I Leoni reggono la scossa – Dbrief e NOTE dei giocatori (Marocco 0-0 Croazia) – Calcio

Al termine di un incontro molto tattico, Marocco e Croazia non sono riusciti a separarsi (0-0), questo mercoledì, durante il primo incontro del Gruppo F della Coppa del Mondo in Qatar. Un risultato di parità logica tra due formazioni piuttosto banali.

I Lions resistono allo shock - D

Nessun vincitore tra Marocco e Croazia.

All’indomani del pareggio della Tunisia contro la Danimarca (0-0), un’altra nazione africana si è opposta a un outsider europeo. Infatti, il Marocco è riuscito a contenere la Croazia (0-0), questo mercoledì, durante il primo incontro del Gruppo F della Coppa del Mondo. Un punteggio di parità abbastanza logico tra due squadre timorose che hanno faticato a sviluppare il gioco.

Vlasic fa venire i brividi in Marocco

In uno stadio Al Bayt in gran parte pieno di decine di migliaia di tifosi marocchini, gli Atlas Lions avevano una faccia seria. Nonostante alcuni febbrili richiami di Amrabat e Amallah, la band di Walid Regragui era a posto tatticamente e ha notevolmente ostacolato la produzione del gioco croato, come un Modric cancellato che ha moltiplicato gli errori a volte grossolani.

Se il vicecampione del mondo controllava palla, faceva molta fatica a progredire in campo. Questo ha dato una grande battaglia a centrocampo e una partita senza una chiara possibilità da entrambe le parti. Infine, è sugli spalti che si è dato spettacolo con i tifosi marocchini che hanno messo su un’atmosfera incredibile per provare a spingere i loro beniamini… parato da Bounou su un recupero da distanza ravvicinata di Vlasic prima dell’intervallo.

Due solidi blocchi

Al rientro dagli spogliatoi le linee si sono leggermente allungate. Bounou ha dovuto lavorare su un angolo pericoloso mentre Mazraoui ha costretto Livakovic a fare una bella parata. A poco a poco i Leoni hanno mostrato le zanne e messo pressione, l’immagine di una punizione prepotente firmata Hakimi, che ha trovato le punte del portiere avversario. Una grossa occasione poi il nulla da entrambe le parti fino al termine di un match intenso ma tirato.

Punteggio partita: 5/10

Partita complessivamente equilibrata e poco entusiasmante. Le due formazioni, temibili, sono state facilmente neutralizzate con blocchi ben piazzati. Anche se le cose si sono fatte un po’ prendere la mano dopo la pausa, non siamo stati viziati. D’altra parte, lo spettacolo è stato molto bello sugli spalti con la grande atmosfera fornita dalle decine di migliaia di tifosi marocchini.

NOTE DEI GIOCATORI

Maxifoot ha assegnato un punteggio (su 10) ai commenti di ogni giocatore.

L’uomo della partita : Josko Gvardiol (7.5/10)

Un boss game per il promettente difensore centrale dell’RB Leipzig. Molto sereno nei suoi interventi, ha spento completamente En Nesyri. Pulito nei rilanci, la solida roccia croata si è distinta con diversi duelli aerei vinti su entrambe le superfici. Una prima partita di Coppa del Mondo di grande successo.

MAROCCO :

Yassine Bounou (7): il miglior portiere dell’ultima stagione della Liga ha assunto il suo status. Prima dell’intervallo fa una parata superba su un tiro da distanza ravvicinata di Vlasic. Sereno davanti alla sua linea.

Achraf Hakimi (6,5): solido in difesa, il terzino destro del Paris Saint-Germain si è distinto con diverse svolte interessanti. Ha l’occasione migliore del secondo tempo con un tiro potente su punizione respinta da Livakovic.

Romain Sass (7): niente da segnalare per il capitano degli Atlas Lions, poco spintonato dagli attaccanti croati. Ha formato un buon duo con Aguerd espellendo senza problemi Kramaric.

Naif Aguerd (7): il difensore centrale del West Ham è stato poco coinvolto. L’ex Rennais blocca facilmente Kramaric, che in questo parziale non riesce mai a girarsi.

Noussair Mazraoui (6): piazzato a sinistra della difesa, la squadra del Bayern si è comportata piuttosto bene. Ha bloccato facilmente l’accesso alla sua corsia ma ha dovuto cedere il posto a causa di un infortunio all’anca dopo un tuffo nel tentativo di ingannare Livakovic. Sostituire il 60° minuto con Yahya Attiat-Allah (non non).

Azzedine Ounahi (4,5): una delusione. Il centrocampista dell’Angers non è mai riuscito a reggere la partita da solo. Si è distinto con pericolose perdite palla che i croati avrebbero potuto sfruttare. Sostituire l’81° minuto con Abdelhamid Sabiri (non nota).

Sofyan Amrabat (6,5): nell’impatto, il centrocampista della Fiorentina è stato imperiale offrendo una grande battaglia fisica ai croati. Rovina la sua prestazione con qualche rilancio mal regolato che avrebbe potuto mettere in difficoltà la sua squadra.

Selim Amallah (5): il giocatore Standard pesava troppo poco in questa partita. Era presente nell’impatto fisico ma ha portato troppo poco con la palla per urtare gli avversari. Come Ounahi, deve fare molto meglio.

Hakim Ziyech (4,5): alcune aperture lunghe interessanti ma niente di eccezionale nel complesso. Il centrocampista offensivo del Chelsea, che ha sprecato una grande opportunità su punizione, non è stato ispirato in questa partita.

Youssef En Nesyri (4): l’attaccante dell’FC Sville era poco in vista. Nonostante i giocatori molto tecnici presenti intorno a lui, è stato servito troppo poco. La sua azione migliore? Un ritorno in area per impedire a Pasalic di metterci di testa. Sostituire l’81° minuto con Abderrazak Hamdallah (inesistente).

Sofiane Boufal (4): Come altri attaccanti marocchini, l’esterno dell’Angers non è stato ispirato. A parte una svolta all’inizio della partita, non l’abbiamo quasi visto provocare i difensori avversari. Sostituire il 65° minuto con Abdessamad Ezzalzouli (inesistente).

CROAZIA :

Dominik Livakovic (7): il portiere croato, come Bounou, ha fatto la sua partita. Decisivo su un colpo di testa di Mazraoui, è ancora vigile su un tiro pesante su punizione di Hakimi per preservare la sua invincibilità.

Josip Juranovic (6,5): poco in vista sul piano offensivo, il destro non lascia scampo a Boufal. Partita senza rischi per la destra del Celtic.

Dejan Lovren (7): bravo il difensore centrale superato da Lione e Liverpool. All’appuntamento nei duelli, si è distinto anche per le belle aperture chirurgiche verso le sue ali.

Josko Gvardiol (7,5): leggi il commento sopra.

Borna Sosa (6): qualche spavento su sfondamenti di Hakimi e Ziyech ma bene il terzino sinistro croato. È vicino a un gran passaggio decisivo per Vlasic prima dell’intervallo.

Luka Modric (4,5): il centrocampista del Real Madrid ha lottato nel primo tempo con diversi falli grossolani che avrebbero potuto valergli un cartellino giallo. Nonostante alcune belle aperture, il miglior giocatore della Russia ai Mondiali è stato ben al di sotto della sua solita prestazione.

Marcelo Brozovic (6,5): partita più che corretta per il metronomo nerazzurro, che ha bloccato bene le salite marocchine in asse. È stato molto calmo nonostante la pressione avversaria, subentrando a Modric che non era molto radioso.

Mateo Kovacic (5): copia molto neutra del centrocampista del Chelsea. Né bene né male, il croato si è accontentato del minimo indispensabile per impedire ai tedofori marocchini di servire i loro assalitori. Sostituire 79° minuto con Lovro Majer (non non).

Nikola Vlasic (5′): vicino all’uscita per un infortunio alla gamba, il torinese ha avuto la migliore occasione del primo tempo costringendo Bounou a una bella parata nel recupero. Sostituire il 46° minuto con Mario Pasalic (4.5), autore di una voce discreta. Era poco servito dai suoi soci.

Andrej Kramaric (4): partita difficilissima per l’attaccante dell’Hoffenheim. Non è mai riuscito a trovare la soluzione contro Sass e Aguerd, che gli hanno dato del filo da torcere. Sostituire il 71° minuto con Marko Livaja (non non).

Ivan Perisic (5,5): l’esterno del Tottenham ha passato molto tempo a tentare di aggirare Hakimi. La sua attività ha consentito agli ambienti di trovare soluzioni, ma ciò non è bastato a destabilizzare un blocco marocchino ben consolidato. Sostituire il 90° minuto con Mislav Orsic (no no).

E per te chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Commenta nella casella “commenti” qui sotto!

MAROCCO 0-0 CROAZIA (mi-tps: 0-0) – CdM 2022 – 1° turno, Girone F / 1° giornata
Stadio : Stadio Al Bayt, Al Khor – Arbitro : Fernando Rapallini, Argentina

Ma :
Avvertenze : S. Amrabat (78e)per il MAROCCO

MAROCCO : Y. BounouN. Aguerd, R. SassUn giudice, N. Mazraoui (Y. Attiyat allah, 60e)A. Ounahi (A. Sabiri, 81e), Lei amava, S. AmallaH. Ziech, Y. En-Nesyri (A. Hamdallah, 81e), S. Boufal (A. Ezzalzouli, 65e)

CROAZIA : D. LivakovicD. Lovren, J. GuardiolJ. Juranovic, B.SosaL.Modric, M. Brozovic, M. Kovacic (L. Majer, 79e)N. Vlasic (M. Pasalic, 46e), A. Kramaric (M. Livaja, 71e), I. Perisic (M. Orsic, 90e)

I tifosi marocchini hanno una bella atmosfera

Bounou è stato decisivo davanti a Vlasic prima dell’intervallo

Amrabat ha fatto bene a centrocampo per il Marocco

Piccolo gioco per Modric…

Gvardiol lo ha impressionato

Amico, Hernandez e ora Mazraoui … il Bayern non è verniciato

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *