• Home
  • In Arabia Saudita è iniziata la “Ronaldomania”.

In Arabia Saudita è iniziata la “Ronaldomania”.

0 comments

Cristiano Ronaldo è solo da poche ore un giocatore del club saudita Al-Nassr, ma già Abdulmohsen al-Ayyban e suo figlio, come tanti altri, hanno acquistato la maglia della loro squadra del cuore fioccata con il nome del fuoriclasse portoghese e il suo emblematico N.7.

«Stiamo vivendo un momento storico», si entusiasma Abdulmohsen al-Ayyban, 41 anni, che insieme al figlio Nayef di 9 anni attende la famosa maglia blu e gialla nello store ufficiale del club gremito di tifosi. Questo rinforzo di scelta “alzerà il livello del campionato saudita”, assicura, convinto, come molti suoi connazionali, che la presenza di Ronaldo creerà un’emulazione che permetterà all’Arabia Saudita di vincere l’organizzazione. dei Mondiali 2030.

Nayef ha occhi solo per il suo club. “Ho sempre voluto che Al-Nassr ingaggiasse il miglior giocatore del mondo”, ha detto. “Adesso che è fatto, continua, assisterò a tutte le sue partite allo stadio”.

Il Ronaldo, 37 anni, ha firmato il suo contratto di due anni e mezzo con Al-Nassr a Madrid e uno stipendio sbalorditivo di 200 milioni di euro, il cinque volte Pallone d’oro dovrebbe unirsi rapidamente ai suoi nuovi compagni di squadra. Da giovedì, secondo un tecnico che parla a condizione di anonimato, la questione è così delicata nel Paese che entra in pompa magna nella mappa del calcio mondiale con questo clamoroso trasferimento.

“Mai visto che”

Per molti nel regno, il 2022 è sicuramente l’anno del calcio saudita: “CR7” giocherà presto nel campionato dell’Arabia Saudita e la nazionale ha avuto il lusso di battere (2-1) nella sua prima partita di Coppa del Mondo 2022 in Qatar L’Argentina di Lionel Messi, futuro campione del mondo.

Da venerdì, quando la stampa saudita ha cominciato a far trapelare l’imminente acquisto di Ronaldo, il negozio di Al-Nassr ha cominciato ad essere preso d’assalto dai tifosi sauditi, ma anche da espatriati libanesi, egiziani o cinesi, dice il suo capo. , Abdelqader.

“Non l’ho mai visto in vita mia”, dice, sbalordito dalle scorte che si sono sciolte, costringendo i clienti a venire con le proprie maglie solo per aggiungere il floccaggio. Data la folla, la maggior parte dovrà aspettare fino a due giorni per ritirare la preziosa tunica, avverte.

“Sono un tifoso di Ronaldo da quando ero piccolo, e ora il club saudita che tifo lo ha comprato: sono doppiamente felice”, ha detto lo studente 23enne Mohammad al-Johni. “Questo acquisto conferma l’importanza di Al-Nassr, vuole credere Rakan Mohammad, 21 anni e anche lui studente universitario. L’impazienza e le aspettative sono al massimo”.

“Per i libri di storia”

Senza club dalla risoluzione del suo contratto con il Manchester United a fine novembre, il cinque volte vincitore della Champions League, superato da Manchester United (2003-09 e 2021-22), Real Madrid (2009-18) e Juventus Torino (2018-21), ha colto tutti con il piede sbagliato.

E Al-Nassr comincia già a sentire gli effetti: il numero dei suoi follower sui social network è esploso in poche ore. Su Instagram sono passati da 800.000 a quattro milioni. “Abbiamo sentito l’impatto di questo reclutamento ancor prima che arrivasse Ronaldo Arabia Saudita e continuerà a crescere”, afferma Ahmed Al-Zabani, 19 anni.

Su Instagram alcuni stanno già sfruttando appieno la vena: “il sogno si è avverato”, proclama un negozio che stampa le magliette di Ronaldo con i colori di Al-Nassr. Sotto la posta, i clienti si precipitano, specificando la loro taglia per il loro ordine. Nel bel mezzo dell’entusiasmo, su Twitter, un internauta saudita sta già pensando al futuro. Sotto l’immagine di Ronaldo che mostra la sua nuova maglia Al-Nassr, ha scritto: “un’immagine per i libri di storia”.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}