Hamilton entusiasta del film di F1 che sta producendo

La Formula 1 sta conquistando l’America, come dimostrano lo spettacolo a Las Vegas questo fine settimana e un progetto cinematografico di Hollywood.

Brad Pitt è un appassionato di sport motoristici: lo sappiamo da quando ha dato il via alla 24 Ore di Le Mans nel 2016 (foto sotto con i tre volte vincitori dell’evento André Lotterer, Benoît Tréluyer e Marcel Fässler). La megastar 58enne occupa la vetta del botteghino di Hollywood e la sua presenza nel casting del film in preparazione per la F1 la dice lunga sull’ambizione del progetto.

Brad Pitt a Le Mans con i piloti Audi Sport nel 2016.

L’originalità dell’approccio deriva dal coinvolgimento personale di Lewis Hamilton, il pilota di maggior successo del 21° secolo, nel round finanziario. Ha creato la sua società di produzione chiamata “Dawn Apollo Films” con la sua compagna Penni Thow, ben introdotta nel mondo del cinema.

Il film – il cui titolo è ancora sconosciuto – sarà trasmesso su Apple TV+ e abbiamo notato la presenza del CEO di Apple Tim Cook al recente Gran Premio degli USA, dove si è distinto per aver abbassato (dolcemente!) la bandiera a scacchiera al termine della la gara. È stato accompagnato in Texas da Joe Kosinski, il regista scelto, noto per i recenti Top Gun: Maverick.

L’attore e produttore con il boss della Apple ad Austin.

Alla sua vecchiaia, Pitt sarà credibile nel ruolo di pilota? In ogni caso si è immerso nei segreti della Formula 1 durante il weekend trascorso sul COTA con Kosinski, la cui padronanza degli effetti speciali ha fatto miracoli negli ultimi Top Gun. Non c’è dubbio che l’evoluzione tecnologica dell’industria cinematografica deve consentire di trasmettere in modo esponenziale sul grande schermo le emozioni già provate durante la trasmissione televisiva dei Gran Premi.

Con tale potenziale, speriamo che lo scenario sia all’altezza delle aspettative anche se le rare fughe di notizie del “Pitch” riportano alla mente brutti ricordi: un ex pilota esce dalla pensione per aiutare un rookie in un duello sotto forma di scontro di generazioni … esattamente un tema straziante Guidato indossato da Sylvester Stallone nel 2001 con le monoposto del campionato CART (IndyCar) dopo che Bernie Ecclestone ha gentilmente respinto la star del bodybuid dai paddock di F1.

“Driven”: un disastro da non ripetere!

La Formula 1 non ha spesso ispirato Hollywood, probabilmente perché Mister E. era intransigente sui diritti e ha lottato per affermare lo sport negli Stati Uniti. In precedenza, John Frankenheimer ha diretto il fantastico film Gran Premio (con James Garner e Yves Montand) che fu un vero successo nel 1966. Più vicino a casa, l’ultimo film sulla F1 raccontava il duello tra James Hunt e Niki Lauda per il titolo mondiale del 1976, una sceneggiatura di Peter Morgan straordinariamente ben resa da Ron Howard in Fretta.

Ci ha regalato anche la 24 Ore di Le Mans Ford contro Ferrari (alias Le Mans 66) con i suoi pregi e i suoi difetti. La personalità di Enzo Ferrari sarà celebrata anche al cinema con Ferrari di Michael Mann, atteso nel 2023. Si sussurra che un’altra grande produzione potrebbe avere ancora Le Mans come cornice in occasione del centenario dell’evento del prossimo anno.

James Hunt contro Niki Lauda in “Rush”: un successo.

Anche il film di F1 coprodotto da Hamilton sarà girato nel 2023, principalmente durante i Gran Premi americani di Miami, Austin e Las Vegas con uscita prevista nel 2024. Il fuoriclasse avrebbe voluto “fare l’attore”, ma la sua carriera continua e si accontenterà quindi di sostenere questo ambizioso progetto come consulente del lusso.

Il fatto che le corse automobilistiche in generale, e la Formula 1 in particolare, siano ormai considerate “bancabili” dai maggiori studi di Hollywood la dice lunga sulla buona salute dello sport oltre Atlantico. L’incredibile successo della serie Guida per sopravvivere su Netflix ha indicato la strada, speriamo che i progetti attuali riescano a cavalcare l’onda…

Netflix ha confermato due nuove stagioni della sua serie.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *