• Home
  • Infantino e il record battuto di autocompiacimento / Mondial 2022 / SOFOOT.com

Infantino e il record battuto di autocompiacimento / Mondial 2022 / SOFOOT.com

0 comments

Gianni Infantino irradia felicità. Questa Coppa del Mondo 2022, così criticata da alcuni giornalisti e ONG birichine, sta andando a meraviglia (dal suo punto di vista). Pubblico all’appuntamento, tifoseria generalmente soddisfatta, exploit sportivi, tra cui quello del Marocco, e il denaro scorre. L’opportunità per il presidente della FIFA di portare a casa il punto e tirare fuori il suo tubo più vecchio del “miglior Coppa del Mondo” Della storia.

Questo 22e edizione della Coppa del Mondo si avvicina ai quarti di finale, ma il presidente della FIFA Gianni Infantino sta già assaporando la sua vittoria. Ebbene, non sono rimaste molte persone per parlare dei problemi in Qatar, anche se l’emirato riconosce a parole, ad esempio, che il numero di morti nei cantieri è più vicino a 500 rispetto ai 3 casi della vecchia versione ufficiale. Tutti gli Stati, compresi quelli occidentali, si sono inginocchiati davanti al potere del calcio, vale a dire la FIFA, e il Qatar. In effetti, nessun boicottaggio è mai stato davvero preso in considerazione, ma il rumore di fondo dei media e le critiche delle ONG si sono già rivelate troppo per il piccolo cuore del bambino grande che Gianni è rimasto. Fortunatamente, gli spiriti maligni e i deviazionisti “dall’interno” sono stati soppressi e messi a tacere, come sottolinea il suo google trad francese, questo coraggioso Noël Le Graët. “Ero uno dei leader in modo che non ci fosse questa fascia da braccioha ipotizzato questa settimana in un’intervista rilasciata al Figaro. Lo volevano tre o quattro paesi, sempre dell’Europa occidentale. Inoltre, non sono più in corsa per la maggior parte. Non è ipocrisia. »

Da Putin all’emiro del Qatar

Infantino quindi non ha aspettato la fine della gara per cantare la cover del suo pezzo più bello, un ritornello in gran parte antiquato come il Libero dal desiderio di Gala. Dobbiamo innanzitutto ricordare come il capo della FIFA, metà VRP metà commissario politico post-sovietico, aveva detto quattro anni prima ai Mondiali di Russia: “Qualche anno fa dissi che questo Mondiale sarebbe stato il migliore della storia e oggi lo posso dire con convinzione: è il miglior Mondiale di tutti i tempi. (…) Quasi un milione di visitatori in Russia, a Mosca, ma anche in tutte le città ospitanti, si sono resi conto di essere arrivati ​​in un Paese bello, accogliente, in un Paese pronto a mostrare al mondo che la realtà non è quella che pensiamo di sapere. È un paese ricco di cultura, di storia, di storia dell’umanità. » Nel frattempo ha cambiato solo tifoserie e scambiato Putin con l’emiro del Qatar.

Può quindi ora bilanciare, in un copia-incolla quasi perfetto, quello a cui abbiamo appena assistito “La fase a gironi più bella di tutti i Mondiali. (…) Questo finirà come è iniziato. Sono certo che supereremo i cinque miliardi di telespettatori in tutto il mondo. » Prima di passare a venditore di agenzia turistica: “Lo dicevo già qualche anno fa, penso proprio che questo Mondiale possa innanzitutto aiutare questa parte del globo, il Golfo, il Qatar, il Medio Oriente, a mettersi in mostra, a mostrare al mondo quanto sia ricca e accogliente questa cultura è. E permettere al resto del mondo di venire qui per sperimentare quell’ospitalità, sperimentare una nuova cultura, conoscersi meglio, ed è esattamente quello che sta succedendo. » Ospitalità che il lavoratore nepalese o la persona LGBT del Qatar non possono apprezzare appieno, sicuramente. E ora, non vedo l’ora che arrivi il 2026 Gianni Infantino e ci spieghi come la Coppa del Mondo si è diffusa in tre enormi paesi, Stati Uniti, Messico e Canada (ciao impronta di carbonio) con 48 squadre e un nuovo formato di gruppo tre, a priori, sarà anche un grande successo e il Mondiale più bello mai disputato. Potrebbe anche aver già scritto il suo comunicato trionfalista vicino alla sua piscina a Doha.

Di Nicolas Kssis-Martov

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}