbe proprio all’inizio del gioco. Eseguendo un rilancio, il posteriore del XV di Francia ha messo in difesa l’ala avversaria, ma nel suddetto video si vede l’avambraccio degli Habs colpendo direttamente la faccia di Kolbe. Un atto riprovevole, ma che è sfuggito al trio arbitrale, proprio come il videooperatore.

Si può citare Thomas Ramos per questo gesto ? Dipende dal Match Citing Commissioner. Secondo Regolamento mondiale di rugby sull’argomento, «accade in un minimo di 12 ore e al più tardi in un massimo di 48 ore dopo la partita. In circostanze eccezionali, può essere concessa una proroga su richiesta al Responsabile Legale/Disciplinare designato per la gara”.

Il Toulousain sarà fissato all’inizio della settimana. Se nessuna citazione avverrà prima della tarda serata di lunedì, Ramos sfuggirà a qualsiasi sanzione e potrà fare domanda per la partita contro il Giappone il 20 novembre a Tolosa. Questa sarebbe una spina nel fianco in meno di Fabien Galthié, che dovrà fare a meno di Baille, Flament, Danty e Dupont.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Actu Rugby nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *