• Home
  • Imbroglio Piastri, partenza di Alonso e quarto posto… Laurent Rossi ed Esteban Ocon fanno il punto su Alpine

Imbroglio Piastri, partenza di Alonso e quarto posto… Laurent Rossi ed Esteban Ocon fanno il punto su Alpine

0 comments

Un episodio che è servito anche da apprendistato per Laurent Rossi, in termini di gestione dei piloti in pista: “Li abbiamo lasciati gareggiare quanto volevano l’uno contro l’altro, fino a creare un danno alla squadra, che ci siamo ritrovati infortunati. era inaccettabile, lo sapevano, l’hanno sentito. Servirà da precedente”. E sicuramente l’allenamento, prima dell’arrivo di Pierre Gasly per guidare al fianco di Esteban Ocon, dal GP del Bahrain, 5 marzo 2023. come pilota , è qualcosa che non avevo mai visto in passato, così tante parti, auto diverse tra una gara e l’altra, è stato impressionante. »

Il senso del dovere compiuto per il capo dell’Alpine, Laurent Rossi, senza mettersi in mostra: “Questa stagione è solo nelle mie speranze, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, quindi va bene. È stata una grande stagione e sono orgoglioso di ciò che i membri dell’Alpine hanno raggiunto. Le prospettive sono buone perché abbiamo una monoposto veloce e una squadra che lavora bene. Accontentarsi di essere quarti va bene, ma la cosa più importante è che è solo l’inizio di una marcia che sarà sempre più difficile”, prevede.

Un quarto posto, dunque, davanti alla concorrente McLaren che la scorsa stagione li aveva battuti, ma senza podio né vittoria, a differenza del 2021 e del Gran Premio d’Ungheria vinto da Esteban Ocon. “Un po’ di mancanza” per il pilota normanno, “anche se la stagione è stata complessivamente migliore e solida. Ci stiamo lavorando e ci torneremo [sur le podium] presto», disse.

Debolezze in partenza, uno sviluppo senza precedenti

Un Esteban Ocon sicuro dei futuri punti di forza della sua squadra, in vista del lavoro svolto durante la stagione, più che sullo sviluppo della nuova monoposto durante lo scorso inverno. “La macchina è migliorata enormemente, è quello che ho detto alla squadra durante l’ultima gara, ricorda. Siamo partiti con una macchina più avanti rispetto a quella dello scorso anno, ma la differenza è che il team si è dato i mezzi per portare pezzi, novità, idee. Come pilota, è qualcosa che non avevo mai visto prima, così tante parti, macchine diverse tra una gara e l’altra, è stato impressionante. »

Opinione condivisa dal suo capo, “abbiamo trovato delle novità ad Enstone e le abbiamo portate in pista, le prestazioni sono aumentate, è abbastanza raro, ma siamo stati, con la Mercedes, la squadra che ha fatto più progressi durante tutta la stagione. faccia sulle “cose ​​da sistemare”, ovvero da sistemare, sull’affidabilità, e in particolare sulle pompe dell’acqua, “davvero uno dei punti neri della stagione”.

Piastri, “l’episodio più doloroso”

Ma la cosa più dolorosa per Alpine in questa stagione riguarda piuttosto la gestione dei piloti e la dirigenza. La scuderia francese dovette subire un vero e proprio affronto quando Oscar Piastri, nato dalle categorie inferiori, sconfessò pubblicamente Alpine, per passare definitivamente alla McLaren. E questo, poche ore dopo l’annuncio della partenza di Fernando Alonso all’Aston Martin.

“La partenza di Fernando è una cosa che ci ha rattristato perché è un pilota che apprezziamo, ma che in fondo capiscono tutti: per ragioni contrattuali e per legge di mercato. È un grande campione e mi mancherà perché è una persona di incredibile successo. Ma fa parte di ciò che accade in bassa stagione, andiamo avanti ”, evacua Laurent Rossi. A differenza del caso Piasti.

Oscar, in verità è molto più difficile, è stato molto più deludente. Perché ha messo in luce una certa ingenuità e una debolezza nei nostri contratti. Ma questo è, da qualche parte, una specie di ingenuità collettiva, ed è per questo che persone come Toto Wolff [Directeur de Mercedes] o Christian Horner [Directeur chez RedBull] eravamo un po’ preoccupati per il precedente che crea. Oscar è il primo pilota, che io sappia, addestrato – o comunque supportato nei momenti che contano da un’accademia, una scuola o un settore – a non tornarci e a non accettare le condizioni che gli vengono poste. È stato l’episodio più doloroso e frustrante.

Ocon sollevato dalla partenza di Alonso

Oltre a gestire i suoi piloti per il prossimo anno, Laurent Rossi ha dovuto fare i conti anche con un burrascoso finale di stagione tra Esteban Ocon e Fernando Alonso, punteggiato da un contatto tra le loro due monoposto durante la gara sprint in Brasile. , e alcuni nomi di uccelli scambiati tra i due piloti. Ma soprattutto dal due volte campione del mondo spagnolo, dal temperamento deciso. “Ovviamente sono rimasto deluso dalle sue osservazioni, che sono uscite più sulla stampa che internamente. Preferisco quando resta in privato e ci spieghiamo da uomo a uomo. Avrei sempre rispetto per lui, ma è un bene che vada all’Aston Martin e che siamo sulla buona strada ”, preferisce evacuare il pilota francese, pur accontentandosi di aver chiuso davanti al suo compagno di squadra in classifica. piloti.

Un episodio che è servito anche da apprendistato per Laurent Rossi, in termini di gestione dei piloti in pista: “Li abbiamo lasciati gareggiare quanto volevano l’uno contro l’altro, fino a creare un danno alla squadra, che ci siamo ritrovati infortunati. era inaccettabile, lo sapevano, l’hanno sentito. Servirà da precedente”. E sicuramente l’allenamento, prima dell’arrivo di Pierre Gasly per guidare al fianco di Esteban Ocon, dal GP del Bahrain, 5 marzo 2023.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}