• Home
  • Gaudu, Démare, Madouas… Gli obiettivi di Groupama-FDJ per il 2023

Gaudu, Démare, Madouas… Gli obiettivi di Groupama-FDJ per il 2023

0 comments

Avremo ambizione per tutto il 2023, sia al Tour, alle Classiche, al Giro e alla Vuelta, e con ogni volta un orientamento particolare. Ecco come l’illustre responsabile della formazione Groupama-FDJMarc Madot – ha presentato l’anno 2023 durante la presentazione della sua squadra, questo venerdì. “Il Giro d’Italia con Thibaut Pinot, il Giro di Spagna con un giovanissimo telaio di La Conti, e il Tour de France con David Gaudu e Arnaud Démare, sui quali vogliamo ancora raggiungere un nuovo livello, ovvero essere il più vicino possibile ai migliori della classifica generale e di essere negli sprint con Arnaud. E’ ambizioso, può sembrare complicato o impossibile, ma sarà possibile”. La squadra francese ha grandi ambizioni. E c’è qualcosa. Panoramica.

Video – Madiot: “Avremo ambizioni per tutto l’anno”

Tour de France: David Gaudu leader, Arnaud Démare “cecchino”

Sarà, come al solito, un punto importante della stagione di Groupama-FDJ : il Giro di Francia ! E dopo aver fallito ai piedi del podio nel 2022 (4°), Davide Gaudu (26 anni) e la squadra tricolore del World Tour adesso spera di fare meglio, anzi molto meglio… “Per salire sul box, David dovrà fare un po’ più di tacca rispetto a quest’anno. Personalmente, penso che abbiamo tutte le carte in regola per puntare al podio. Può farti sorridere o suscitare piccoli risentimenti, ma non importa. Credo davvero che David Gaudu possa salire sul podio del Tour e lotteremo per questo”.Spiegare Marc Madot.

Siamo riusciti, con il duro lavoro del team, a conquistare il quarto posto nell’edizione 2022, ma continuiamo a puntare sempre più in alto: il podio”.afferma, da parte sua, il bretone Davide Gaudu. Se non conosce ancora l’identità dei suoi compagni di squadra, il 3° di Liegi-Bastogne-Liegi Il 2021 dovrà comunque comporre con la presenza diArnaud Demare (31 anni) che potrebbe simbolicamente superare la soglia dei 100 successi il prossimo anno (attualmente 91 vittorie). “Al Tour la squadra sarà incentrata su David Gaudu per essere operativa per la classifica generale, mentre Arnaud sarà lì come cecchino. Non avremo un treno, non avremo il controllo della corsa, ma saremo lì per colpire duro, cosa che il percorso del Tour 2023 consente”astratto Marc Madot.

Giro d’Italia: Thibaut Pinot torna in Italia!

Certo, non ha avuto la migliore stagione della sua carriera, ma, nel 2022, Thibaut Pinot probabilmente ha riacquistato la voglia di correre. In questa stagione, lo scalatore francese ha ritrovato anche il gusto della vittoria. 1007 giorni dopo il suo ultimo successo in gara ed è stato il… Giro di Francia 2019 in cima al Col du Tourmalet, il corridore di 32 anni ha avuto imposto alla 5a e ultima tappa del Giro delle Alpi. È con la voglia di proseguire su questa dinamica positiva che il francese si avvicina alla stagione 2023, che potrebbe essere l’ultima della sua carriera. Per il prossimo anno punta a una sola gara: la Giro d’Italiadal 6 al 28 maggio 2023.

“Tornerò sulle strade del Giro d’Italia il prossimo maggio e sono molto felice. Cinque anni dopo la mia ultima partecipazione e il mio ritiro, devo prendermi la mia rivincita su questa corsa leggendaria”. Il suo miglior risultato sul Giro ? Nel 2017. Il campione di Giro della Lombardia Il 2018 aveva quindi concluso la gara al quarto posto dietro Vincenzo Nibali (3e), Nairo Quintana (2°) e Tom Dumulin (1°), ad appena 1’17” dal leader. Thibaut Pinotguarito e riacquistato lo stimolo: “jHo partecipato al Giro solo due volte eppure è un evento che mi fa sognare. Amo quello che offre il ciclismo in Italia. Ho già vinto una magnifica tappa nel 2017, mi sono visto sul podio nel 2018 prima di dover mollare e da allora non sono più tornato. Sono estremamente motivato; Voglio vincere lì. Correrò molto anche in Francia. Non vedo l’ora che inizi la stagione”.

I Classici: Madouas-Küng, coppia vincente per il 2023?

Se la stagione 2022 di Groupama-FDJ ebbe successo, anche grazie al periodo dei classici. Le Flandriennes sono un buon esempio di questo periodo di successo per la squadra francese. Valentin Madouas (26 anni) ha ottenuto il 3° posto nella Giro delle Fiandre et Stefan Kung (29 anni) ha ottenuto la stessa performance sulinferno del nord. Questi due corridori hanno davvero portato la squadra Groupama-FDJ, anche se era un intero collettivo che brillava (Kevin Geniets, Lewis Askey, Rudy Molard, Quentin Pacher…). Sarà così anche per la stagione 2023.

L’anno scorso siamo andati molto vicini alla vittoria con tanti podi, soprattutto alla Parigi-Nizza e al Giro delle Fiandre. Quest’anno il desiderio di alzare le braccia a un Monumento è naturalmente tanto più grande. Personalmente, spero di essere efficiente come nel 2022 e di fare anche un ulteriore passo avanti, continuando a progredire e alzando le braccia per la squadra. Abbiamo un ottimo collettivo che migliorerà ulteriormente, con l’obiettivo di replicare le ottime prestazioni dello scorso anno”.spiegato in particolare Valentin Madouas durante la presentazione della squadra, questo venerdì. Il messaggio è arrivato… Ci vediamo in primavera!

La Vuelta: spazio ai giovani con Martinez e Grégoire

È stata una sorpresa dalla presentazione della squadra Groupama-FDJ : lsono due giovani francesi Lenny Martinez (19 anni) e Romain Gregoire (19 anni), chi rappresentano la politica messa in atto dal team francese, con il reclutamento esclusivo di otto corridori del team Conti per il collettivo professionistico, scopriranno le gioie di un Grand Tour nel 2023. Parteciperanno al Giro di Spagna (26 agosto – 17 settembre). “Ovviamente mi aspetto molto da Romain Grégoire. È un ragazzo determinato, ambizioso, sicuro di sé e pieno di fiducia. Lo stesso vale per Lenny Martinez, che ha qualità di arrampicata fenomenali”disse Marc Madot.

“Penso che sia fantastico che la squadra si sia fidata di noi e che otto giovani di La Conti si siano uniti al WorldTour. Non ce lo aspettavamo all’inizio della stagione e avrebbe potuto creare un po’ di rivalità tra di noi, ma non del tutto. I risultati di inizio stagione hanno dato a tutti noi uno slancio positivo e tutti hanno potuto alzare le braccia prima o poi durante l’anno. È fantastico che il team ci abbia premiato nel miglior modo possibile. La nuova generazione è ansiosa di scoprire il livello WorldTour e vogliamo essere in gioco il prima possibile e supportare i nostri leader esperti nel miglior modo possibile. Siamo tutti consapevoli di ciò che dobbiamo portare alla squadra “.ha confidato, da parte sua, il vincitore, tra gli altri, di Liegi-Bastogne-Liegi Speranze nel 2022.

CE COSA RICORDARE

  • La squadra di ciclismo Groupama-FDJ entra nella stagione 2023 in nuovi colori. Una nuova tunica che conserva il forte indicatore di formazione: il riferimento al blu-bianco-rosso. Questa nuova maglia, i corridori hanno contribuito al suo design e sono determinati a farla brillare.

  • La campagna Classici delle Fiandre e delle Ardenne sarà un momento decisivo per la squadra. Stefan Küng e Valentin Madouas avranno la volontà di ripetere le prestazioni del 2022 e questa volta di cercare la vittoria.

  • Stefan Küng ha sfiorato il titolo mondiale nel 2022; cercherà di raggiungere il Graal questa volta: il titolo di Campione del Mondo.

  • Quest’anno, il team desidera sviluppare un ” Girone Coppa di Francia FDJ », un collettivo offensivo e d’attacco con giovani piloti di talento come Paul Penhoët e Laurence Pithie.

  • David Gaudu ha una chiara ambizione per il Tour de France: essere in corsa per il podio finale.

  • Thibaut Pinot tornerà sulle strade del Giro d’Italia, con un obiettivo ben preciso: vincere tappe.

  • Riferimento dello sprint mondiale ormai da un decennio, la simbolica barra delle 100 vittorie sarà un traguardo importante per Arnaud Demare.

  • La nuova generazione sarà allineata sulle strade del Giro di Spagnaun gruppo che comprende due grandi speranze Lenny Martinez e Romain Grégoire.

  • Il team ciclistico Groupama-FDJ ha scelto di affidarsi al proprio team Continental, reclutando il 100% “internamente”, otto promozioni al team WorldTour.

  • Il Conti è diventato un riferimento mondiale, 29 vittorie quest’anno. La classe del 2023 ci proverà mantenere il suo rango come la migliore squadra di formazione.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}