• Home
  • il percorso svelato, i dettagli delle tappe

il percorso svelato, i dettagli delle tappe

0 comments

In occasione della sua edizione 2023, la Dakar sarà lanciata alla fine di quest’anno, il 31 dicembre, tenendo un prologo. Successivamente, 14 tappe saranno in programma, intervallate da un giorno di riposo, lunedì 9 gennaio. A meno di un mese dall’evento, questo giovedì 1 dicembre, gli organizzatori dell’evento hanno appena rivelato il percorso dettagliato. Finora si conoscevano solo i punti di partenza e di arrivo, il “Sea Camp”, a ovest, e la città di Dammam, completamente a est.

Il programma delle 14 tappe della Dakar 2023

Di seguito trovate il programma dettagliato della Dakar 2023, ricca di 15 giorni di gara.

  • Prologo – sabato 31 dicembre 2022: Sea Camp > Sea Camp – 11 km di speciali (totale: 11 km)

  • Tappa 1 – domenica 1 gennaio 2023: Sea Camp > Sea Camp – 368 km di speciali (totale: 603 km)

  • Tappa 2 – Lunedì 2 gennaio 2023: Sea Camp > AlUla – 431 km di speciali (totale: 590 km)

  • Tappa 3 – Martedì 3 gennaio 2023: AlUla > Ha’il – 447 km di speciali (totale: 666 km)

  • Tappa 4 – mercoledì 4 gennaio 2023: Ha’il > Ha’il – 425 km di speciali (totale: 573 km)

  • Tappa 5 – giovedì 5 gennaio 2023: Ha’il > Ha’il – 375 km di speciali (totale: 646 km)

  • Tappa 6 – Venerdì 6 gennaio 2023: Ha’il > Al Duwadimi – 466 km di speciali (totale: 876 km)

  • Tappa 7 – Sabato 7 gennaio 2023: Al Duwadimi > Al Duwadimi – 473 km di speciali (totale: 641 km)

  • Tappa 8 – domenica 8 gennaio 2023: Al Duwadimi > Riyadh – 407 km di speciali (totale: 722 km)

  • Giorno di riposo – lunedì 9 gennaio 2023: a Riyadh

  • Tappa 9 – Martedì 10 gennaio 2023: Riyadh > Haradh – 439 km di speciali (totale: 710 km)

  • 10a tappa – mercoledì 11 gennaio 2023: Haradh > Shaybah – 114 km di speciali (totale: 623 km)

  • 11a tappa – giovedì 12 gennaio 2023: Shaybah > Ardah – 275 km di speciali (totale: 426 km)

  • 12a tappa – venerdì 13 gennaio 2023: Ardah > Shaybah – 185 km di speciali (totale: 375 km)

  • 13a tappa – sabato 14 gennaio 2023: Shaybah > Al-Hofuf – 154 km di speciali (totale: 669 km)

  • Tappa 14 – domenica 15 gennaio 2023: Al-Hofuf > Dammam – 136 km di tappe (totale: 414 km)

Chilometraggio aumentato

Con due tappe in più rispetto alla precedente edizione, questa 45a Dakar del nome va logicamente accreditata di un menù più generoso in termini di chilometraggio. I km complessivi sono 8.549 di cui 4.706 km di speciali (8.375 km di cui 4.258 km nel 2022). Le novità si concentrano sulla seconda settimana di regate, con ben quattro giorni trascorsi nel deserto ancora inesplorato dell’Empty Quarter, da tradurre come “Le Quart du Vide”. Si tratta di una “area gigantesca dove la sabbia la fa da padrona, soprattutto nella sua forma più maestosa, la duna”, ricorda David Castera, il direttore dell’evento. Al termine del rally è prevista una tappa maratona, che unisce le tappe 11 e 12, disputate giovedì 12 e venerdì 13 gennaio.

365 veicoli al via

Gli organizzatori comunicano che sulla linea di partenza allestita su una spiaggia del Mar Rosso sono attesi 365 veicoli. Nel dettaglio di ogni categoria elenchiamo 124 moto, 19 quad, 73 auto, 47 T3, 46 T4 e 56 camion. La Dakar 2023 funge da round di apertura della seconda stagione del campionato mondiale di rally-raid, il W2RC. Contemporaneamente ospita la Dakar Classic, la gara di regolarità riservata ai veicoli degli anni ’80 e ’90 e sponsorizzata quest’anno da Jacky Ickx, con 76 vetture e 13 camion al via.

I preferiti in auto e moto

Ricordiamo che il detentore del titolo sulle due ruote è il biker britannico Sam Sunderland (Gasgas), già vincitore nel 2017. Quest’anno, oltre al compagno di squadra Dany Sanders, dovrebbe trovare sulla sua strada le KTM di Kevin Benavides e Matthias Walkner , le Honda di Adrien Van Beveren, Ricky Brabec o Pablo Quintanilla, persino la Husqvarna di Skyler Howes o la Sherco di Lorenzo Santolino. Nella categoria auto, la vittoria nel gennaio 2022 è andata per la 4a volta al qatarino Nasser Al-Attiyah (Toyota), il suo 3° successo con il suo copilota francese Matthieu Baumel. Di fronte alla Toyota, che conta anche su Yazeed Al Rajhi e Giniel De Villiers, la concorrenza dovrebbe arrivare sempre da altri due team con risorse importanti: da una parte le Audi a propulsione ibrida di Stéphane Peterhansel, Carlos Sainz e Mattias Ekström; dall’altra la BRX (Prodrive) di Sébastien Loeb, Guerlain Chicherit e Orly Terranova.

Più informazioni :

Dakar 2023: Sébastien Loeb lancia la sua squadra e parla del progetto

Dakar 2023: date, percorsi, novità

Dakar 2022: le foto più belle

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}