il PSG primo nel suo girone davanti al Benfica, se…

Dopo aver acquisito la qualificazione agli ottavi di finale di C1 la scorsa settimana, il Paris deve ora registrare il suo primo posto a Torino questo mercoledì (21).

Pressione massima. Se hanno già in tasca il biglietto per gli ottavi di finale della prestigiosa Champions League, i parigini non hanno ancora finito il lavoro. “Dio sa che abbiamo davanti a noi una partita molto importante per il primo posto nel girone. Questa è una questione molto importante“, insiste Christophe Galtier prima di questo duello contro la Juventus questo mercoledì (ore 21), a Torino, durante il sesto giorno di C1. Una partita che forse influenzerà fortemente il resto della stagione. Un punto di svolta. Finire in testa alla Girone H è la garanzia di evitare gli altri primi all’8° posto, tra cui Bayern, Chelsea o Manchester City. Boia dei parigini l’anno scorso nella stessa fase della competizione, anche il Real Madrid, in trasferta al Celtic mercoledì, potrebbe essere una di queste vincitrici dei gironi. Da evitare, anche se tra le seconde ci sono brave persone (Napoli o Liverpool, Inter, Borussia Dortmund…). Tuttavia, non c’è niente di male nel voler semplificare la tua vita, questo è chiaro.

I dati del problema sono abbastanza semplici: facendo meglio a Torino del Benfica sul campo del Maccabi Haifa in contemporanea mercoledì, quando le due squadre sono attualmente in vantaggio nella classificazione di questo gruppo H con 11 punti a testa, molto più avanti di Juve e Maccabi (3 punti), il PSG sarebbe sicuramente tra i primi lunedì prossimo, nel sorteggio. L’8 si giocherà il 14/15 e 21/22 febbraio per l’andata e il 7/8 e 14/15 marzo per il ritorno. Facendo meno bene del portoghese, il secondo posto sarebbe all’orizzonte.

E se i due co-leader del girone H avessero lo stesso risultato? Se si tratta di pareggio per i due club è semplice: il Paris vincerà la coppa in favore di una migliore differenza reti (+8 contro +4), sapendo che gli scontri diretti non permettono di decidere tra parigini e residenti di Lisbona . 1-1 in entrambe le partite.

Una vittoria a Torino dovrebbe bastare

Se entrambe le squadre vincono o perdono contemporaneamente, è lì che diventa complicato. In ogni caso, dovresti tirare fuori la calcolatrice. Se necessario, i campioni di Francia partirebbero comunque con un grande vantaggio, in particolare grazie al cartellino contro l’Haifa (7-2) martedì scorso. Improvvisamente, è sicuro che l’esito sarebbe favorevole se il PSG vincesse in Piemonte, tranne in caso di cartellino del Benfica con quattro gol in più del Paris. Relativamente improbabile, anche se non impossibile. Alla fine, se entrambe le squadre hanno lo stesso numero di punti e la stessa differenza reti, i criteri sono i seguenti, in questo ordine, come spiegato UEFA nei suoi regolamenti maggior numero di gol segnati in tutte le partite del girone, maggior numero di gol in trasferta in tutte le partite del girone, maggior numero di vittorie in tutte le partite del girone e infine “totale più basso dei punti disciplinari basato solo su cartellini gialli e cartellini rossi ricevuti da giocatori e dirigenti delle squadre durante tutte le partite del girone (cartellino rosso = 3 punti, giallo = 1 punto, espulsione per due gialli = 3 punti)».

Da notare che è (quasi) la stessa cosa per la Juventus Torino, impegnata in un duello a distanza con il Maccabi Haifa per la conquista del terzo posto, sinonimo di adesione agli ottavi di finale di Europa League. Le due clavette sono collo e collo con tre punte ciascuna. L’unica differenza è che sono gli israeliani che avrebbero la garanzia di passare se avessero lo stesso numero di punti della Vecchia Signora. E questo grazie al gol segnato a Torino, nella sconfitta per 3-1. Hanno vinto 2-0 in casa. Tuttavia, ci sono problemi a tutti i livelli. Promette…

Gli scenari che offrono il primo posto al PSG:
– Se il PSG fa meglio del Benfica
– Se le due partite del girone terminano con la parità (in tal caso il Paris manterrebbe il vantaggio sui portoghesi in termini di differenza reti)
– Se PSG e Benfica vincono o perdono contemporaneamente, a seconda della differenza reti (+8 per i parigini prima della sesta giornata di C1, +4 per il Lisboètes). In caso di parità, è il numero di gol segnati che fa da giudice di pace (14 a 10), quindi i gol in trasferta (4 a 3 finora). Come ultima risorsa, la UEFA terrà conto del numero di cartellini gialli e rossi.

Gli scenari che condannano il PSG al secondo posto:
– Il Benfica fa meglio del PSG
– Entrambe le squadre vincono o perdono contemporaneamente e il Benfica recupera lo svantaggio in termini di differenza reti, gol segnati, gol in trasferta o finisce con meno cartellini/espulsi.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *