• Home
  • GP di Valencia 2022: Francesco Bagnaia campione del mondo (classifica finale)

GP di Valencia 2022: Francesco Bagnaia campione del mondo (classifica finale)

0 comments

Classifica :

  1. Alex Rins – Team Suzuki Ecstar
  2. Brad Binder – Red Bull KTM Factory Racing
  3. Jorge Martin – Prima Pramac Racing
  4. Fabio Quartararo – Monster Energy Yamaha Moto GP
  5. Miguel Oliveira – Red Bull KTM Factory Racing
  6. Joan Mir – Team Suzuki Ecstar
  7. Luca Marini – Squadra Corse VR46
  8. Enea Bastianini – Gresini Racing MotoGP
  9. Francesco Bagnaia – Team Ducati Lenovo
  10. Franco Morbidelli – Monster Energy Yamaha Moto GP
  11. Marco Bezzecchi – VR46 Racing Team
  12. Raul Fernandez – Tech 3 KTM
  13. Remy Gardner – Tech 3 KTM
  14. Takaaki Nakagami – LCR Honda Idemitsu
  15. Fabio Di Giannantonio – Gresini Racing MotoGP
  16. Cal Crutchlow – WithU Yamaha RNF
  17. Alex Marquez – LCR Honda Idemitsu
  18. Jack Miller – Ducati Lenovo Team (ritirato)
  19. Johann Zarco – Pramac Racing (ritirato)
  20. Maverick Vinales – Aprilia Racing (ritirato)
  21. Marc Marquez – Team Repsol Honda (ritirato)
  22. Darryn Binder – Con U Yamaha RNF (DNF)
  23. Pol Espargarò – Repsol Honda Team (ritirato)
  24. Aleix Espargaro – Aprilia Racing (ritirato)

Francesco Bagnaia:

Francesco Bagnaia è per la prima volta campione del mondo MotoGP. L’italiano permette alla Ducati di riallacciarsi al successo, sin dal titolo di Casey Stoner nel 2007.

Sotto il giogo della pressione, quest’ultimo ha disputato una gara movimentata. Dopo un buon inizio, il membro della VR46 Academy si è ritrovato presto a testa a testa con Fabio Quartararo, al punto da perdere un’appendice aerodinamica. Risalendo fino al 4° posto, Pecco Bagnaia ha giocato sul sicuro arrivando al traguardo in 9° posizione (risultato sufficiente per assicurarsi il titolo).

Fabio Quartararo:

È stato in lacrime che il francese ha tagliato il traguardo. La sua corsa si riassume in una parola: combattività. Limitato dalle prestazioni della sua Yamaha, Fabio Quartararo non ha mai smesso di sperare di lottare per la vittoria.

Autore di una partenza corretta, il nizzardo è rimasto intrappolato nella trappola della Ducati, facendogli perdere tempo al comando. Una volta sistemato comodamente in 4a posizione, quest’ultimo ha approfittato della caduta di Marc Marquez per salire temporaneamente sul podio. A un ritmo di gara insufficiente, El Diablo non ha potuto contenere l’ardore di Brad Binder (KTM) scatenato sul Circuit Ricardo Tormo. Impotente, ma a testa alta, Fabio Quartararo ha tagliato il traguardo in 4° posizione.

Suzuki:

Per il suo ultimo Gran Premio di MotoGP, il team Suzuki ha avuto un fine settimana poco brillante. Fiduciose durante tutte le sessioni di prove, le moto giapponesi hanno finito per perdere in qualifica. Dopo un’ottima partenza, Alex Rins è riuscito a sorprendere tutti in gara portandosi subito in testa alla fine del primo giro. Dopodiché, lo spagnolo non ha mai mollato la presa finché non è arrivato al traguardo.

Al contrario, Joan Mir ha avuto più difficoltà nel gruppo. Reduci da un infortunio dopo il Gran Premio d’Australia, lo spagnolo ha concluso la sua gara al 6° posto, siglando la sua migliore prestazione. Ma quest’ultimo vede la sua prestazione cancellata dalla vittoria del compagno di squadra e ancor più dal primo titolo mondiale di Francesco Bagnaia.

Giovan Zarco:

Fiducioso ma sotto pressione per partire al fianco di Francesco Bagnaia dalla nona posizione, Johann Zarco è finalmente tornato ai suoi vecchi demoni. Il pilota della Pramac ha perso quasi 4 posizioni al via, scendendo al 12° posto. Purtroppo quest’ultimo non è riuscito a impostare il ritmo per risalire il gruppo. Finisce la sua corsa e la sua stagione nella trappola di ghiaia; e ora si sta concentrando sul 2023.

Più informazioni

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}