• Home
  • Il delfino frena tra – Dbrief e NOTE dei giocatori (Nizza 0-0 Lens) – Calcio

Il delfino frena tra – Dbrief e NOTE dei giocatori (Nizza 0-0 Lens) – Calcio

0 comments

Meno focoso dopo l’intervallo, il Lens si è accontentato del pareggio del Nizza (0-0) questo giovedì per il suo recupero. Il delfino vede avvicinarsi l’Olympique de Marseille.

Il delfino del freno

Pp e Machado finiscono uno dopo l’altro.

Operazione sbagliata per il delfino. Dopo una serie di cinque vittorie consecutive, l’RC Lens è stato rallentato sul terreno del Nizza (0-0) per la sua rimonta questo giovedì in occasione della 16a giornata di Ligue 1. Vincitore del Tolosa (6-1), l’Olympique de Marseille, 3°, ha colto l’occasione per restituire 4 punti.

Questo punteggio di parità è abbastanza logico: i Sang et Or hanno vinto ai punti un primo atto molto vivace, ma sono stati completamente imbavagliati dopo l’intervallo.

Schmeichel non rassicurante

Dall’inizio, Gradit ha avuto una grande opportunità ma ha mancato il bersaglio al centro dell’area. Le Gym ha reagito con Pp, che è inciampato nel piede di Samba. Con uno Schmeichel febbrilissimo in porta, gli uomini di Lucien Favre hanno tremato più volte ma il gol di Sotoca è stato logicamente annullato per fuorigioco.

La risposta di PP

Meno scosso allora, il Niois risponde con l’insostenibile Pp, ma Samba fa una superba parata da distanza ravvicinata. Di fronte, Schmeichel si fa perdonare con un decisivo colpo di testa per respingere il tiro di Abdul Samed. Poi il tiro dell’onnipresente ghanese è stato deviato in estremità prima dell’intervallo. Dallo spogliatoio invece è stato il Nice a rientrare meglio.

Lens s’tinte

Solo che né Barkley, che ha incrociato troppo il suo tiro in area, né Pp, il cui gol è stato annullato per fuorigioco, sono riusciti a trovare la colpa durante questo secondo atto più lucchetto. Meno scattante contro un avversario che ha stretto le viti, il Lens non è stato più pericoloso nonostante l’ingresso di Openda e questa partita è quindi finita con un pareggio che non ha aiutato nessuno. 9° in classifica, gli azzurri confermano comunque il loro ritorno in forma con questa 7° giornata consecutiva senza sconfitte.

Punteggio partita: 5/10

Il primo atto si è rivelato molto movimentato con due squadre che si sono arresi colpo su colpo moltiplicando le occasioni. D’altra parte, il ritmo è calato dopo l’intervallo e abbiamo assistito a un secondo periodo più duro. Rumore ma nemmeno un’atmosfera folle sugli spalti.

NOTE DEI GIOCATORI

Maxifoot ha assegnato un punteggio (su 10) ai commenti di ogni giocatore.

Migliore in campo: Salis Abdul Samed (7/10)

Di ritorno da una vittoriosa Coppa del Mondo con il Ghana, il centrocampista ha disputato un primo tempo impressionante. Al forno e al mulino, la Stella Nera firma in particolare due superbi fori fermati in extremis. Ha anche fatto due decisivi ritorni difensivi. Posizionato più in basso e meno prominente nella seconda metà.

BELLO :

Kasper Schmeichel (4,5): autore di una respinta fallita che avvantaggia Gradit poi colpevole di una mancata uscita che gli è valsa i rimproveri di Todibo, o addirittura un pallone mancato davanti ad Abdul Samed, il portiere è entrato malissimo in partita. Ma il danese si riprende con il gol decisivo contro il Ghana.

Pablo Rosario (5): schierato al centro della difesa, il solito centrocampista è apparso un po’ leggero su diverse incursioni avversarie e Abdul Samed lo ha schierato in particolare prima dell’intervallo. Grazie alla sua potenza fisica, l’olandese ha mostrato più controllo nel secondo periodo, soprattutto in campo aereo.

Dante (5): da buon capitano, il difensore centrale ha effettuato diversi interventi autoritari nella sua area, ma il Lensois a volte lo ha cancellato un po’ troppo facilmente e il brasiliano ha avuto sfortuna a inizio partita proponendo un contropiede favorevole a Gradit.

Jean-Clair Todibo (5,5): l’immagine del suo intervento disastroso per sopperire alla scarsa reattività di Schmeichel, l’ex barcellonese sarà stato questa sera il più rassicurante dei difensori centrali del Nizza.

Jordan Lotomba (6): parte piuttosto interessante per il pistone destro, autore di pregevoli rientri difensivi e che ha preso più volte la sua corsia per combinare. Lo svizzero ha anche testato Samba su un tiro prima dell’intervallo.

Hichem Boudaoui (6,5): una prestazione di qualità del centrocampista, che ha offerto un grande volume di gioco. Autore di due risposte salvavita, l’algerino si segnala anche in area avversaria con un colpo di testa deviato da Samba.

Khphren Thuram (5): abbastanza deludente nel primo periodo, il centrocampista ha mostrato più vantaggio dopo l’intervallo con più attività e alcune belle salite. Sostituire il 90° minuto con Mario Lemina (sconosciuto).

Melvin Bard (4): troppo in svantaggio nel primo periodo, il pistone sinistro ha vissuto un secondo atto più tranquillo ma il suo apporto offensivo è rimasto nel complesso troppo scarso.

Nicolas Pp (7): anche se il Nizza non ha trovato la colpa, l’ala ha offerto una prestazione sacra! Molto in forma, in linea con le ultime prestazioni, l’ivoriano ha moltiplicato le differenze sul lato destro. L’ex giocatore del Lille ottiene due grandi occasioni ma Samba lo batte e un gol viene annullato per fuorigioco.

Gatan Laborde (6): anche privato della sua comprensione Delort, l’attaccante ha trovato il modo di mettersi in evidenza con in particolare due caviali indirizzati a Pp poi Barkley. L’ex Rennais ha lottato bene come sempre. Sostituire l’81° minuto con Andy Delort (non non).

Ross Barkley (3): poco vantaggio dal suo arrivo, l’inglese ne ha ancora. Sullo sfondo, il trequartista si è combinato troppo poco con i suoi compagni e ha fatto troppo poche chiamate. Nel secondo periodo perde l’unica occasione al centro dell’area. Sostituire il 71° minuto con Sofiane Diop (non non).

LENTE :

Brice Samba (7): il portiere del Lensois ha risposto ancora una volta con ben 5 parate al suo attivo, compresi due decisivi duelli vinti contro Pp.

Jonathan Gradit (5,5): non particolarmente preoccupato, il difensore centrale ha giocato un ruolo importante nella costruzione ma ha comunque chiuso la partita abbastanza nervosamente con Diop. Autore di un importante ratto di gioco d’ingresso.

Kevin Danso (4,5): partita piuttosto deludente per il difensore centrale, che ha commesso troppi errori dall’inizio. L’austriaco è stato poi battuto nel suo duello contro Laborde alla prima occasione per Pp. Più sereno allora.

Facundo Medina (5): molto attivo con tanti palloni recuperati, il difensore centrale ha avuto comunque un match contrastante contro un Pp infuocato che lo ha superato più volte alle spalle. Sostituire il 63° minuto con Massadio Hadara (non non).

Przemyslaw Frankowski (5): parte abbastanza discreta per il pistone destro nonostante una posizione molto alta nel primo periodo. Ci si poteva aspettare più offensivamente dal polacco, poco preoccupato da un Barkley cancellato.

Jean Onana (4): nonostante un po’ di attività, il camerunese sarà stato il più discreto dei circoli Lensois e non è un caso che sia stato sostituito per primo. Sostituire il 56° minuto con Leggi Openda (4)che questa volta non ha avuto il contributo previsto come jolly.

Salis Abdul Samed (7): leggi il commento sopra.

Deiver Machado (4,5): il pistone sinistro ha avuto problemi a padroneggiare Pp sulla sua corsia e il colombiano non ha potuto offrire il suo consueto contributo offensivo. Sostituito all’88’ con il rookie Julien Le Cardinal (non non).

Seko Fofana (5,5): nel primo periodo il centrocampista, schierato molto alto alle spalle degli attaccanti, è riuscito a far male ai niois sfruttando la sua libertà di giocare tra le linee. Abbiamo così visto l’ivoriano fare alcuni esercizi di cui ha il segreto. Ma la sua influenza è scemata dopo l’intervallo e questa volta il Lensois non è riuscito a svegliare la sua squadra.

Florian Sotoca (5): come sempre, l’attaccante non ha risparmiato corse e sforzi difensivi. In attacco, invece, il Lensois si è dovuto accontentare di un ruolo più limitato nonostante un gol annullato per fuorigioco a Fofana.

Wesley Sad (5): in forma prima dell’intervallo, l’attaccante ha parlato di alcune mosse interessanti che hanno messo in difficoltà Niois. Il nordista, invece, mancava di nitidezza nell’area della verità. Sostituire il 64° minuto con Rmy Labeau (non non).

+ Trova i risultati e la classifica della Ligue 1 su Maxifoot

E per te chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Commenta nella casella “commenti” qui sotto!

BEL LENTE 0-0 (mi-tps: 0-0) – FRANCIA – Ligue 1 / 16° giornata
Stadio: Allianz Riviera, Nizza – Arbitro: Benoit Millot, Francia

Ma :
Avvertenze : S. Diop (78e), N.Pp (78e)per NIZZA – W. Triste (45+1e), D.Machado (60e), J.Gradit (78e)per LENTE

BELLO : K.SchmeichelJ.Todibo, Dante, P.RosarioJ.Lotomba, H. Boudaoui, K. Thuram-Ulien (M. Lemina, 90e), Signor BardoG. Laborde (A. Delort, 81e)No pp, R. Barkley (S. Diop, 71e)

LENTE : B.SambaJ. Gradito, K.Danso, F. Medina (M. Hadara, 64e)P.Frankowski, D. Machado (J. Le Cardinal, 88°)J. Onana (L. Openda, 57e), S. Abdul SamedF.Sotoca, S. FofanaW. Triste (Rmy Labeau Lascary, 64e)

Fine serie per la Lens di Seko Fofana.

Pp era in fiamme ma troppo solo accanto a Nizza.

Barkley e la Palestra hanno frenato il delfino.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}