Il pesante silenzio della NBA e dei giocatori nella polemica attorno a Kyrie Irving

I commenti di Kyrie Irving e la sua promozione di un film antisemita Non hanno ancora reagito alla NBA, e i Nets hanno un altro problema più scottante da gestire: la successione di Steve Nash.

Mercoledì c’è dunque il sindacato dei calciatori, senza nominativi Kyrie Irving, che si è fatto avanti per condannare l’antisemitismo. Va ricordato che questo stesso Irving è uno dei vicepresidenti dell’NBPA (Associazione Nazionale Giocatori di Basket).

“L’antisemitismo non ha posto nella nostra società” scrive il sindacato dei giocatori. “L’NBPA si concentra sulla creazione di un ambiente in cui tutti sono accettati. Ci impegniamo ad aiutare i giocatori a capire che certe parole possono portare alla diffusione di ideologie odiose. Continueremo a lavorare per identificare e affrontare tutti i discorsi di odio ovunque si manifestino. »

E questo è tutto. Nessuna sanzione e Kyrie Irving manterrà la sua posizione di vicepresidente.

A Brooklyn, stiamo cercando la risposta più appropriata

Sul lato di Brooklyn, abbiamo deciso di non aggiungere benzina sul fuoco dopo il vivace scambio tra il giocatore ei giornalistie Kyrie Irving non si è presentato a una conferenza stampa dopo la vittoria sui Pacers, né dopo la sconfitta contro i Bulls.

“Penso che tutti sappiano che prima o poi dovrà rispondere a queste domande, e in passato non si è mai tirato indietro”.nota il GM Sean Marks. “Ma penso che l’ultima conferenza stampa non sia andata bene. Non stiamo cercando di soffocarlo, e penso che sia un argomento che deve essere affrontato, ma affrontiamolo nella forma giusta e nel modo giusto. »

Se Kyrie Irving sarà sanzionato per le sue osservazioni, Sean Marks spiega che il franchise sta attualmente discutendo con l’Anti-Defamation League (ADL) per trovare la risposta più appropriata.

Charles Barkley attacca l’NBA

“Lascialo calmare e, immagino che dobbiamo lasciare spazio a idee più serene”, ha dichiarato. “Dobbiamo aprirci ed educarci, educare il gruppo nel suo insieme e ottenere una direzione, cercare esperti e uno di questi è sicuramente l’ADL. »

Non sorprende che l’argomento fosse al centro della trasmissione di TNT. Se Shaquille O’Neal pensa che Kyrie Irving sia ” un idiota“, Charles Barkley ha attaccato l’NBA.

“Penso che la NBA abbia gestito male questo caso. Penso che avrebbe dovuto essere sospeso. Adam Silver avrebbe dovuto sospenderlo. Primo, Adam è ebreo. Non puoi prendermi 40 milioni di dollari e insultare la mia religione”. crede Charles Barkley. “Puoi insultarmi, ne hai il diritto. Ma ho anche il diritto di dire: “No, non prenderai i miei 40 milioni di dollari e insulterai la mia religione”. L’NBA ha commesso un errore. Abbiamo sospeso le persone e multato le persone che usavano insulti omofobici, ed era la cosa giusta da fare. »

Reggie Miller attacca i giocatori

Commentatore dell’incontro tra Nets e Bulls per TNT, Anche Reggie Miller ha parlato sull’argomento, e scopre che i giocatori sono tanto da incolpare quanto l’NBA. Avrebbe voluto che i giocatori reagissero allo stesso modo di quando si è trattato di condannare il razzismo di Donald Sterling o il comportamento di Robert Sarver.

“In passato questo campionato è stato straordinario perché i giocatori hanno mostrato la strada e ci sono voci forti” ricorda Reggie Miller. “Quando c’è stato il caso Donald Sterling, quando recentemente c’è stato il caso Robert Sarver, le voci della comunità del basket e dei nostri giocatori sono state ascoltate chiedendo che venissero presi provvedimenti disciplinari o lasciarli andare. Lì, è uno dei loro e non ci sono state reazioni. È deludente, perché questo campionato è stato costruito sulle spalle di giocatori che si difendono da soli. Il bene è buono e il male è male. E se vuoi smascherare i titolari, giustamente, devi smascherare anche i giocatori. Non puoi rimanere in silenzio quando si tratta di Kyrie Irving. Voglio sentire anche i giocatori e le loro opinioni forti, proprio come abbiamo sentito da Robert Sarver e Donald Sterling. »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *