• Home
  • il percorso svelato, “lo stiamo già assaporando! »

il percorso svelato, “lo stiamo già assaporando! »

0 comments

Come gli altri sindaci dei comuni attraversati, da dieci giorni sapeva che il suo paese era sulla rotta. Ma il percorso preciso è stato rivelato loro martedì 29 novembre in serata, durante un incontro in prefettura dove sono stati convalidati i percorsi girondini. I corridori saliranno a Langon dalla D 10 attraversando una dozzina di villaggi, tra cui Auros, dove il sindaco Philippe Camon-Golya non nasconde la sua grande gioia. Il bambino di campagna aveva 4 anni nel 1976 durante l’ultimo passaggio del Giro nel suo comune.

“È un’esperienza eccezionale da vivere per un villaggio”

“Me lo ricordo molto bene, ero installato sul ciglio della strada davanti ai genitori. Ho ancora la foto. È un’esperienza eccezionale da vivere per un villaggio. Lo stiamo già assaporando. Basta vedere l’entusiasmo sui social network. Dopo un rettilineo nel villaggio di Auros fino alla chiesa, i corridori dovranno affrontare una curva a 90 gradi seguita da una ripida discesa fino a Le Beuve. La foresta delle Landes de Gascogne avrà lasciato il posto a un paesaggio di prati ondulati.

Il giro di ritorno a Langon

Trentanove anni dopo la sua ultima visita a Langon, allora città di passaggio, la sottoprefettura ospiterà ancora una volta il Tour. Cours de-Lattre-de-Tassigny, Place du Général-de-Gaulle, Cours des Fossés, il gruppo dovrà alzare un po’ il pedale in questo circuito urbano. “Passeranno per il cuore della città”, esulta il sindaco Jérôme Guillem che, anche lui, da martedì sera ha visto un afflusso di desideri per celebrare l’occasione. “Anche se la città è bloccata per qualche ora, tanto vale cogliere l’occasione per organizzare una bella festa. »

La tappa attraverserà la Garonna al ponte di Saint-Macaire per poi risalire la sponda destra del fiume attraverso i villaggi vitivinicoli di Saint-Maixant, Verdelais, Sainte-Croix-du-Mont, Loupiac fino a Cadillac, città già attraversata dal giro. nel 2021. “Felicissimo! esclama il sindaco Jocelyn Doré, la cui città sarà ancora una volta il villaggio staffetta ufficiale del Tour con intrattenimento per tutto il giorno.

Mentre il pubblico sarà in festa, i corridori dovranno affrontare nuovamente la Côte de Reynon, a Béguey, l’unica vera salita di questa tappa classificata in 4e categoria (più facile) fino a Capian. Ma invece di dirigersi verso Créon come nel 2021, scenderanno verso Langoiran per non lasciare più la sponda destra della Garonna fino al ponte Saint-Jean a Bordeaux, attraversando Le Tourne, Baurech, Cambes, Quinsac, Camblanes, Latresne, Bouliac e Floirac.

“Natale prima del tempo”

Il sindaco di Libourne, Philippe Buisson, apprezza in anticipo il percorso scelto per l’ottava tappa. Se la sua città ospita la partenza ufficiale, può essere orgoglioso che il percorso prenda le strade dell’autorità intercomunale che presiede. Per Libourne-Limoges, sabato 8 luglio, i corridori partiranno da Pomerol e attraverseranno Saint-Denis-de-Pile, Abzac, Coutras, Les Peintures e Les Églisottes-et-Chalaures – 30,4 chilometri brevi fino al confine con la Dordogna .

Jean-Luc Barbeyron, sindaco di Pomerol, più noto per la sua denominazione che per il suo centro cittadino, è al settimo cielo. La città ospita la “vera” linea di partenza a La Patache. Il Tour, lo sa, Pomerol faceva già parte del percorso nel 2021. “C’erano decine di migliaia di persone sul percorso. È un vero e proprio riflettore sul territorio. Il prescelto considera di avere la parte facile. “La partenza ufficiale sarà data da Place Joffre a Libourne. Sarà poi una parata per Pomerol, non dovrebbe essere troppo difficile. »

“Sarà l’occasione per mettere in risalto i nostri monumenti elencati e la nostra chiesa, che abbiamo appena riabilitato”

Il resto del percorso è meno consueto. Jean-Louis d’Anglade, ad Abzac, scoprì che il Tour avrebbe attraversato il suo comune da est a ovest. “Pensavo che sarebbe rimasto in nazionale. È un Natale un po’ anticipato per noi. Sarà l’occasione per mettere in risalto i nostri monumenti tutelati – il castello e il mulino – così come la nostra chiesa, che abbiamo appena ristrutturato. “”Trentuno anni da quando il Tour non veniva a Coutras, aggiunge il suo sindaco Jérôme Cosnard. Passa proprio in centro città, difficilmente potremmo fare di meglio. »

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}