• Home
  • I tifosi temono un’indigestione calcistica con questa ripresa senza precedenti durante le feste?

I tifosi temono un’indigestione calcistica con questa ripresa senza precedenti durante le feste?

0 comments

Solo dieci giorni fa vibravi come raramente durante le due equalizzazioni di Kylian Mbappe contro l’Argentina. Anche quando dipendente da Lega 1, e soprattutto nel suo club del cuore, possiamo davvero immergerci in un Troyes-Nantes, un Brest-OL o anche un PSG-Strasburgo questo mercoledì? Non stiamo rischiando puramente e semplicemente una gigantesca indigestione post-pasto con salsa del Qatar durante questa ripresa del nostro campionato?

Quattro testimoni, sostenitori di Parigi, Lione, Strasburgo e Nantes, ci aiuteranno a vedere più chiaramente in questo insolito calendario che ricorda il Santo Stefano francese, con questi due giorni di Ligue 1 collocati tra il 28 dicembre e il 2 gennaio.

Sylvain (40), tifoso parigino, prima PSG-Strasburgo questo mercoledì (21:00), poi Lens-PSG domenica (20:45)

“Penso che siano passati diversi anni da quando i campionati si sarebbero potuti giocare durante le vacanze come in Inghilterra. È un momento ideale per seguire il calcio, le persone sono pronte, con la famiglia e spesso in vacanza”, ha detto Sylvain, anche se ammette “non essere super emozionato per questa ripresa “che riguarda il PSG. “Ma sarà interessante vedere come gestiremo la partita di Lens senza alcuni nazionali, e in primis Messi. Potenzialmente può ravvivare la suspense del campionato. »

Più che l’assenza dell’attaccante argentino, Sylvain teme di recuperare i brasiliani “in fondo al buco” dopo la prematura eliminazione contro la Croazia. “Sì, sono preoccupato Neymar e Marquinhos, non è di buon auspicio per la Champions League”, insiste. Perché come ogni anno, la vera data segnata dai tifosi parigini non è ovviamente questa ripresa in Ligue 1 ma le due bollenti sfide del 14 febbraio e dell’8 marzo contro il Bayern Monaco. Per lui queste due partite della settimana sono paragonabili a un piatto stagionale (anche se): “È come una raclette con gli amici tra Natale e Capodanno. Probabilmente abbiamo già mangiato troppo calcio con questo grande Mondiale da continuare, siamo moderatamente affamati, ma torniamo con piacere».

Nicolas (33), tifoso del Lione, prima del Brest-OL questo mercoledì (21:00), poi OL-Clermont domenica (17:00)

Non contare su Nicolas, o sulla maggior parte dei seguaci dell’Olympique Lyonnais, per condividere l’entusiasmo di Sylvain. Tra l’attuale 8° posto in Ligue 1, il subentro forcipe del club coppia John Textor dopo oltre tre mesi di vaghezza, e la sconfitta (1-2) contro il Monza (14° in Un campionato) durante l’ultima partita di preparazione, va detto che non si sono risparmiati. “La pausa dalla Coppa del Mondo mi ha fatto un bene fenomenale poiché la situazione è cupa a tutti i livelli in OL, peste Nicolas. Questo club parla molto ma delude sistematicamente, con una continua corsa a capofitto. »

Non sono i blandissimi manifesti contro Brest (16°) e Clermont (10°) a rischiare di trascendere questo tifoso, sulla scia dell’avventura dei Blues in Qatar. “Guarderò queste partite, ma OL non sarà una priorità nella mia vita come prima. Non ho paura di subire un’indigestione da calcio ma di vedermi servire un piatto schifoso. Sono nello stesso stato di prima un mâchon lyonnais : è bello preparare un momento festivo, ma nella vita reale ci sono un sacco di coraggio a tavola e questo non è mai stato il mio genere. »

Philippe Wolff (42), presidente della federazione dei tifosi dello Strasbourg Racing Club, prima di PSG-Strasburgo questo mercoledì (21:00), poi Strasburgo-Troyes il 2 gennaio (15:00)

Il 19° posto del Racing in campionato non spinge già la fuga generale. Ma se il parcheggio dei tifosi alsaziani dovesse essere pieno questo mercoledì sera alle Parco dei Principi“anche se avremmo preferito più globalisti dalla parte del PSG”, il LFP ha inferto il colpo di grazia con la programmazione della 17a giornata lunedì 2 gennaio alle 15:00 “Un rapido recupero dopo i Mondiali non mi preoccupa necessariamente, assicura Philippe Wolff. Ma lì, questo programma che non ha senso per una partita durante la settimana, è semplicemente inaccettabile, ed è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ci viene detto che questo è eccezionale, ma può rapidamente diventare una tendenza preoccupante. »

Per questo lunedì otto gruppi di tifosi RCS sono sulla linea di un boicottaggio collettivo di La Meinau, che nulla ha a che fare con la delicata situazione sportiva del club. Così spesso in fusione la scorsa stagione, il recinto di Strasburgo suonerà quindi vuoto in un incontro che sembra una piccola svolta nella corsa da mantenere. “Ci sentiamo come il giorno dopo la festa, nel mezzo di una sbronza, riassume Philippe Wolff. Questa ricezione di Troyes sarà una partita quasi morta, senza animazione o atmosfera. »

Thierry Tissot (49), presidente di Activ Nantes Supports, prima di Troyes-Nantes questo mercoledì (15:00) e Nantes-Auxerre domenica (15:00)

Stessa storia per i tifosi del Nantes. Nove gruppi, tra cui la Loire Brigade, stanno boicottando questi due incontri di ripresa, a causa del programma “futage de gueule” questo mercoledì, poi in solidarietà con i tifosi dello Strasburgo per il giorno successivo della Ligue 1. “Se non lo facciamo non sostenersi a vicenda tra gruppi di tifosi, non avremo più alcuna credibilità con le autorità “, il giudice Thierry Tissot, che non pensa nemmeno di guardare in televisione i due incontri del suo club preferito. “Non provo un’impazienza folle perché siamo appena usciti da Natale ed è difficile tornare al calcio, è una tradizione di lunga data in Inghilterra, ma per niente da noi “, ricorda il residente di Nantes.

Prima della decisione di boicottaggio, aveva chiesto al FC Nantes se ai tifosi fosse permesso di portare le ostriche a La Beaujoire nel pomeriggio del 1° gennaio. Scherza: “Abbiamo ottenuto solo due vittorie dall’inizio della stagione in campionato, quindi non è davvero una stagione di champagne football. Ecco perché poteva essere divertente fare una partita contro l’Auxerre con 3 grammi di alcol. A Capodanno mangeremo il foie gras, ma lì, con queste due partite, chi va allo stadio deve aspettarsi cibo per cani. Profuma di totale successo popolare, questi debutti di Ligue 1 durante le vacanze, giusto?

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}