• Home
  • I doni di Kudus / Mondial 2022 / Gr. H / Corea-Ghana (2-3) / SOFOOT.com

I doni di Kudus / Mondial 2022 / Gr. H / Corea-Ghana (2-3) / SOFOOT.com

0 comments

Autore di una doppietta contro la Corea del Sud, Mohammed Kudus ha permesso al Ghana di vincere e di piazzarsi idealmente per gli ottavi di finale del Mondiale. Cosa ringraziare il giocatore dell’Ajax Amsterdam, che ha evitato una grande delusione alla sua nazione grazie a una fiducia incrollabile in lui.

Uno finora non è stato coinvolto direttamente in un solo gol e avrà solo un massimo di 80 minuti giocati dopo due partite mentre è stato in prima pagina per mesi, l’altro ha già segnato due successi quando quasi nessuno lo stava aspettando là. Ma almeno aveva avvertito: proprio come Vincent Aboubakar si è pagato Mohamed SalahMohammed Kudus aveva voluto mettere in guardia tutti prima del suo colpo mettendosi al livello di un certo Neymar. “Non è migliore di me, è solo un giocatore di livello superiore” avuto così ha precisato il trequartista, nelle colonne del Custode. Questo lunedì, quando il Ghana potrebbe già programmare il suo ritorno nel paese in caso di cattivo risultato, il giocatore dell’Ajax Amsterdam ha quindi assunto le sue parole.

Prestazioni già osservate all’Ajax

Ha ipotizzato, sì, regalando una preziosa vittoria al suo Ghana nella seconda giornata del girone H contro la Corea del Sud (che però non si è arresa, tornando addirittura in partita dopo essere stata trascinata da due pedine). Prima piazzando un tiro di casco sinonimo di una pausa alla mezz’ora dall’inizio del gioco a seguito di un servizio di Jordan Ayew, per la sua prima scossa netta segnata con la testa. Poi restituendo il vantaggio ai suoi – rei di una pessima pezza – al 68e minuto, essendo opportunista dalla sinistra su cross di Gideon Mensah preso male da Iñaki Williams. La sua prima doppietta in selezione, la primissima di a Stella nera in un Mondiale e il tredicesimo da un africano nella storia della competizione.

Se la prestazione di Kudus fa molto bene alla sua nazione, che ora è nella posizione ideale per qualificarsi agli ottavi di finale della Coppa del Mondo visto che ha tre punti e che una nuova vittoria sull’Uruguay la farebbe necessariamente passare nei prossimi round, conferma anche l’ascesa del ragazzo a livello individuale. I tifosi dell’Ajax non saranno rimasti sorpresi nell’osservare le prestazioni dell’uomo, lui che li ha abituati a questo genere di immagini fin dai tempi della sua arrivo in Olanda nel 2020 per dieci milioni di euro. Inizialmente infastidito dagli infortuni, il giovane talento ha trovato rapidamente il segno imponendo la sua tecnica e usando saggiamente le sue percussioni sui prati olandesi.

Nuova promessa per l’ottava?

Fino ad allora noto per la sua versatilità o per la sua potenza, il 22enne mancino questa volta ha sorpreso dal suo pragmatismo davanti alle gabbie all’interno di una squadra che ha inquadrato solo tre tiri (per tre gol!) e che non ha colpito il palla solo il 36% delle volte. Prezioso quando si tratta di mantenere la sfera e raramente stanco, Kudus aveva già dimostrato le sue qualità agli occhi del mondo in questa stagione brillando in particolare in Champions League. Eccolo ora bollente per il resto, come lo era durante la sua intervista prima del torneo. “Lo spirito nel gruppo è fantastico e la squadra raggiungerà il suo vero livello molto presto” , Egli ha detto. Prima di fissare un appuntamento con Ney, ovviamente: “Potremmo incontrarci, sarebbe bello. Sono sicuro che apprezzerebbe questo confronto. » Infine, questo duello non è così lontano.

Di Florian Manceau

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}