• Home
  • indossata da Dominik Livakovic, la Croazia vince contro il Giappone

indossata da Dominik Livakovic, la Croazia vince contro il Giappone

0 comments

Dopo le qualificazioni di Francia, Inghilterra, Olanda o addirittura Argentina per i quarti di finale della Coppa del Mondo 2022, gli ottavi di finale sono proseguiti, questo lunedì alle 16:00 Primi nel Gruppo E e qualificati, con sorpresa di tutti, per il tavolo finale , il Giappone aveva così un appuntamento con la sua storia. Eliminato agli ottavi di finale all’ultimo Mondiale in Russia, il Blue Samurai – già svincolato in questa fase nel 2002 e nel 2010 – ha dovuto sbarazzarsi della Croazia, vicecampione del mondo. Secondi nel girone F alle spalle del Marocco, i compagni di squadra di Luka Modric, schierati nel 4-3-3, sono partiti nonostante tutto nei panni del favorito. Vincitore di Germania (2-1) e Spagna (2-1), il Giappone si è presentato, dal canto suo, in un 3-4-3 con un terzetto d’attacco composto da Ritsu Doan, Daizen Maeda e l’immancabile Daichi Kamada.

Cosa c’è dopo questo annuncio

Ivan Perisic risponde a Daizen Maeda

All’Al-Janoub Stadium, gli uomini di Zlatko Dalic subiscono subito la pressione giapponese e Shogo Taniguchi, perfettamente trovato da Wataru Endo, sfiora di testa Dominik Livakovic (3°). Sorpresi in avvio, i croati sono stati veloci a riprendere il controllo del possesso palla e si sono dimostrati anche pericolosi. Approfittando dell’ingenuità di Takehiro Tomiyasu e colpevole di una leggera spinta, non sanzionata, Ivan Perisic si è girato in porta ma è inciampato su un imperiale Shuichi Gonda (8°). In un avvio molto vivace degli ottavi, Junya Ito ha provocato, ancora una volta, sulla sua destra ma né Daizen Maeda, sul primo palo, né Yuto Nagatomo, sul secondo, sono riusciti a riconquistare il suo centro teso (12°). Maestri a centrocampo, i compagni di Mateo Kovacic rispondono poco prima della mezz’ora.

Su bel cross di Borna Barisic, Kramaric approfitta di una deviazione di Perisic ma alla fine viene contrastato in extremis dalla difesa nipponica (28′). Dominando, la Croazia è inciampata, tuttavia, in un blocco giapponese tatticamente rigoroso. Peggio ancora, i compagni di squadra di Modric hanno tremato contro Kamada, al termine di un superbo movimento collettivo (41°). Prima del crack… Su corner giocato in tre tempi, Maeda approfitta di uno sconto di Yoshida per aprire le marcature (1-0, 43°). In vantaggio al contropiede, il Vatreni ha dovuto reagire ma ha avuto maggiori difficoltà a destabilizzare le linee giapponesi. Bisogna finalmente aspettare l’ora per vedere Ivan Perisic emergere su un perfetto cross di Lovren e pareggiare con un potente colpo di testa (1-1, 55′). Raggiunto il punteggio, il Blue Samurai pungeva ancora…

Croazia alla fine della suspense!

Sparando uno splendido tiro dalla destra dai 20 metri, Endo pensava di riportare i suoi in vantaggio ma si abbatte su un Livakovic, vigile sulla sua linea (58°). Più acuta, la Croazia ha continuato, nonostante tutto, ad attaccare. Trovato all’ingresso in superficie, Modric ci prova ma Gonda respinge perfettamente la potenza del tiro al volo del madridista (63°). Se Perisic è stato ancora segnalato nell’ultimo quarto d’ora, il suo colpo pesante è fuggito dal telaio giapponese (77esimo) e le due squadre sono andate via per due periodi di 15 minuti aggiuntivi. Nei tempi supplementari, Vlasic e Majer hanno fatto la loro comparsa al posto di Modric e Kovacic, ma è stato il Giappone a distinguersi ancora una volta. Autore di una svolta incredibile, Kaoru Mitoma ha finito per innescare un potente colpo da destra ma è caduto sull’ultimo baluardo croato (105esimo).

Fedeli ai loro principi di gioco, gli uomini di Hajime Moriyasu hanno continuato ad abusare di questa selezione croata. Senza trovare il difetto. Nonostante un ultimo tentativo di Majer (120+1°), è stato quindi necessario affidarsi ai fatidici calci di rigore per decidere tra Vatreni e Blue Samurai. In quella partita, fu la Croazia a mostrare più compostezza (3 tiri in porta a 1) per permettere lo scalpo dei giapponesi e raggiungere i quarti di finale. Boia dei leader in questo Mondiale, il Giappone si ferma qui. La Croazia è ora in attesa di conoscere l’identità del suo prossimo avversario. Sarà il Brasile o la Corea del Sud, che si affronteranno, questo lunedì alle 20:00.

– Rivivi l’intero incontro in commento dal vivo

Le formazioni ufficiali al calcio d’inizio

Croazia titolare XI

Giappone XI

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}